09/04/2019, 08.34
HONG KONG – CINA
Invia ad un amico

Condannati i leader del Movimento degli ombrelli

di Paul Wang

Fra i nove condannati vi sono i tre fondatori di Occupy Central: gli accademici Chan Kin-man e Benny Tai, e il pastore battista Chu Yiu-ming. Accolti e applauditi da gruppi democratici che esibivano ombrelli gialli. Benny Tai: “Noi continueremo con ostinazione e non ci arrenderemo”.

Hong Kong (AsiaNews) – Nove leader democratici, responsabili del Movimento degli ombrelli, sono stati giudicati colpevoli per il loro ruolo nel movimento di disobbedienza civile conosciuto come “Occupy Central”, che per oltre due mesi ha bloccato con un enorme sit-in le maggiori vie di comunicazione sull’isola di Hong Kong fra i quartieri di Admiralty, Central e Wan Chai.

Il verdetto afferma che i nove sono colpevoli di cospirazione per causare disordine pubblico; alcuni di loro sono anche colpevoli di aver incitato altri a ostacolare l’ordine pubblico.

I tre maggiori responsabili, definiti “il trio di Occupy”, sono il professore di sociologia Chan Kin-man, 59 anni, il professore di diritto Benny Tai, 54 anni, il pastore battista Chu Yiu-ming, 74 anni.

Fra gli altri condannati vi sono: i parlamentari Tanya Chan (47 anni) e Shiu Ka-chun (49anni); I leader studenteschi Tommy Cheung Sau-yin (26 anni) e Eason Chung Yiu-wa (26 anni); il vicepresidente della Lega sociale democratica Raphael Wong Ho-ming (30 anni); l’ex parlamentare democratico Lee Wing-tat (63 anni). Tutti rischiano sette anni di prigione e più. Lo scorso anno sono stati condannati anche alcuni leader studenteschi.

Le proteste di Occupy Central sono nate nell’estate 2014, dopo l’ennesimo rifiuto di Pechino a garantire elezioni dirette del capo dell’esecutivo di Hong Kong, rimandando ancora una volta la piena democrazia per il territorio, promessa molte volte dal Politburo.

Dopo la sua fondazione, una manifestazione di studenti è stata bloccata con violenza dalla polizia. Questo ha scatenato il sit-in nei quartieri centrali, durato 79 giorni, che ha radunato almeno 800mila persone. Il nome “Movimento degli ombrelli” viene dall’uso degli ombrelli da parte dei giovani per difendersi dagli idranti e dai gas lacrimogeni lanciati dalla polizia.

Stamattina, prima di entrare nella corte di West Kowloon, Benny Tai ha dichiarato: “Qualunque cosa succeda, ho fiducia che molti di noi continueranno a lottare per la democrazia. Noi continueremo con ostinazione e non ci arrenderemo”. Al loro arrivo essi sono stati accolti da diversi gruppi pro-democratici che li hanno applauditi, esibendo molti ombrelli gialli, divenuti il simbolo della loro lotta.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Pastore protestante condannato per Occupy Central: ‘il pulpito di maggior onore per il mio ministero’
10/04/2019 13:59
A processo per ‘disturbo dell’ordine pubblico’ i leader del movimento degli Ombrelli
19/11/2018 08:40
Hong Kong, migliaia marciano per la democrazia nel giorno della festa nazionale cinese
02/10/2017 08:45
Joshua Wong condannato a tre mesi di carcere
17/01/2018 10:38
Con il pugno duro “la Cina perderà Hong Kong. E Pechino l’ha capito”
19/05/2016 14:42