26/06/2020, 15.00
INDIA
Invia ad un amico

Contagi in aumento: torna il lockdown in diversi Stati indiani

di Biju Veticad

I malati di coronavirus nel Paese sono più di 490mila. L’impennata dei casi si è avuta dopo il 31 maggio con l’allentamento delle restrizioni. Nell’India meridionale, i casi di contagio sono cresciuti dopo il ritorno degli espatriati all’estero. La popolazione ha ripreso le attività senza rispettare le misure di sicurezza. Problemi anche con le folle di fedeli nelle chiese.

Thiruvananthapuram (AsiaNews) – Il numero di persone colpite dal Covid-19 torna a crescere in India. Il virus polmonare si è diffuso in modo graduale dopo l’imposizione del lockdown lo scorso 24 marzo. La situazione è cambiata in modo drastico dopo il 31 maggio con l’allentamento delle misure di confinamento sociale e del blocco economico.

In modo tardivo, il governo centrale sta intervenendo per cercare di contenere la nuova impennata d’infezioni. Il ministero della Sanità sta monitorando le aree dove i contagi aumentano di giorno in giorno. Ad oggi, i malati nel Paese sono più di 490mila e i morti 15.301. Gli Stati più colpiti sono Maharashtra (147.741 infetti), Delhi (73.780), Tamil Nadu (70.977) e Gujarat (29.520).

Nell’Assam, dove i casi sono circa 6.300, il ministro statale della Sanità ha annunciato un nuovo lockdown integrale di 14 giorni a partire dal 28 giugno. Il primo ministro del Kerala, dove i malati sono circa 3.700, ha dichiarato che lo Stato è sull’orlo di un contagio di massa. Egli si aspetta un aumento delle infezioni fino al mese di agosto. Nell’India meridionale, i casi di contagio sono cresciuti dopo il ritorno degli espatriati all’estero.

Con oltre 11mila infetti, il Telangana è un altro Stato dove i contagi sono in crescita. Padre Sabu Njarolickal, un sacerdote missionario del luogo, ha dichiarato ad AsiaNews che dopo la riapertura dei primi di giugno, la popolazione locale ha ripreso le proprie attività senza rispettare adeguate misure di sicurezza.
In molti Stati è stata autorizzata anche la ripresa delle funzioni religiose. P. Sabu nota che sebbene la comunità cattolica indiana sia consapevole del rischio contagio nelle riunioni pubbliche, in alcune chiese la folla di fedeli è spesso fuori controllo.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Mumbai: Lo slum di Dharavi, il più grande d’Asia, lotta contro il Covid-19
17/06/2020 14:40
Maharashtra, requisito un centro diocesano per farne una struttura anti-Covid-19
17/06/2020 11:51
Ho visto la morte e la vita a Wuhan (I)
31/03/2020 14:17
Il coronavirus creerà nuova povertà in India
22/06/2020 15:27
Troppa gente nei mercati, negozi, terminal: insorgono i medici indonesiani
19/05/2020 14:03