13/07/2016, 10.48
COREA – USA
Invia ad un amico

Corea, il sistema anti-missile sarà a Seongju. La popolazione protesta

I residenti dell’area prescelta per l’installazione del THAAD chiedono al governo un passo indietro. Mosca e Pechino “contrariate” dalla decisione, Pyongyang minaccia “risposte fisiche”. Il sistema sarà operativo entro la fine del 2017.

Seoul (AsiaNews) – Il sistema americano di difesa missilistica avanzata in Corea del Sud sarà costruito nella regione di Seongju, a circa 200 chilometri sudest di Seoul. Lo ha confermato questa mattina il ministero della Difesa sudcoreano, annunciando l’intesa raggiunta tra il segretario della Difesa Usa Ash Carter e il suo omologo Han Min-Koo.

Il sistema Terminal High Altitude Area Defence (THAAD), che ha l’obiettivo di contrastare le minacce provenienti dalla Corea del Nord, sarà completato entro la fine del 2017, ha aggiunto Seoul, e avrà la capacità di difendere due terzi della penisola sudcoreana dai missili di Pyongyang. Proteggerà anche zone industriali, centrali nucleari e depositi di combustibile.

Contrarie alla decisione sono Corea del Nord, Cina e Russia. Pyongyang ha minacciato una “risposta fisica” allo spiegamento del sistema – che rileva minacce incombenti e si attiva in automatico – mentre Pechino ha espresso “dubbi” sulla decisione, che “potrebbe mirare a un controllo anche del nostro arsenale”. Mosca, dal canto suo, ha dichiarato che la decisione “aumenterà la tensione nell’area”. Ma molti analisti ritengono che sia contraria perché non vuole vedere un aumento dell’egemonia americana nell’Asia orientale.

Le proteste si sono fatte sentire anche dentro la stessa Corea del Sud. Gli abitanti dell'area prescelta per l’installazione, contrari al Thaad e alla inevitabile presenza di militari coreani e americani, hanno manifestato davanti alla sede del governo e davanti all'ambasciata americana a Seoul chiedendo la riapertura del dialogo tra Corea del Nord e Corea del Sud. Tra l’altro proprio la presidente in carica, Park Geun-hye, aveva promesso in campagna elettorale che avrebbe “fatto di tutto” per limitare la presenza di soldati Usa nella penisola. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Stati Uniti: Opzione militare contro Pyongyang, ‘ se dobbiamo’. Moon: No all’escalation
06/07/2017 08:49
Seoul e Pechino riprendono le relazioni ‘normali’
31/10/2017 08:57
Xi Jinping e Trump condannano insieme il test nucleare di Pyongyang
07/09/2017 08:57
Pechino e Mosca diffidano del Thaad sudcoreano e discutono “contromisure”
13/01/2017 12:19
La Corea del Nord è pronta a lanciare nuovi missili
06/07/2006