18/05/2020, 08.57
INDIA-GIAPPONE
Invia ad un amico

Coronavirus: Delhi e Tokyo estendono le restrizioni. In difficoltà le due economie

L’India ha perso 120 milioni di posti di lavoro ad Aprile, e i numeri del contagio sono in aumento. Il Giappone è in recessione, ma mantiene lo stato di emergenza a Tokyo e Osaka, le aree più produttive del Paese. Abe promette un nuovo stimolo economico.

Hong Kong (AsiaNews/Agenzie) – L’India prolunga il “lockdown” per il coronavirus fino al 31 maggio e il Giappone mantiene lo stato di emergenza nelle aree metropolitane di Tokyo e Osaka, le più produttive del Paese. I due governi cercano di contenere i contagi, ma le misure restrittive stanno avendo un impatto fortemente negativo sulle rispettive economie.

I malati di coronavirus continuano a crescere in India. Ad oggi si contano quasi 91mila casi e circa 2900 morti. Delhi ha imposto il confinamento sociale il 24 marzo, decisione che ha portato alla perdita di 120 milioni di posti di lavoro ad aprile.

Il 12 maggio il premier indiano Narendra Modi ha annunciato un piano economico da 266 miliardi di dollari per riavviare l’economia, soprattutto attraverso il sostegno alle piccole e medie imprese.  

Per alcuni osservatori, l’intervento non è abbastanza ambizioso, perché non prevede trasferimenti di denaro alla fascia più povera della popolazione, che conta 130 milioni di persone. Tra loro ci sono i migranti interni che hanno perso il lavoro negli ultimi due mesi. Migliaia di loro sono ancora in cammino per tornare negli Stati di origine, costretti a camminare anche per 1000 km prima di raggiungere le proprie famiglie.

La situazione economica in Giappone non è migliore che in India. Il Paese è tecnicamente in recessione. Nei primi tre mesi dell’anno, l’economia ha avuto una decrescita del 3,4% su base annua. È il secondo trimestre consecutivo con crescita negativa: nel periodo ottobre-dicembre dello scorso anno aveva segnato un -6,4%. Le previsioni degli analisti per il secondo trimestre del 2020 sono anche più cupe (-22%).

Le autorità giapponesi hanno cancellato lo stato di emergenza in 39 delle 47 prefetture nazionali. Il contagio non si arresta nel Paese, che registra oltre 16mila casi e 740 vittime. Per far fronte alla crisi, l’esecutivo di Shinzo Abe ha lanciato uno stimolo da oltre 1000 miliardi di dollari in Aprile, e il premier ha promesso un secondo intervento economico per la fine di maggio.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Coronavirus: Tokyo dichiara la fine dell'emergenza in tutto il Paese
26/05/2020 09:01
Coronavirus: nel piano economico di Modi non c’è nulla per milioni di poveri
14/05/2020 14:43
Tokyo: il premier Shinzo Abe si dimetterà per motivi di salute
28/08/2020 09:00
Coronavirus: Tokyo pensa a una estensione dello stato di emergenza
01/05/2020 08:00
Pound: Causa coronavirus, le Olimpiadi di Tokyo saranno rinviate al 2021
24/03/2020 08:55