25 Luglio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 01/05/2011, 00.00

    VATICANO – ASIA

    Da Vietnam, Corea, Palestina e Israele per salutare il nuovo beato Giovanni Paolo II

    Simone Cantarini

    In migliaia hanno affrontato lunghe ore di attesa in coda e giorni di viaggio solo per testimoniare la loro venerazione a Papa Wojtyla. Pellegrini vietnamiti e palestinesi chiedono al nuovo beato di vegliare sui loro Paesi vittime di violenze e guerre.

    Roma (AsiaNews) –  “Al nuovo papa beato chiedo di vegliare su di me e sul mio Paese, dove i cristiani vivono una situazione difficile e sono vittime di persecuzioni e mancanza di liberta’ religiosa”. E’ quanto afferma ad AsiaNews Anna, giovane studentessa cattolica vietnamita, che insieme all’amica Maria ha atteso otto ore in coda per assistere alla beatificazione di Giovanni Paolo II. “Abbiamo pregato e recitato rosari tutta la notte – racconta commossa – siamo giunte stremate, ma non potevamo mancare a un evento tanto importante per la nostra vita”. Originarie di un piccolo villaggio a Nord est di Hanoi Anna e Maria  studiano in Italia da due anni e nel 2012 dovranno rientrare in Vietnam. “Abbiamo paura di ritornare nel nostro Paese – spiega la ragazza – preghiamo il beato Giovanni Paolo II affinche’ interceda per noi e ci protegga ”.  

    Fra i circa 1,5 milioni di pellegrini giunti a Roma per la beatificazione, molti sono cattolici di nazionalita’ asiatica, che hanno percorso migliaia di chilometri solo per testimoniare insieme al resto del mondo la comune venerazione al nuovo beato Giovanni Paolo II.

    Questa mattina, i primi a dirigersi verso piazza S. Pietro sono stati i sudcoreani dell’arcidiocesi di Seoul, che intorno alle 3,30 hanno iniziato a radunarsi davanti all’ingresso di via della Conciliazione, sventolando bandiere e pregando con canti tradizionali che hanno suscitato curiosita’ e stupore fra i pellegrini. “Vogliamo esprimere la nostra gioia per la beatificazione di papa Wojtyla – afferma uno di loro in uno stentato inglese – Giovanni Paolo II e’ una delle figure piu’ importanti per la nostra Chiesa”.   

    Violet, donna cattolica di Haifa (Israele) e’ arrivata a Roma insieme a un gruppo di 13 cattolici della terra Santa, israeliani e palestinesi. “Sono qui – afferma - per testimoniare la mia presenza davanti a un uomo santo che ha fatto cosi’ tanto per i cristiani di Terra Santa, nonostante la fatica del viaggio e delle ore di attesa per raggiungere piazza S. Pietro”.  La donna sottolinea l’importanza della figura di Giovanni Paolo II per la sua vita, fonte di speranza in mezzo alle difficolta’ non solo personali, ma anche per i cristiani di Terra Santa,  provati dall'odio e dalla violenza nel conflitto fra Israeliani e palestinesi.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    26/11/2011 VATICANO
    Papa: Il calvario di Giovanni Paolo II modello per gli operatori sanitari
    Benedetto XVI addita il papa polacco che nella sua debolezza fisica e spogliato di tutto, è divenuto “come il suo unico Maestro e Signore, che dalla Croce è diventato punto di attrazione e di salvezza per l’umanità”. “Il mistero del dolore sembra offuscare il volto di Dio additandolo quale responsabile del soffrire umano, ma gli occhi della fede sono capaci di guardare in profondità questo mistero ”.

    01/05/2011 VATICANO
    Papa: Giovanni Paolo II è beato per la sua fede, forte e generosa, apostolica
    Con una cerimonia a cui hanno partecipato centinaia di migliaia - forse un milione – di fedeli, cardinali, patriarchi, delegazioni internazionali, Benedetto XVI ha proclamato beato Karol Wjtyla. È l’uomo devoto a Maria, che ha traghettato la Chiesa nel terzo Millennio, attuando la ricchezza del Concilio Vaticano II. Egli ha aperto a Cristo “la società, la cultura, i sistemi politici ed economici”, invertendo la tendenza ad emarginare la fede. Nei confronti di marxismo e ideologia del progresso ha rivendicato la forza della speranza cristiana, aiutando “i cristiani di tutto il mondo a non avere paura di dirsi cristiani, di appartenere alla Chiesa, di parlare del Vangelo. In una parola: ci ha aiutato a non avere paura della verità, perché la verità è garanzia di libertà”.

    01/05/2011 VATICANO
    Il beato Giovanni Paolo II e la nostra missione
    Alcuni cattolici “illuminati” criticano la “troppa fretta” per la sua beatificazione. Ma la personalità di Wojtyla ha testimoniato che la fede non è anzitutto regole, dogmi astratti, moralismi sociologici, ma un rapporto con Gesù Cristo che cambia l’esistenza. La consacrazione a Maria senza sentimentalismi; la contemplazione e lo zelo missionario a portare Cristo al mondo, superando chiusure clericali e soffocamenti materialistici, sono i pilastri del suo messaggio. È il papa che ha lanciato la missione in Asia per il Terzo Millennio. AsiaNews è debitrice alla visione di questo grande papa beato.

    01/05/2011 VATICANO
    L’amore per gli altri, l’eredità di Giovanni Paolo II ai giovani
    Tantissimi stranieri, più degli italiani, sono accorsi oggi, nel giorno della beatificazione del papa polacco, acclamato “santo subito!” sin dalla sua scomparsa. Giovanni Paolo II è stato un maestro importante soprattutto per i più giovani, come ricordano alcuni asiatici.

    03/04/2011 VATICANO
    Papa: Con gioia verso la Pasqua e la beatificazione di Giovanni Paolo II
    Benedetto XVI ha “ricordato con affetto” il papa polacco nel sesto anniversario della morte e che sarà beatificato il prossimo primo maggio. La fede del cieco guarito da Gesù, in opposizione all’indurimento del cuore dei farisei. Anche noi “nati ciechi”, siamo stati illuminati nel battesimo. Ravvivare la fiamma della fede, che talvolta “rischia di essere soffocata”.



    In evidenza

    ASIA-GMG
    Card. Gracias: Alla Gmg di Cracovia i giovani asiatici portano i valori asiatici

    Nirmala Carvalho

    I nostri pellegrini asiatici non portano solo la grandezza, la vitalità e la bellezza dell’Asia, ma anche la diversità multi-culturale, il pluralismo e i valori asiatici dell'ospitalità, la famiglia e, naturalmente, la Chiesa dei giovani. Alla scoperta di Cracovia e del carisma di Giovanni Paolo II, iniziatore della Gmg.


    SIRIA
    Orrore ad Aleppo: gruppo ribelle “moderato” decapita un bambino palestinese



    Il movimento Nur Eddin Zanki ha sgozzato l’11enne Abdallah Issa al grido di “Allah Akhbar”. Il bambino è stato giustiziato per aver collaborato con l’esercito governativo. Prima di morire egli è stato vittima di torture. Il comando generale, prende una (timida) distanza dalla barbara uccisione. Il gruppo è sostenuto da Turchia, Usa, Qatar e Arabia saudita.

     


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®