16 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 14/04/2016, 15.48

    HONG KONG

    Diplomatico nepalese: A Hong Kong campi di detenzione per richiedenti asilo



    Il console generale del Nepal nel territorio ha appoggiato la proposta di un politico locale. I campi di detenzione frenerebbero l’afflusso di migranti economici. I richiedenti asilo nepalesi sono circa 300, scappati dalla guerra civile. Secondo il loro connazionale, alcuni “potrebbero essere impostori”.

    Hong Kong (AsiaNews/Agenzie) - Baliram Prasad Dhami, console generale nepalese ad Hong Kong, ha proposto di rinchiudere i richiedenti asilo nepalesi in campi di detenzione per rifugiati, in modo da verificare la veridicità delle loro domande e arginare il fenomeno delle “false richieste di asilo” che provocherebbero una “ingiusta discriminazione nei confronti di quelle legittime”. Il politico ha lanciato la proposta durante una conferenza stampa organizzata insieme a Priscilla Leung Mei-fun, deputata pro-Pechino. L’idea del diplomatico è stata subito contestata dagli attivisti in favore delle minoranze come lesiva dei loro diritti umani.

    La questione degli stranieri che richiedono asilo per motivi politici è stata sollevata il mese scorso da Regina Ip Lau Suk-yee, consigliere esecutivo ed ex ministro della Sicurezza. La donna aveva suggerito di aprire a Shenzhen, nella Cina continentale, un campo di detenzione. L’obiettivo dichiarato è arginare l’afflusso di migranti economici nella città.

    Leung Chun-ying, a capo del Consiglio esecutivo di Hong Kong, aveva respinto l’idea, anche se aveva accusato i rifugiati di creare diversi problemi nel territorio.

    Il console generale nepalese ha invece rilanciato affermando: “Possiamo metterli in campi di detenzione, in modo da far avere loro brutte esperienze che gli faranno capire che la vita non è come se l’aspettavano”.

    Secondo i dati attuali, sono circa 300 i nepalesi che hanno richiesto asilo a Hong Kong. Essi rappresentano il 3% del totale e fuggono dalle persecuzioni seguite alla guerra civile e alla caduta del maoisti nel 2006. Il console Dhami ha dichiarato: “Forse alcuni di loro sono impostori”.

    In totale a Hong Kong ci sono ancora 11.160 richieste di asilo. La metà di esse provengono da immigrati irregolari e arrivano a risoluzione in 2-3 anni. Il governo stima che il costo delle pratiche si aggiri intorno a 1,4 miliardi di dollari hongkonghesi [160 milioni di euro], in rapido aumento rispetto allo scorso anno, quando erano 644 milioni di dollari [73 milioni].

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    24/03/2005 Hong Kong
    Un nuovo capo dell'esecutivo, ma cosa cambierà?
    Nell'edizione del 20 marzo del Sunday Examiner, il giornale diocesano, il vescovo di Hong Kong dà la sua valutazione sulla rinuncia di Tung Chee-hwa, capo dell'esecutivo.

    27/07/2016 08:59:00 CINA-HONG KONG
    Due giornalisti di Hong Kong condannati a Shenzhen: pubblicavano curiosità sui leader cinesi

    L’editore Wang Jianming e il direttore Guo Zhongxiao hanno ricevuto una sentenza di cinque anni e tre mesi e due anni e tre mesi. L’episodio ricorda le sparizioni e detenzioni dei cinque editori di libri. Pechino teme che le libertà di Hong Kong possano “inquinare” la società cinese. Svilito il principio “una nazione, due sistemi”.



    04/09/2006 HONG KONG - CINA
    La moglie del giornalista di Hong Kong prigioniero in Cina combatterà per l'appello

     Mary Lau, moglie di Ching Cheong, chiede cure mediche per il marito anche in carcere: ha seri problemi cardiaci.Il giornalista, condannato a cinque anni di carcere dopo un processo senza prove, passerà il suo tempo a studiare.



    12/01/2018 14:43:00 ISRAELE
    Tel Aviv, per i migranti abusati e torturati serve ‘umanità’

    Le testimonianze di suor Azezet e p. Rafic, vicini ai profughi a rischio di espulsione. Molti di loro hanno subito torture e violenze sessuali nel Sinai. Dare speranza. Il fenomeno dei rifugiati crea disguidi e razzismo; bisogna guardare alla persona.



    10/01/2018 13:09:00 ISRAELE
    Israele offre ricompense ai civili che cacciano i migranti

    Offerti posti di lavoro e bonus economici. Molti di loro avranno il compito di indagare sui profughi e sui loro datori di lavoro. L’Unhcr chiede un passo indietro. 

     




    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®