28 Maggio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 23/12/2003, 00.00

    tailandia - natale

    Fare festa condividendo il cibo e la gioia



    Bangkok (AsiaNews) –I cattolici tailandesi rappresentano una delle più piccole comunità asiatiche. Essi sono appena lo 0,43% della popolazione. Eppure in tutti questi anni la festa di Natale è divenuta un piccolo strumento di evangelizzazione, che coinvolge la società attorno. Nelle comunità si organizzano molte attività gioiose (presepe, albero di Natale, lotteria) a ricordare la nascita di Gesù.

    Fra le tante celebrazioni, una delle più suggestive è la Processione della Grande Stella, durante la quale è rappresentata la storia della natività con l'accompagnamento di tradizionali canti natalizi. La manifestazione è organizzata dall'arcidiocesi di Tharae-Nongsaeng e vi collabora pure il Consiglio Governativo Culturale di Sakhon Nakhon.

    A Bangkok, dove vivono i cattolici più agiati, da 10 anni, le comunità raccolgono fondi da inviare come dono di Natale alla diocesi di Chieng Mai nel nord. Chieng Mai è abitata da tribali molto poveri. Grazie al dono, i giovani della diocesi, riusciranno ad avere cibo per tutto l'anno.

    A Bangkok il direttore della Caritas tailandese (COERS), Padre Phibul Visitnonthachai, ha organizzato una celebrazione natalizia per i poveri delle baraccopoli attorno alla capitale. Alla festa partecipano anche decine di studenti buddisti.

    Ad accendere l'attesa per la festa, diversi cori organizzano visite alle famiglie, andando di casa in casa., condividendo con loro la gioia di Natale. (WK)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    10/09/2013 VIETNAM
    Thánh Linh: la "Comunità della carità e dei servizi sociali" ha il "suo" primo sacerdote
    Mons. Paul Nguyễn Công Hoan ha presieduto la cerimonia di ordinazione di fr. Joseph Đặng Văn Tiếp. Presenti oltre 40 preti e mille fedeli. Nell’omelia il vescovo ha ringraziato per il “dono” di un sacerdote, fonte di “incoraggiamento” per l’intera comunità. Attiva dal 1995, essa attende ora l’approvazione della Santa Sede.

    15/12/2004 india
    Calcutta dedica una statua e una via a Madre Teresa


    26/02/2014 VIETNAM

    Saigon, la “minestra di Madre Teresa” per i malati di tumore
    Caritas, volontari e parrocchie promuovono iniziative concrete in aiuto dei pazienti e dei loro familiari. Da tre anni un’associazione fornisce un pasto caldo e assistenza quotidiana a chi soffre. L’opera dei cristiani abbraccia anche i fedeli di altre religioni. Una buddista spiega: l’opera dei volontari è fonte di “consolazione e conforto” per il padre malato.

    19/10/2004 GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE
    Madre Teresa, audace missionaria del Vangelo

    Ricorre oggi, 19 ottobre, l'anniversario della beatificazione di Madre Teresa di Calcutta, la cui vita  è stata "una proclamazione audace del Vangelo", come ha scritto il Papa proclamandola beata. AsiaNews propone  ai suoi lettori, in ricordo della "madre dei poveri", l'ultima lettera da lei scritta alle consorelle Missionarie della Carità. La lettera è datata 5 settembre 1997, poche ore prima di morire. È il testo scelto dalla Chiesa  per la Liturgia delle Ore nel giorno della festa della beata Teresa di Calcutta (5 settembre).



    02/02/2005 india
    Missionari di Madre Teresa: La nostra consacrazione per saziare la sete dei poveri

    Oggi si celebra la Giornata della vita consacrata. Un religioso dell'ordine maschile di Madre Teresa racconta il mistero del suo sacerdozio "a servizio della sete religiosa dei più poveri dei poveri".





    In evidenza

    CINA - VATICANO
    La persecuzione dei cattolici durante la Rivoluzione culturale

    Sergio Ticozzi

    La documentazione di quel violento periodo è stata bruciata o è sepolta negli archivi. Solo alcuni sopravvissuti ne parlano. I persecutori tacciono nella paura. I roghi degli oggetti religiosi e arredi nell’Hebei. Vescovi umiliati e arrestati nell’Henan; suore battute e uccise con bastoni, o sepolte vive. La persecuzione “non è ancora finita”; oggi è forse solo più sottile.


    CINA
    Il silenzio sui 50 anni della Rivoluzione Culturale in Cina e in occidente

    Bernardo Cervellera

    La sanguinosa campagna lanciata da Mao Zedong ha ucciso quasi 2 milioni di persone e mandato nei lager altri 4 milioni. Ogni cinese è stato segnato dalla paura. Ma oggi, nessuna cerimonia in memoria è stata prevista e non è apparso nessun articolo di giornale. Le lotte interne del Partito e il timore di Xi Jinping di finire come l’Urss. Anche oggi, come allora, in Europa c’è chi tace e osanna il mito della Cina. Molti predicono un ritorno al “grande caos”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®