01/05/2018, 09.55
CAMBOGIA
Invia ad un amico

Fermati trafficanti di donne cambogiane per mariti cinesi

Decisive le informazioni raccolte da un’organizzazione cristiana attiva nella lotta al traffico di esseri umani. La coppia che stava tentando di far sposare due giovani donne, cui erano stati promessi 4mila dollari Usa. Fermati anche gli aspiranti sposi.

Phnom Penh (AsiaNews/Agenzie) – Le autorità hanno disposto l’arresto di quattro persone per il presunto tentativo di trafficare alcune donne cambogiane in Cina. Due delle loro potenziali vittime sono riuscite a sfuggire al piano criminale solo grazie all’intervento delle forze di sicurezza.

Ji Jiaxin, cittadino cinese, e la sua moglie khmer Teo Oeun (foto), sono stati arrestati tre giorni fa in seguito alle informazioni raccolte da Agape International Missions (Aim), organizzazione cristiana attiva nella lotta al traffico di esseri umani. Secondo quanto riportato dalla polizia militare di Phnom Penh, gli attivisti hanno scoperto che la coppia che stava tentando di far sposare due giovani donne con mariti cinesi.

Anche i due aspiranti sposi, Zhang Liang, 27 anni, e Yan Fan, 28, sono stati arrestati nel raid condotto dalla polizia militare in una pensione del quartiere Meanchey, nella capitale. Le autorità dichiarano che la coppia di intermediari ha già condotto tre donne in Cina attraverso il Vietnam, ma la loro posizione attuale ed il loro stato di salute sono tuttora sconosciuti.

In una nota pubblicata sui social media, la polizia militare rivela che le due giovani salvate dall’operazione delle forze di sicurezza sono una 24enne ed una 27enne di Takeo, cui erano stati promessi 4mila dollari Usa qualora avessero sposato uomini cinesi. Nel documento si legge inoltre che i presunti trafficanti sono stati fermati grazie ad alcune intercettazioni ambientali in una caffetteria di Meanchey, dove la coppia discuteva circa i piani e la documentazione per un matrimonio.

Lo scorso 22 aprile, una cerimonia di nozze aveva avuto luogo per Liang e la più giovane delle due vittime. Il gruppo di sei persone era giunto a Phnom Penh il giorno seguente per finalizzare le pratiche riguardanti passaporti ed altri documenti.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Chiesa pakistana contro il traffico di donne: Usate come prostitute da mariti cinesi
01/03/2019 13:23
Attivisti pakistani: La legge contro i matrimoni infantili va approvata
27/05/2019 12:33
Missionaria francescana: la disperazione nelle campagne ‘rifornisce’ lo sfruttamento sessuale
19/03/2018 11:53
Donne, neonati e bambini: è in aumento la tratta di esseri umani verso la Cina
11/07/2019 14:54
Tratta di donne dal Myanmar: giovani spose prigioniere in Cina
23/03/2019 09:00