04 Dicembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 22/03/2014, 00.00

    CINA-VATICANO

    Funerali di mons. Fan Zhongliang con 70 sacerdoti e 5mila fedeli della Chiesa ufficiale e sotterranea

    Jian Mei

    Assente mons. Ma Daqin, agli arresti domiciliari. Nella liturgia tutti i sacerdoti hanno citato "il nostro vescovo Ma". Durante la celebrazione e le preghiere si citava anche "il vescovo Fan", anche se il governo proibisce l'uso di questi termini per pastori non riconosciuti. I funerali del vescovo, col colore rosso, "segno del martirio", una speranza per l'unità della Chiesa in Cina.

    Shanghai (AsiaNews) - Circa 5mila fedeli delle comunità ufficiali e sotterranee di Shanghai e di altre diocesi della Cina si sono radunati stamane nella funeral home di Shanghai per celebrare i funerali di mons. Giuseppe Fan Zhongliang, il vescovo ordinario di Shanghai, non riconosciuto dal governo di Pechino.

    La messa è stata presieduta da p. Zhu Yude, della comunità sotterranea di Shanghai. P. Zhu ha sottolineato la fede e il servizio del defunto e ha chiesto ai cattolici di seguire l'esempio di mons. Fan.

    Mons. Taddeo Ma Daqin, vescovo di Shanghai agli arresti domiciliari, era assente. Fino a ieri sera i fedeli speravano che mons. Ma fosse presente, ma secondo alcune fonti locali, egli è sotto stretto controllo.

    Alla concelebrazione, i 70 sacerdoti indossavano una stola rossa. "Il rosso - ha detto uno dei partecipanti ad AsiaNews - simbolizza il martirio", caratteristica di mons. Fan.

    Durante la preghiera eucaristica, alla menzione del vescovo, tutti hanno proclamato "il nostro vescovo Taddeo".

     Nella sala della funeral home, era esposto uno striscione. Su di esso il termine "vescovo" era stato sostituito con il termine "pastore": il governo cinese proibisce per i vescovo sotterranei  - anche quelli defunti - l'uso del termine "vescovo", come pure che indossino le insegne episcopali. Ad ogni modo, durante tutta la liturgia, mons. Fan è stato sempre citato come "vescovo".

    Per la messa da requiem è stato preparato un libretto della liturgia in 4 mila copie, che non sono state sufficienti per tutti i partecipanti.

    Proprio perché mons. Fa non è riconosciuto come vescovo dal governo cinese, le autorità non hanno permesso che egli venga seppellito nella cattedrale di sant'Ignazio a Shanghai, nel quartiere di Xujiahui. I fedeli hanno allora acquistato uno spazio al cimitero di Sheshan, vicino al santuario della Madonna, patrona della Cina, per seppellire le ceneri del defunto dopo la cremazione.

    Stamane, due ore prima della celebrazione, il cortile davanti alla funeral home era pieno di migliaia di cattolici. La polizia dirigeva il traffico e l'ordine dell'area. Nel cortile era stato piazzato un grande schermo per far seguire la liturgia che si svolgeva all'interno. La polizia ha messo delle barriere per organizzare la distribuzione della folla in diverse zone del cortile.

    La messa è durata circa tre ore anche perché alla fine, ogni fedele uno ad uno, è passato davanti alla salma per l'ultimo omaggio al vescovo Fan.

    All'ora di pranzo, ai partecipanti è stato distribuito pane ed acqua, prima di partecipare alla cerimonia dell' ultimo saluto nel pomeriggio. Poi, la salma di mons. Fan è stata trasportata alla cremazione.

    Un sacerdote sotterraneo ha detto ad AsiaNews che egli è stato contento che la liturgia si sia svolta in modo tranquillo, con la benedizione di Dio. La presenza di sacerdoti ufficiali e sotterranei, ha aggiunto, fa sperare nell'unità della Chiesa in Cina.

     

     

    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-1
    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-1


    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-2
    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-2


    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-3
    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-3


    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-4
    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-4


    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-5
    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-5


    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-6
    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-6


    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-7
    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-7


    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-8
    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-8


    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-9
    Msgr-Fan-Zhongliang-s-funeral-9


    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    17/03/2014 CINA-VATICANO
    E' morto mons. Giuseppe Fan Zhongliang, vescovo sotterraneo di Shanghai
    Ha passato circa 30 anni in prigione o nei campi di lavoro forzato. Designato successore del card. Gong Pinmei, non ha mai avuto la libertà di esercitare il suo ministero. Il governo gli ha opposto mons. Jin Luxian, morto lo scorso anno. L'unico vescovo rimasto a Shanghai, mons. Ma Daqin è agli arresti domiciliari. La benedizione del papa attraverso AsiaNews.

    18/03/2014 VATICANO-CINA
    Mons. Fan Zhongliang: meglio essere una giada rotta che una mattonella intatta
    Il segretario della Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli scrive per AsiaNews un ricordo del vescovo di Shanghai scomparso il 16 marzo. Un testimone fedele al papa e alla sua nazione cinese. Come segno di riconciliazione e armonia, il suo funerale dovrebbe essere celebrato da mons. Ma Daqin, agli arresti domiciliari.

    21/03/2014 CINA-VATICANO
    Il card. Tong ricorda mons. Fan Zhongliang. Attesa per i funerali di domani
    Per il porporato di Hong Kong, mons. Fan è stato "un pastore eccezionale", che ha servito per oltre 70 anni la Chiesa. Preghiera alla Madonna di Sheshan. I fedeli desiderano che mons. Ma Daqin partecipi ai funerali. Intanto sacerdoti ufficiali e sotterranei celebrano uniti l'eucarestia davanti alla salma del vescovo defunto.

    20/03/2014 CINA-VATICANO
    Il 22 marzo i funerali di mons. Fan. Incerta la partecipazione di mons. Ma Daqin
    Il defunto era un vescovo sotterraneo, non riconosciuto dal governo. Di solito in questi casi è proibito l'uso della parola "vescovo" e delle insegne episcopali. Cattolici ufficiali e sotterranei uniti nelle cerimonie di omaggio alla salma. Far celebrare i funerali a mons. Ma (agli arresti domiciliari) sarebbe un gesto di riconciliazione e distensione.

    18/03/2014 CINA-VATICANO
    Le autorità di Shanghai permettono una serie di messe per il vescovo sotterraneo defunto
    Nella funeral home dove è posta la salma si susseguono messe una dopo l'altra. Celebrata una messa anche nella cattedrale di sant'Ignazio, dove i fedeli hanno posto un catafalco per onorare il vescovo sotterraneo defunto. Cattolici ufficiali e sotterranei insieme rendono onore a mons. Fan.



    In evidenza

    IRAQ
    Parroco di Amadiya: profughi cristiani di Mosul, fra l’emergenza aiuti e l’attesa del rientro

    P. Samir Youssef

    In una lettera p. Samir Youssef racconta la situazione dei rifugiati, da oltre due anni lontani dalle loro case. Si segue con attenzione l’offensiva, anche se case e chiese “sono in gran parte” bruciate o distrutte. Con l’arrivo dell’inverno servono cherosene, vestiti, cibo e denaro per pagare il trasporto degli studenti. Un appello per continuare a sostenere la campagna di AsiaNews.


    IRAQ
    “Adotta un cristiano di Mosul”: il dono di Natale per attraversare l’inverno

    Bernardo Cervellera

    Le nuove ondate di profughi, con l’avanzata dell’esercito verso la Piana di Ninive e Mosul rischiano di far dimenticare i rifugiati che da due anni hanno trovato ospitalità nel Kurdistan. C’è bisogno di cherosene, vestiti per l’inverno, aiuti per i bambini, soldi per gli affitti. La campagna lanciata da AsiaNews due anni fa è più urgente che mai. Rinunciare a un dono superfluo per offrire loro un dono essenziale per vivere.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®