07/11/2014, 00.00
ISRAELE-PALESTINA
Invia ad un amico

Gerusalemme: muore una seconda vittima dell'attacco con l'auto. Scontri ai funerali di Akkari

di Joshua Lapide
Il giovane 17enne, figlio di un membro dello Shas, era stato ferito in modo grave due giorni prima alla fermata del tram vicino a Gerusalemme est. Migliaia di soldati in tenuta antisommossa. I funerali di Ibrahim al-Akkari, autore dell'attentato, si sono svolti ieri sera tardi. I poliziotti hanno permesso la partecipazione di solo 35 persone, cacciando via con gas lacrimogeni e proiettili di gomma, la folla che si era radunata al cimitero.

Gerusalemme (AsiaNews) - Un giovane di 17 anni, ferito due giorni fa da un veicolo che ha investito un gruppo di persone, è morto questa mattina all'ospedale di Hadassa a Ein Karem. Il giovane, Shalom Aharon Badani, è figlio di un membro del Consiglio dello Shas, partito ultraortodosso.

Il 5 novembre scorso, Ibrahim al-Akkari, palestinese 38enne del campo profughi di Shuafat, ha guidato  la sua vettura contro un gruppo di persone che attendevano alla fermata del tram sulla Shimon Hatzadik Street, vicino a Gerusalemme est. In mattinata un gruppo di coloni israeliani erano entrati sulla spianata delle moschee per manifestare e pregare, rivendicando il diritto di pregare sul luogo, sacro a ebrei, musulmani e cristiani. I soldati che difendevano i coloni, per allontanare la folla di musulmani radunati che gridavano e lanciavano pietre, hanno sparato gas lacrimogeni e sono penetrati anche nella moschea di al-Aqsa, provocando un principio di incendio

Akkari è stato ucciso dalla polizia a colpi di pistola. Nell'urto è stato ucciso un poliziotto di frontiera, che era alla fermata del tram, e 12 persone sono rimaste ferite.

La città rimane sotto tensione e vi sono migliaia di militari in tenuta anti-sommossa.

Ieri sera nuovi scontri sono avvenuti vicino al cimitero presso la porta dei Leoni, prima del funerale di Akkari. La polizia ha consegnato il corpo del palestinese verso le 11.30 di sera, permettendo solo a 35 persone, i familiari più stretti, di partecipare alle esequie. Ma ore prima, nel cimitero si era radunata una folla di persone, cacciata via  con gas lacrimogeni, proiettili di gomma, granate assordanti. Scontri con le forze dell'ordine israeliane si sono registrate in diverse vie della città.

L'attacco di Akkari con l'auto è il terzo nel suo genere in poche settimane, definito "terrorismo" dagli israeliani e "martirio" dai palestinesi. La polizia ha deciso di mettere dei blocchi di cemento davanti ad ogni fermata del tram a Gerusalemme est.

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Giovane palestinese ucciso dalla polizia: gli arabi israeliani si ribellano
10/11/2014
Al-Qaida, guerra contro gli Usa e l'ambasciata a Gerusalemme
14/05/2018 08:50
Soldati israeliani pronti a demolire le case dei palestinesi autori degli attacchi
20/11/2014
Polizia israeliana in stato d’allerta; palestinesi in sciopero
15/03/2010
Intifada dei coltelli: in un mese Israele ha arrestato oltre mille palestinesi
26/10/2015