25 Marzo 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 10/03/2017, 12.23

    GIAPPONE

    Gli scienziati giapponesi contro la ricerca per scopi militari nelle università



    Negli ultimi mesi il governo ha disposto l’aumento dei fondi destinati alla ricerca militare. Gli accademici rilanciano il tradizionale divieto del Giappone post-bellico. Il no dei comitati ad una maggiore influenza del governo sulle istituzioni accademiche. La loro posizione è in difesa della ‘libertà accademica’.

    Tokyo (AsiaNews) – Il comitato degli scienziati del Science Council of Japan (Scj) ha sollecitato il mondo accademico giapponese a continuare il tradizionale divieto di ricerca militare nelle università e in altri istituti.

    La dichiarazione dell’ Scj è la prima in 50 anni per quanto riguarda la ricerca militare. Le due precedenti, rilasciate nel 1950 e nel 1967, vietavano in modo inequivocabile la ricerca per tali scopi.

    La proposta, approvata il 7 marzo scorso dopo una serie di incontri, sarà con molta probabilità adottata come dichiarazione ufficiale del Consiglio, dopo il voto nell’assemblea generale di aprile. Gli studiosi esprimono la loro posizione sulla base del rimorso per tali studi sotto il governo del Giappone durante il conflitto mondiale.

    Nei suoi tre mandati governativi, l’attuale premier Shinzo Abe si è impegnato a cambiare la costituzione pacifista giapponese e negli ultimi mesi ha disposto l’aumento dei fondi destinati alla ricerca militare. L’Scj, in risposta, si aspetta un dibattito più approfondito sui pro ed i contro degli studi militari condotti da università e istituti di ricerca.

    Uno degli aspetti che la dichiarazione sottolinea in modo deciso è il concetto di ‘libertà accademica’. Il comitato solleva interrogativi circa la partecipazione a progetti governativi di ricerca militare, avvertendo che tali studi potrebbero dare alle autorità una maggiore influenza sulle istituzioni accademiche. Il comitato ha infine invitato le università e gli istituti ad essere cauti circa i programmi di ricerca e li ha esortati a condurre analisi etiche e stabilire delle linee guida per il loro rilascio.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    10/12/2016 10:20:00 GIAPPONE
    La Kansai University dice no al governo: Non faremo ricerca a scopo militare

    L’istituzione privata ha proibito ai propri ricercatori di iscriversi al programma del ministero della Difesa che prevede studi tecnologici in ambito pacifico e militare: “Tutto ciò potrebbe essere usato contro l’umanità senza il benestare degli scienziati”.



    12/11/2014 GIAPPONE
    Tokyo, un uomo si dà fuoco "per protestare contro la cultura della guerra"
    Lo sconosciuto si è ucciso in un parco di Tokyo. Ha lasciato, secondo i media locali, un atto pubblico di accusa contro il governo di Shinzo Abe, colpevole di aver cambiato la Costituzione, e permettendo al Paese di tornare a essere un attore bellico sulla scena mondiale. Una fonte di AsiaNews: "Prudenza, non si sa ancora molto del caso".

    17/05/2013 GIAPPONE
    Tokyo: il premier Abe apre ad un incontro con Kim Jong-un
    Il primo ministro nipponico non esclude la possibilità di un incontro diplomatico diretto con il dittatore nordcoreano. Al centro della dichiarazione è la controversia sui cittadini giapponesi rapiti in Corea del Nord negli anni ’70. Shinzo Abe: “Vogliamo chiarezza”.

    04/05/2013 GIAPPONE
    Tokyo parte dallo Sri Lanka per una nuova politica estera
    Il vice premier giapponese è a Colombo per firmare un accordo bilaterale su infrastrutture e difesa. Intanto, il premier Shinzo Abe è impegnato in un viaggio diplomatico tra Russia e Medio Oriente. Il Giappone inizia a ridefinire in funzione anti-cinese la propria politica estera.

    13/10/2015 THAILANDIA
    Thailandia, i militari nominano nuovi vertici per scrivere la Costituzione
    Meechai Reuchupan è il nuovo presidente del Comitato per la redazione della Costituzione. Sarà affiancato da altri 20 esperti. Il Comitato ha 180 giorni per scrivere la nuova carta fondamentale della Thailandia. I principi che devono essere contenuti nella Costituzione, il sondaggio condotto dall’Università di Bangkok sulle aspettative per le nuove nomine.



    In evidenza

    VATICANO
    Il Papa ai giovani: Memoria del passato, coraggio nel presente, speranza per il futuro



    Diffuso oggi il Messaggio per la 32ma Giornata mondiale della gioventù sul tema “Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente”. Il modello di Maria nel suo incontro con Elisabetta. Rifiutare l’immobilità del “divano” dove starsene comodi e sicuri. Vivere l’esperienza della Chiesa non come una “flashmob” istantanea. Riscoprire il rapporto con gli anziani. Vivere il futuro in modo costruttivo non svalutando “le istituzioni del matrimonio, della vita consacrata, della missione sacerdotale”.


    AFGHANISTAN
    P. Moretti: Le Piccole sorelle di Gesù, per 60 anni “afghane fra gli afghani”



    Hanno vissuto 60 anni al servizio dei bisognosi. Sono rimaste a Kabul sotto l’occupazione sovietica, il controllo dei talebani e i bombardamenti Nato. Rispettate da tutti, anche dai talebani. Questo febbraio è finita la loro esperienza, secondo p. Moretti “una a cui guardare”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®