24/02/2016, 11.43
INDONESIA – EGITTO
Invia ad un amico

Grande imam di Al-Azhar in Indonesia: “Il terrorismo non fa parte dell’islam”

di Mathias Hariyadi

Ahmad Al Thayyeb è in visita in questi giorni nel Paese musulmano più popoloso al mondo. Il presidente indonesiano gli ha chiesto di difendere la visione moderata dell’islam, contro la minaccia radicale. Studiosi musulmani: “Al Thayyeb è una grande autorità, la sua visita vuole rafforzare i legami culturali con Jakarta ed evitare che anche in Indonesia si verifichi il conflitto sciiti-sunniti”. Professore cattolico: “La Chiesa è pronta a sostenere una riforma moderata dell’islam”.

Jakarta (AsiaNews) – “Il terrorismo non è parte dell’islam”. Lo ha detto in un’intervista alla stampa locale Syekh Ahmad Muhammad Ahmad Al Thayyeb, Grande imam e rettore dell’Università Al-Azhar del Cairo, in visita in questi giorni in Indonesia. Accogliendo la più alta autorità sunnita del mondo islamico, il presidente indonesiano Joko Widodo ha chiesto ad Al Tayyeb di difendere il volto migliore e moderato dell’islam. “Il presidente – dice Alwi Shihab, ex ministro degli Esteri – ha chiesto al Grande imam di diffondere la sua visione e i suoi pensieri illuminati alle organizzazioni e comunità islamiche dell’Indonesia”.

Il rettore di Al-Azhar è arrivato nel Paese del sud-est asiatico il 21 febbraio scorso e si fermerà ancora qualche giorno. Ieri ha visitato l’Università statale islamica di Jakarta (Uim) e si recherà anche a quella di Malang (est Java) per accettare una laurea honoris causa. AsiaNews ha interpellato alcune personalità islamiche e cattoliche, che hanno sottolineato le ragioni profonde di questa importante visita.

Al-Azhar, spiega Ali Mushanif, professore di politiche sociali all’università islamica di Syarief Hidayatullah, “è l’icona centrale degli studi islamici nel mondo. Non è la prima volta che il Grande imam di questa prestigiosa università visita l’Indonesia: Muhammad Tantawi venne nel 2006”. “Il motivo principale di questo viaggio – continua il professore – dal punto di vista di Al-Azhar è quello di migliorare la cooperazione dell’educazione con l’Indonesia, che ha già 3500 giovani che studiano lì”. Al Tayyeb ha annunciato che aumenterà a 50 il numero delle borse di studio annuali riservate ai ragazzi indonesiani.

Inoltre, afferma Ali Mushanif, “Al Tayyeb è il riferimento principale delle altre nazioni musulmane quando si ha a che fare con dispute interne all’islam, come la diatriba fra sunniti e sciiti”. Storicamente, continua lo studioso, “Al-Azhar ha avuto sempre una visione moderata del conflitto con gli sciiti, e non è mai giunta a dire che essi sono fuorilegge. Penso però che la visita sia anche un modo per ribadire il predominio dei sunniti. Con più di 200 milioni di musulmani, l’Indonesia è diventata una nazione strategica per mantenere l’unità dell’islam, dove si possono prevenire i sintomi della rivalità tra sunniti e sciiti [che in Indonesia sono meno dell’1%, ndr]. Il Grande imam eccelle nel mantenere il giusto equilibrio fra le parti”.

Per M. Quasim Mathar, dell’Università islamica di Makassar (Sulawesi del sud), il viaggio di Al Tayyeb è importante “non solo perché l’Indonesia è la nazione islamico-moderata più popolata al mondo, ma anche perché essa sta combattendo il fondamentalismo e il radicalismo islamico, che non sono in accordo con le scuole di pensiero diffuse da Al-Azhar”. “Come indonesiano – conclude il professore – spero che questa visita rafforzi i legami tra i musulmani indonesiani ed egiziani, che spesso sono colpiti dagli attacchi violenti dei radicali”.

La riforma in senso moderato dell’islam è l’auspicio anche di Alex Wijoyo, studioso cattolico della religione musulmana. La visita di Al Tayyeb, spiega, “non riguarda direttamente la Chiesa cattolica, ma se ci sarà qualche tentativo di riforma la Chiesa indonesiana lo sosterrà”. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Gesuita indiano: il papa in Egitto farà storia. Una visita per la pace
27/04/2017 15:20
Dhaka, 146 milioni di musulmani festeggiano la fine del Ramadan. Gli auguri della Chiesa
05/06/2019 11:31
Arcivescovo di Lahore: Contro le armi nucleari, scegliamo la pace tra India e Pakistan
16/10/2019 09:06
Patriarca cattolico di Alessandria: La visita di papa Francesco segnerà un rinnovamento della Chiesa in Egitto
25/04/2017 14:54
Papa Francesco in videomessaggio: Caro popolo d’Egitto…
25/04/2017 12:25