29 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  •    - Arabia Saudita
  •    - Bahrain
  •    - Emirati Arabi Uniti
  •    - Giordania
  •    - Iran
  •    - Iraq
  •    - Israele
  •    - Kuwait
  •    - Libano
  •    - Oman
  •    - Palestina
  •    - Qatar
  •    - Siria
  •    - Turchia
  •    - Yemen
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 02/09/2013, 00.00

    SIRIA - VATICANO

    Gregorio III: La Siria e il Medio Oriente uniti in preghiera con Francesco per la pace



    Per il patriarca di Antiochia, la giornata di preghiera indetta dal papa "conferma l'amore di Francesco per questa terra martoriata". In tutte le parrocchie della Siria e del Medio Oriente sono già iniziati i preparativi per la veglia. Pellegrinaggi e messe speciali nei santuari mariani di Saidnaya (Damasco) e del Libano. Le chiese resteranno aperte fino a mezzanotte anche in Siria nonostante i bombardamenti e le azioni di guerra.

    Damasco (AsiaNews) - "La giornata di preghiera annunciata dal papa è un gesto straordinario di pace, che conferma il grande amore di Francesco per questa terra martoriata. Invitiamo tutti, cattolici, ortodossi, musulmani e non credenti a pregare con noi per la pace in Siria e Medio Oriente". È quanto afferma ad AsiaNews Gregorio III Laham, patriarca greco-cattolico di Antiochia, di tutto l'Oriente, di Alessandria e di Gerusalemme dei Melchiti in merito alla Giornata di preghiera per la Siria guidata dal papa che si terrà in tutto il mondo il 7 settembre dalle 19,00 a mezzanotte.

    Il prelato sottolinea che tutte le parrocchie della Chiesa melchita in Medio Oriente e nel mondo hanno già iniziato i preparativi per rispondere all'iniziativa: "In Siria - continua Gregorio III - terremo aperte le nostre chiese fino a mezzanotte, per permettere a tutti (cattolici, ortodossi e musulmani) di pregare. Le veglie si terranno ovunque sia possibile, anche se vi fossero meno 10 persone a parteciparvi".

    L'iniziativa del papa giunge nei giorni in cui Stati Uniti, Francia e Paesi della Lega Araba stanno discutendo i preparativi per un'azione armata in Siria. Per Gregorio III, la vicinanza di Francesco e della Chiesa è fondamentale per tutta la popolazione siriana - cristiana e musulmana - che senza un sostegno rischia di perdere la speranza. Il patriarca spiega che l'8 settembre ricorre la festa della Nascita di Maria, molto sentita in Medio Oriente, soprattutto in Siria e Libano. "Noi ci affidiamo alla Madonna - conclude - al digiuno e alle veglie di preghiera vi saranno celebrazioni speciali nel santuario di Saidnaya (Damasco) e nei vari luoghi di culto mariani sparsi per il Libano". (S.C.)

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    28/08/2013 SIRIA – LIBANO
    Gregorio III: La democrazia si costruisce con la pace. L’attacco Usa è un atto criminale
    Il Patriarca cattolico di Antiochia invita i Paesi occidentali ad ascoltare l’appello del papa. Un’azione armata distruggerà qualsiasi ipotesi di dialogo e riconciliazione futura. I cristiani verranno relegati in un ghetto. Senza di loro non può esistere un islam moderato. La scomparsa dei cristiani è un pericolo per tutto l’occidente e per il mondo arabo.

    18/03/2015 SIRIA - LIBANO
    Gregorio III Laham: Il Libano chiude le frontiere e cresce il dramma dei cristiani siriani
    Il patriarca melchita racconta ad AsiaNews di “moltissimi” sfollati interni in Siria, un problema “ancor più grande” dei rifugiati oltreconfine. Oggi i varchi restano aperti per i cristiani di Hassakeh, vittime dell’offensiva dello Stato islamico. La guerra "origine di tutti i mali". In Quaresima chiese di Damasco gremite di fedeli che pregano per la pace.

    04/02/2016 11:31:00 LIBANO - SIRIA
    Caritas Libano ai Paesi donatori: più degli aiuti, serve fermare la guerra e il traffico di armi

    Presente alla Conferenza di Londra, p. Paul Karam afferma che la prima urgenza è fermare il conflitto. Finora hanno prevalso “gli interessi personali” e a pagare il prezzo è stata “la popolazione civile”. Il Medio oriente è “un vulcano in subbuglio”, bisogna seguire la via della pace tracciata da papa Francesco. 



    03/09/2013 SIRIA - LIBANO - VATICANO
    Intellettuale musulmano: Pregheremo con il Papa per la pace in Siria
    Ridwan Al-Sayyd, professore di islamistica a Beirut, invita la comunità internazionale ad ascoltare le parole del Papa. La Giornata di preghiera per la pace in Siria "un'occasione per aprire le porte a una soluzione pacifica del conflitto. Un'azione armata in Siria farà esplodere una guerra in tutto il Medio Oriente".

    25/02/2017 10:56:00 LIBANO - SIRIA -VATICANO
    Chiesa greco-melchita: pace fatta fra il patriarca Gregorio III e i vescovi “ribelli”

    Conclusione positiva al Sinodo tenuto nei giorni scorsi a Raboué, in Libano. Rientrate le divisioni fra il patriarca e un gruppo di prelati dissidenti sulla gestione del patrimonio. Comunione e carità fraterna hanno prevalso all’interno della comunità. Nell’ottica della riconciliazione, fondamentale la presenza del nunzio apostolico in Siria card. Zenari e del nunzio in Libano, mons. Caccia.





    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



    Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


    VATICANO-CINA
    24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

    Bernardo Cervellera

    Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®