31/03/2021, 14.55
VIETNAM
Invia ad un amico

Hà Tĩnh, dai cattolici un centro per le vittime delle alluvioni

di Paul Nguyen Hung

Il dimissionario mons. Paul Nguyễn Thái Hợp ha celebrato l'inizio dei lavori e la posa della prima pietra. A ottobre nell’area una devastante inondazione ha provocato vittime e danni ingenti. Le autorità comuniste hanno concesso il terreno a titolo gratuito. La struttura potrà essere usata anche come centro giovanile o scolastico.

Hanoi (AsiaNews) - Sotto lo sguardo di mons. Paul Nguyễn Thái Hợp, vescovo dimissionario della diocesi di Hà Tĩnh (nord del Vietnam), sono iniziati nei giorni scorsi i lavori di costruzione della “Nhà Vượt Lũ Cộng Đồng” (Casa per evitare le inondazioni della comunità). Una zona teatro nell’ottobre scorso di devastanti alluvioni, che hanno provocato vittime e danni ingenti alle strutture locali. 

Il vescovo ha celebrato il 13 marzo la messa che ha dato il via ufficiale ai lavori nella comunità di Tiên Nghĩa, appartenente alla parrocchia di Liên Hòa, nel distretto di Liên Hòa. Nella zona scorre il Nguồn Nậy, uno dei principali immissari del fiume Nguồn Nậy. A ogni stagione delle piogge tutta l’area diventa un incubo per gli abitanti, a causa della furia delle acque. 

La comunità cattolica locale è formata da un migliaio di persone, che vivono di pesca, agricoltura e allevamento lungo i fiumi: uno dei contesti più poveri di tutta la diocesi di Hà Tĩnh. 

Fra quanti sono intervenuti durante le alluvioni di ottobre, vi sono gruppi cattolici della diocesi, il vescovo e la Caritas vietnamita, oltre a organizzazioni e volontari locali. Nel corso degli interventi è emersa con chiarezza la necessità di una struttura in mattoni, alta e solida a sufficienza per resistere alle frequenti alluvioni.

Raccogliendo i bisogni della popolazione, mons. Paul Nguyễn Thái Hợp nelle ultime settimane di mandato ha promosso un progetto con la Caritas, che sorgerà proprio all’interno della comunità di Tiên Nghĩa ed è sostenuto anche dall’amministrazione e dalla sezione del Partito comunista di Quảng Tiên e Ba Đồnù. Le autorità hanno concesso a titolo gratuito il terreno per la costruzione del centro per gli alluvionati. E nei periodi di siccità, quando il pericolo di inondazioni è remoto, la struttura può essere sfruttata come aula scolastica, classe per il catechismo o centro giovanile dagli abitanti del villaggio di Tiên Xuân. 

Molti fedeli della diocesi hanno offerto la propria opera a titolo gratuito per favorire la costruzione del centro. Un modo, spiegano, per ringraziare il vescovo. Mons. Paul Nguyễn Thái Hợp ha lasciato per raggiunti limiti di età il 19 marzo scorso. Negli ultimi giorni egli ha presieduto diverse messe di commiato in molte parrocchie della diocesi, così come la solenne concelebrazione eucaristica del 25 marzo, in occasione della festa dell’Annunciazione. Una conferma ulteriore del legame con la comunità e l’impegno a collaborare con il clero locale nel cammino di missione. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Condanna a 14 anni di carcere per il blogger Hoang Duc Binh
06/02/2018 15:22
Governo contro il dissenso: condannati altri quattro attivisti
05/02/2018 12:28
Nghệ An, un processo contro p. Nam: il sacerdote è nel mirino del Partito
04/12/2018 13:09
Vietnam del nord, le diocesi cattoliche in aiuto degli alluvionati
07/08/2018 13:19
Vinh, festa per i disabili in ogni provincia della diocesi
19/11/2018 10:32