26 Giugno 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 30/09/2013, 00.00

    VIETNAM

    Hanoi: in migliaia alla fiaccolata per la liberazione dell’avvocato cattolico Le Quoc Quan

    J.B. An Dang

    Il 2 ottobre è fissata la prima udienza del processo a carico dell’attivista, accusato di frode fiscale. I fedeli hanno esposto cartelli e striscioni in cui chiedono al governo il suo rilascio. Iniziative simili anche a Ho Chi Minh City e Vinh, diocesi natale dell’avvocato. Nei mesi di prigionia non ha potuto incontrare famiglia e legale.

    Hanoi (AsiaNews) - Ieri sera migliaia di cattolici di Hanoi hanno partecipato a una fiaccolata di sostegno e solidarietà per l'avvocato cattolico Le Quoc Quan, in cella da mesi con l'accusa di "frode fiscale"; il prossimo due ottobre l'attivista comparirà davanti ai giudici per la prima udienza del processo, in programma in un primo momento a luglio e cancellata all'improvviso dal tribunale. Per il dibattimento in aula, nelle settimane precedenti si era preparato digiunando e pregando, ma una "indisposizione" all'ultimo minuto del giudice aveva determinato lo slittamento dell'udienza. La parrocchia di Thai Ha (nella foto) era gremita di fedeli, con cartelli e manifesti in cui chiedono al governo vietnamita il "rilascio immediato" del legale in prigione dal dicembre scorso. La maggior parte dei partecipanti alla manifestazione sono giovani studenti delle università e degli istituti superiori di Hanoi, che hanno deciso di sfidare il divieto imposto dalle autorità scolastiche e partecipare comunque alla protesta pacifica.

    Iniziative simili - preghiere e fiaccolate - si sono tenute nella serata di ieri anche a Ho Chi Minh City e a Vinh, teatro di un violento attacco contro il vescovo e i fedeli da parte delle autorità locali e dei media governativi e città natale dell'avvocato cattolico. Le Quoc Quan è pure membro della Commissione di Giustizia e Pace della Conferenza episcopale vietnamita.

    Fra le figure più importanti e significative dell'attivismo cattolico in Vietnam, il legale è stato arrestato da funzionari del governo vietnamita il 27 dicembre 2012 con accuse pretestuose e false di "frode fiscale" Un atto condannato con forza da moltissime associazioni pro-diritti umani di tutto il mondo.

    Il 29 gennaio 2008, nel corso di una protesta alla cattedrale di San Giuseppe ad Hanoi contro l'esproprio degli edifici sede della nunziatura apostolica, egli era intervenuto per salvare una donna Hmong dalle violenze brutali di polizia e militari. La sola colpa della donna della minoranza cristiana era quella di voler portare dei fiori alla statua della Madonna, presente un tempo all'interno della rappresentanza diplomatica. Lo stesso Le Quoc Quan è stato più volte oggetto di percosse e violenze nel corso di manifestazioni di piazza, di perquisizioni e vessazioni psico-fisiche. Fra le più gravi quella del 19 agosto 2012, quando un gruppo di agenti della capitale lo ha fermato alle 8 di sera mentre tornava a casa e colpito più volte, provocando gravi ferite a collo, schiena e ginocchia.

    Infine, il 18 dicembre dello stesso anno egli ha pubblicato sul proprio blog un articolo critico sulla gestione del potere da parte del governo comunista vietnamita, contrario a qualsiasi ipotesi di emendamento della Costituzione che - ad oggi - prevede il dominio del partito unico. Nel pezzo, rilanciato anche dalla Bbc, egli ha scritto che "possono pure mandarmi in prigione, ma non smetterò per questo di credere nel valore dell'essere umano". Nove giorni più tardi, il 27 dicembre, è stato arrestato mentre portava la figlia a scuola. Gli agenti hanno perquisito i suoi uffici, sequestrato documenti e accusato di frode fiscale. Egli è rinchiuso nella prigione di Hoa Lo, senza alcun contatto con la famiglia o il legale; se condannato rischia fino a tre anni di galera e una pesante multa. 

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    28/01/2014 VIETNAM
    Hanoi, processo di appello per il dissidente e avvocato cattolico Le Quoc Quan
    L’udienza in programma il prossimo 8 febbraio. Il legale è stato condannato in primo grado a 30 mesi per “frode fiscale”; in realtà dietro la sentenza vi è il suo attivismo critico verso il Partito comunista e il governo. Le condizioni di salute sarebbero “soddisfacenti”. In cella può leggere solo giornali “ufficiali”, vietata la Bibbia.

    10/10/2013 VIETNAM
    Hanoi, avvocato cattolico incontra i parenti in carcere e annuncia ricorso contro la condanna
    Per la prima volta dall’arresto, nel dicembre 2012, Le Quoc Quan ha potuto parlare “per 30 minuti” con cinque familiari. Egli “non condivide” il verdetto e annuncia il proposito di ricorrere in appello. Dalla cella ha voluto ringraziare cattolici, buddisti e organizzazioni attiviste che lo hanno sostenuto in questi mesi.

    02/10/2013 VIETNAM
    Hanoi: condannato a 30 mesi di carcere l’avvocato cattolico Le Quoc Quan
    Egli dovrà anche pagare una multa di oltre 50mila dollari. Il tribunale lo ha riconosciuto colpevole di evasione fiscale. L’udienza è durata un paio di ore e si è conclusa con la prevista sentenza di condanna. All’esterno migliaia di agenti di polizia e squadristi assoldati dal governo hanno impedito l’ingresso in aula ai sostenitori dell’attivista.

    26/09/2013 VIETNAM
    Libertà religiosa secondo Hanoi: attivisti cattolici a processo, cristiani segregati in casa
    Il 2 ottobre inizia il processo, rimandato a luglio, dell’avvocato cattolico Lê Quôc Quân: per prepararsi ha digiunato e pregato a lungo. Il sostegno di Giustizia e Pace, che chiede la liberazione dell’uomo. Le autorità chiudono in casa la moglie di un pastore mennonita, per impedirle di visitare il marito in cella.

    24/09/2013 VIETNAM - VATICANO
    Vietnam: i vescovi del Nord a sostegno della diocesi di Vinh, nel mirino delle autorità
    In una lettera i prelati confermano la vicinanza al vescovo, ai sacerdoti e ai fedeli vittima di attacchi di media e governo. Appello per la liberazione dei parrocchiani di My Yen e per la libertà religiosa. Tensioni religiose e movimenti cattolici “ufficiali” ostacolo ai dialoghi fra Hanoi e Santa Sede.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Confusione e polemiche per il silenzio del Vaticano sul caso di mons. Ma Daqin di Shanghai

    Bernardo Cervellera

    Per alcuni l’articolo di mons. Ma con cui elogia l’Associazione patriottica, riconoscendo i suoi “errori”, è solo “fango”. Per altri egli si è umiliato “per il bene della sua diocesi”. Molti esprimono perplessità per il silenzio della Santa Sede: silenzio sul contenuto dell’articolo; silenzio sulla persecuzione subita dal vescovo di Shanghai. Il sospetto che in Vaticano si vede bene lo svolgimento del “caso” Ma Daqin che però fa emergere un problema: la Lettera di Benedetto XVI (con cui dichiara l’AP non compatibile con la dottrina cattolica) è abolita? E chi l’ha abolita? Il rischio di una strada di compromessi senza verità.


    CINA - VATICANO
    Mons. Ma Daqin: il testo della sua “confessione”

    Mons. Taddeo Ma Daqin

    Con un articolo pubblicato sul suo blog, il vescovo di Shanghai, dimessosi dall’Associazione patriottica quattro anni fa, sembra “confessare” il suo errore e esalta l’organismo di controllo della Chiesa. Riportiamo qui il testo quasi integrale del suo intervento. Traduzioni dal cinese a cura di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®