17/11/2006, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

Himachal Pradesh, verso il varo di una legge anti-conversione

di Nirmala Carvalho

La Chiesa indiana è preoccupata per questa decisione, che consuma la laicità dello Stato. La Conferenza episcopale ricorda l'impegno sociale cattolico, non finalizzato a conversioni forzate e da sempre al servizio di tutti.

Shimla (AsiaNews) – Il governo dello Stato settentrionale dell'Himachal Pradesh "ha intenzione di valutare con molta attenzione l'introduzione di una legge anti-conversione" proposta dalle fazioni nazionaliste perché la fede "è una materia che riguarda la libera scelta, non la coercizione".

Lo ha dichiarato ieri Virbhdadra Singh, capo del consiglio dei ministri statali, che ha aggiunto: "Vogliamo esplorare tutte le possibilità e condurre allo stesso tempo uno studio per analizzare ogni aspetto della questione".

Per la Chiesa indiana "è preoccupante che un altro Stato dell'Unione indiana, che è sempre stata di stampo laico, stia cercando di attuare una legge anti-conversione". L'arcivescovo Stanislaus Fernandes, segretario generale della Conferenza episcopale indiana, dice ad AsiaNews: "Oltre alla proposta di legge, preoccupa il fatto che il ministero sociale della Chiesa venga analizzato e guardato con sospetto".

Il prelato spiega che "per oltre un secolo, la Chiesa è stata coinvolta in maniera attiva per i poveri e gli emarginati di questa società e li ha aiutati in campo sanitario, educativo e sociale. Mai prima di ora queste attività erano state messe in dubbio".

Il riferimento di mons. Fernandes è alle accuse mosse dai nazionalisti indù, che puntano il dito contro le attività sociali della Chiesa, definite "campi di conversione forzata, che avviene attraverso la frode".

I vari governi, riprende l'arcivescovo, "sembrano non capire che la conversione è opera dello Spirito Santo e che la Chiesa è semplicemente al servizio di tutti, senza distinzione di caste o credo. E' proprio la Chiesa la prima ad essere contro le conversioni forzate, ma come discepoli di Cristo siamo da sempre sostenitori della libertà di coscienza ed individuale".

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Leader musulmano difende i cristiani dell’Himachal Pradesh
15/01/2007
Himachal Pradesh, “inutile e politica” la legge anti-conversione
22/02/2007
Rajasthan, organizzazioni cristiane contro l'approvazione della legge anti-conversione
19/04/2006
India, il governo "pubblichi i dati sulle conversioni e sugli attacchi ai cristiani"
25/05/2006
India, "riconvertiti" all'induismo 500 tribali cristiani
16/03/2006