21/06/2021, 08.56
HONG KONG-CINA
Invia ad un amico

Hong Kong: salta la marcia per la democrazia del primo luglio

Sarebbe la prima volta dal suo lancio nel 2003. Gli organizzatori del Civil Human Rights Front sono nel mirino della polizia. La Lega dei socialdemocratici pensa a stand nelle strade per chiedere la liberazione dei detenuti politici. Il quotidiano indipendente Apple Daily rischia di chiudere tra qualche giorno.

Hong Kong (AsiaNews) – La tradizionale marcia del Primo luglio non si terrà quest’anno: sarà la prima volta dal suo lancio nel 2003. Lo ha dichiarato ieri il coordinatore ad interim del Civil Human Rights Front, organizzazione ombrello che raccoglie diverse formazioni democratiche. Chung Chung-fai ha sottolineato che la decisione è stata presa a causa della situazione politica della città: per il Fronte sarebbe difficile ottenere l’autorizzazione al corteo, dato che la polizia l’accusa di essere un gruppo “non registrato”.

Il coordinatore del Civil Human Rights Front, Figo Chan, si trova ora in carcere. Deve scontare una pena di 18 mesi per aver organizzato una manifestazione anti-governativa il primo ottobre 2019.

Neanche le misure restrittive per il Covid-19 e il varo della legge sulla sicurezza nazionale avevano bloccato lo svolgimento della marcia. Lo scorso anno migliaia di persone hanno sfidato i divieti sfilando per le strade della città.  La prima marcia, il primo luglio 2003, aveva radunato 500mila persone: era contro una legge anti-sovversione proposta dall’esecutivo cittadino di Tung Chee-hwa.

Chung ha chiesto ai cittadini di trovare altre forme di protesta il primo luglio. La Lega dei socialdemocratici ha detto che discuterà con altri gruppi democratici la possibilità di svolgere la marcia. Una soluzione alternativa è quella di allestire degli stand nelle strade dove promuovere le richieste del fronte democratico, tra cui la liberazione di tutti i prigionieri politici.

Nel frattempo un collaboratore del magnate pro-democrazia Jimmy Lai ha rivelato che Apple Daily rischia di chiudere nel giro di pochi giorni per mancanza di fondi. Lai, proprietario del quotidiano indipendente, è in prigione; le autorità hanno congelato il 70% delle sue azioni di Next Digital, la holding che pubblica la testata. Il 17 giugno La polizia per la sicurezza nazionale ha arrestato cinque dirigenti del giornale, compreso il direttore capo Ryan Law. Lo stesso giorno le autorità hanno bloccato asset di Apple Daily per 18 milioni di dollari HK (1,9 milioni di euro). Subito dopo gli arresti Next Digital ha sospeso gli scambi in Borsa.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Mong Kok, quasi 300 arresti nel giorno delle elezioni cancellate
07/09/2020 08:19
Legge sulla sicurezza: addio alla libertà di stampa (Video)
13/08/2020 12:28
Hong Kong: Carrie Lam annuncia nuova stretta sulla sicurezza nazionale
16/07/2021 12:11
Attivisti in esilio: l’Onu indaghi sulla violazione dei diritti umani a Hong Kong
02/07/2021 12:42
Hong Kong: promossi i vertici della sicurezza nazionale
25/06/2021 12:46