24/04/2008, 00.00
OMAN
Invia ad un amico

I "più felici" del Medio oriente vivono in Oman

Secondo una recente ricerca condotta nell’area mediorientale risulta che nel sultanato risiede la percentuale di cittadini che si dicono maggiormente soddisfatti del proprio livello di vita. Matrimonio, amicizie e carriera i fattori chiave nella ricerca della felicità.

Muscat (AsiaNews/Agenzie) – La popolazione dell’Oman è la più felice di tutta l’area mediorientale. Lo rivela una ricerca elaborata da Maktoob Research – uno dei più importanti siti internet del mondo arabo – nello scorso mese di marzo, su un campione di 7434 cittadini di diverse nazionalità. Dai dati emerge che in Oman risiede la percentuale di persone che si dichiarano maggiormente felici con il 61% del totale, seguite da Arabia Saudita (57%), Qatar (56%), Bahrain (54%), Kuwait (53%), Emirati Arabi (52%), Giordania (47%), Egitto e Siria (46%), Marocco (44%) e Libano (35%).

Gli studi effettuati evidenziano che una sensazione di benessere e felicità può migliorare la qualità della vita: le persone felici godono di salute fisica e psichica, possiedono un sistema immunitario più resistente, vivono più a lungo, hanno maggiori energie e usano meglio la propria intelligenza. Benefici, questi, che si riflettono anche nel mondo del lavoro apportando una maggiore creatività, produttività, migliori salari e numerosi vantaggi a livello sociale fra i quali una larga cerchia di amici e un matrimonio felice.

La ricerca ha inoltre evidenziato alcuni fattori chiave nel determinare una maggiore – o minore – sensazione di benessere e felicità: innanzitutto essi variano a seconda dei Paesi presi in esame, ma i principali sono l’ottimismo, un matrimonio soddisfacente, l’amicizia, la salute, un forte senso religioso, prosperità economica e un lavoro gratificante. Fra i motivi di insoddisfazione, di contro, l’elevato costo della vita, un salario insufficiente o la disoccupazione, una presenza fisica sgradevole, vita familiare infelice, mancanza di amicizie e una sensazione diffusa di incertezza nel futuro.

Dalla ricerca emerge che la percentuale di maschi e femmine che si dichiarano felici è la stessa (49%), mentre il 19% degli uomini e il 17% delle donne si dicono infelici. Prendendo in esame l’età, infine, risulta che i più felici sono le persone dai 46 anni in su con un dato del 59%, mentre fra i giovani dai 18 ai 35 anni “solo” il 47, 5% dichiara di essere soddisfatto della propria condizione.

Di seguito le località in cui il livello di benessere dei cittadini risulta maggiore per ogni singolo Paese: Manama in Bahrain (67%), Suez in Egitto (56%), Zarqa in Giordania (51%), Kuwait City in Kuwait (56%), Tyre in Libano (50%), Tangier in Marocco (56%), Doha in Qatar (58%), Medina in Arabia Saudita (83%) e Damasco in Siria (48%); Al Ain, Fujairah e Umm al Quwain sono le città più “felici” degli Emirati Arabi con un dato pari al 56% della popolazione. Eccezionale il risultato in Oman, dove l’88% dei cittadini di Buraimi ha dichiarato di essere soddisfatto della propria condizione.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
La rivolta dei gelsomini scuote il Golfo. Due morti in Oman
28/02/2011
Dai rifiuti di Manila sorgerà la prima chiesa ecologica del mondo
19/12/2006
Oman, capi politici e religiosi per l’ultimo saluto al sultano Qabus. Dal successore continuità
13/01/2020 11:40
I cristiani del Vicino Oriente e l’ideologia islamista
14/09/2011
Vescovo di Tiro: Cristiani in Libano divenuti minoranza nel loro Paese
16/02/2010