22 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 28/07/2016, 08.44

    IRAN

    Il 19 maggio 2017 elezioni presidenziali. I rischi per Rouhani



    Il presidente è amato dagli iraniani per aver sbloccato i rapporti con la comunità internazionale. Ma le frange conservatrici mostrano i pochi benefici ricevuti. L’economia iraniana è ancora bloccata grazie agli Usa, che mantengono l’embargo sull’uso del dollaro nelle transazioni finanziarie.

    Teheran (AsiaNews) – Il Consiglio dei Guardiani ha annunciato che il prossimo anno le elezioni presidenziali si terranno il 19 maggio. Hassan Rouhani, l’attuale presidente moderato, cercherà di avere un altro mandato.

    Rouhani è riuscito a varare un accordo con le grandi potenze per frenare il programma nucleare iraniano e avere in cambio la cancellazione delle sanzioni economiche e finanziarie. La popolazione lo stima perché in questo modo l’Iran viene ad essere parte integrale della comunità internazionale. Ma le frange conservatrici – ayatollah e Guardie della rivoluzione – cercano proprio di evitare maggiori contatti e aperture fra il Paese e il resto del mondo, nel tentativo di mantenere il controllo sul Paese, sui monopoli economici e sul contrabbando.

    Per questo essi puntano il dito ai problemi ancora esistenti dopo la firma dell’accordo, mostrando che l’Iran ha tratto solo pochi benefici.

    A dar man forte – in modo indiretto – agli ayatollah vi sono gli Stati Uniti che tuttora bloccano l’uso del dollaro Usa in ogni transazione economica dell’Iran, mettendo in stand-by la valanga di contratti economici che l’Iran ha firmato nei mesi scorsi con Paesi europei e asiatici.

    Se Hassan Rouhani non venisse rieletto il prossimo anno, sarebbe il primo presidente iraniano a non godere di un secondo mandato.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    13/11/2015 IRAN-ITALIA
    Rouhani apre all’Europa, ma deve vedersela coi nemici in casa
    Da domani il presidente iraniano visita l’Italia e la Francia. Le critiche di Israele e dei gruppi per i diritti umani. L’Iran vuole riaprire la sua collaborazione con la comunità internazionale e ridare fiato alla sua economia. Guardie della rivoluzione e ayatollah conservatori frenano. Arrestati giornalisti per "infiltrazione" e "spionaggio". I giovani si allontanano dall’islam.

    04/01/2018 08:50:00 IRAN
    Teheran: i Pasdaran dichiarano la ‘fine della rivolta’, ma resta la tensione

    Il gen. Ali Jafari plaude alla “sorveglianza del popolo” che ha portato alla sconfitta dei nemici. E accusa monarchici, anti-rivoluzionari e forze “nemiche” esterne all’Iran. Ma in alcune città restano focolai di tensione. Trump continua a soffiare sul fuoco della rivolta e promette sostegno “al momento giusto”.

     



    03/01/2018 11:35:00 IRAN
    Decine di migliaia di iraniani in piazza a difesa del governo. Nuove vittime e arresti

    Imponenti marce  contro gli Usa e fedeltà alla leadership. Il bilancio delle vittime delle proteste sale a 23 morti e 450 arresti. Khamenei: “Nemici” esterni che vogliono fomentare il caos e colpire le istituzioni. Zarif: Sicurezza e stabilità dipendono dagli iraniani, liberi di “protestare e votare”. Povertà e disoccupazione i motivi fondamentali delle manifestazioni.

     



    02/01/2018 09:33:00 IRAN
    Continuano le manifestazioni in molte città iraniane. Ucciso un poliziotto

    Da cinque giorni si susseguono dimostrazioni. A tema le difficoltà economiche, la disoccupazione giovanile, l'aumento dei prezzi, ma anche critiche al governo e alla corruzione del regime. Rouhani: Sì alle critiche, no alle violenze. Per le Guardie della Rivoluzione i dimostranti sono sostenuti dall'estero. Le reazioni negli Usa, in Israele, in Arabia saudita. Russia: Un affare interno.



    15/05/2017 08:34:00 IRAN
    Gli ayatollah remano contro la democrazia delle elezioni presidenziali

    Il prossimo 19 maggio l’Iran sceglie il suo presidente. Ma il potere rimane sempre nelle mani dell’ayatollah Khamenei e dei Guardiani della Costituzione. La popolazione e soprattutto i giovani vogliono riforme e aperture verso il mondo.





    In evidenza

    BANGLADESH
    Snehonir, la ‘Casa della Tenerezza’ per disabili (Foto)



    La struttura nasce 25 anni fa dall’opera delle suore Shanti Rani e dei missionari Pime. A Rajshahi accoglie disabili mentali e fisici, sordomuti, ciechi, orfani, poveri, abbandonati. “Il principio-guida è avviarli alla vita”.


    COREA
    L’abbraccio delle atlete della Corea unita, sconfitte in gara, ma ‘prime’ nella storia



    Oggi hanno perso l’ultima partita conto la Svezia e sono finite al settimo posto. Le lacrime per l’imminente separazione. L’orgoglio della coach canadese: “I politici hanno preso la decisione esecutiva. Le nostre giocatrici e il nostro staff sono quelli che l'hanno fatta funzionare”. Atleta sudcoreana: spero che il nostro Paese sia fiero di noi: era una cosa più grande dell’hockey.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®