19 Gennaio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  •    - Mongolia
  •    - Russia
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 27/07/2016, 17.15

    EGITTO-ISLAM-FRANCIA

    Il Grande Imam di Al Azhar condanna l’uccisione di p. Jacques Hamel in Francia

    Pierre Balanian

    Ahmad Al Tayyeb offre condoglianze al presidente francese, all’arcivescovo di Rouen, ai familiari delle vittime e a tutta la Francia. Gli assalitori “privi di qualunque senso di umanità”. L’islam “ordina di rispettare i luoghi sacri e di culto e la sacralità dei non-musulmani”. Fronteggiare il terrorismo anche combattendo “il pensiero estremista” nella religione islamica.

    Il Cairo (AsiaNews) Il Grande Imam di Al Azhar, Ahmad Al Tayyeb, la più alta dignità islamica del mondo islamico sunnita, ha condannato poche ore fa “l’attacco terroristico avvenuto nella chiesa di Saint Etienne nei pressi della città di Rouen nel nord-est della Francia, che ha causato la morte del sacerdote ed il ferimento di altri durante un’incursione in chiesa e la presa di ostaggi”.

     “Coloro che hanno compiuto questo selvaggio attacco” – ha continuato – sono privi “di qualunque senso di umanità e di tutti i valori ed i principi di tolleranza islamica, che invitano alla pace ed alla prevenzione del sangue degli innocenti, senza distinzione alcuna di religione, colore, genere o appartenenza etnica”. Egli ha sottolineato che l’Islam “ordina di rispettare i luoghi sacri e di culto e la sacralità dei non- musulmani”.

    Il Grande Imam di Al Azhar si appella affinché “si intensifichino gli sforzi e le iniziative comuni per fronteggiare il cancro del terrorismo, che minaccia ormai il mondo intero, distrugge anime innocenti e mette a rischio la pace mondiale”.

    Egli ha confermato che la Moschea di Al Azhar continuerà “il proprio cammino di lotta contro il pensiero estremista riformando il lessico usato in religione fino a quando il terrorismo non verrà strappato definitivamente dalle sue radici e saranno prosciugate le sue fonti”.

    Al Tayyeb ha infine espresso “le proprie condoglianze sincere al Presidente della repubblica francese François Hollande, all’arcivescovo di Rouen Mgr. Dominique Lebrun ed ai familiari delle vittime” cosi come ha esteso il suo dolore “all’intero popolo francese amico”.

    L’Imam di Al Azhar ha incontrato papa Francesco in Vaticano lo scorso maggio, dopo alcuni anni di rapporti freddi (v. foto).

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/07/2016 14:43:00 FRANCIA-ISLAM
    Il dolore dei musulmani per la morte di p. Jacques Hamel, contro la “malattia dell’islamismo”

    Fra i musulmani francesi domina la condanna del gesto “vile e barbaro” che ha ucciso il sacerdote di Saint-Etienne-du-Rouvray, e si chiede vigilanza perché l’islam non sia “ostaggio” dell’islamismo. Da tempo Daesh predica che sia distrutta la “zona grigia” in cui i musulmani si incontrano con gli occidentali, negando la possibilità di ogni dialogo e coesistenza fra islam e occidente e fra islam e cristiani.



    28/07/2016 11:59:00 FRANCIA-ISLAM
    Identificato il secondo terrorista che ha ucciso p. Jacques Hamel: un giovane di 19 anni

    Il giovane aveva tentato di andare i Siria a combattere con lo Stato islamico. In un video, Abdel Malik Nabil Petitjean e Adel Kermiche, i due terroristi, giurano fedeltà al “califfo” Abu Bakr al Baghdadi. Rappresentanti religiosi in Francia: No alla guerra di religione. Intellettuali musulmani: Per sconfiggere l’Isis, garantire libertà religiosa alle comunità non musulmane nei Paesi islamici. Altri chiedono la revisione delle alleanze con Arabia saudita, Emirati, Qatar, Kuwait, Turchia, sostenitori del jihadismo wahabita e indiretti sostenitori dello Stato islamico.



    03/10/2016 08:35:00 FRANCIA-ISLAM
    Riapre la chiesa di p. Jacques Hamel. In via eccezionale, si apre il suo processo di beatificazione

    Era stata chiusa dal giorno dell’assassinio del sacerdote ad opera di due giovani jihadisti. Una cerimonia riparatrice guidata dall’arcivescovo di Rouen, seguita dalla messa.  Papa Francesco ha acconsentito alla richiesta dei fedeli di accelerare il processo di beatificazione. Alla cerimonia erano presenti anche membri della comunità musulmana locale.



    06/09/2016 12:03:00 ISLAM-CECENIA-A. SAUDITA
    Conferenza di Grozny: Il wahhabismo escluso dalla comunità sunnita. L’ira di Riyadh

    Circa 200 personalità musulmane da Egitto, Russia, Siria, Sudan, Giordania, Europa rifiutano la dottrina dell’Arabia saudita. Un programma di riforma: una catena televisiva (in alternativa ad al Jazeera), un centro “scientifico” per condannare le interpretazioni fondamentaliste, borse di studio per studenti. L’apprezzamento di p. Samir Khalil. Lo studioso Kamel Abderrahmani: Non c’è differenza fra sunnismo e wahhabismo.



    03/08/2016 08:47:00 ISLAM-EUROPA
    Cristiani e musulmani in preghiera. Il futuro dell’islam di fronte alla deriva jihadista

    La condivisione e la preghiera fra cristiani e musulmani è la via per sconfiggere la violenza e il nichilismo delle frange fondamentaliste. Gli integralisti sono musulmani? Essi compiono tutto ciò che non è islamico: uccidere vecchi, bambini, distruggere luoghi di culto. Eppure si fregiano di frasi del Corano e dell’aura di giustizieri, sfruttando una lettura letteralista del Corano. Per i musulmani è tempo di lanciare un’interpretazione teologica del libro sacro. Da Paolo Nicelli, missionario Pime docente ed esperto di islam.





    In evidenza

    CINA - VATICANO
    I nuovi leader all’Assemblea dei cattolici: dominano la vecchia guardia e i vescovi illegittimi

    Elizabeth Li

    Riconfermati Ma Yinglin e Fang Xingyao a presidenti del Consiglio dei vescovi e dell’Associazione patriottica rispettivamente. Sempre esaltati i principi di indipendenza, autonomia, autogestione e sinicizzazione. Nessun “segnale positivo” come sperato dal Vaticano.


    CINA-VATICANO
    All’Assemblea dei rappresentanti cattolici cinesi si loda “indipendenza e autonomia”

    Bernardo Cervellera

    All’incontro sarebbero presenti 59 vescovi, oltre al direttore dell’amministrazione statale per gli affari religiosi e membri del Fronte unito. I futuri cambi nella leadership del Consiglio dei vescovi e dell’Associazione patriottica. Nell’osanna all’autonomia (dalla Santa Sede) un segnale non positivo. Il Global Times ribadisce le precondizioni per il dialogo. Una Chiesa di Stato. Le critiche del card. Joseph Zen e di Giustizia e Pace di Hong Kong. Una cattolica: Questa assemblea è uno schiaffo in faccia al Vaticano.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®