22 Settembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 24/03/2005, 00.00

    CINA

    Il boom economico cinese e l'inquinamento di laghi e fiumi



    Shanghai (AsiaNews/Agenzie) – La Cina non ha più acque pulite. L'allarme è stato lanciato dall'agenzia statale Xinhua. Il boom economico e la mancanza di legislazioni ambientali hanno ridotto le maggiori fonti d'acqua cinesi a fogne: uno degli esempi più evidenti è il fiume Yangtze, lungo 2.163 chilometri. Ogni anno le industrie vi gettano circa 26 miliardi di tonnellate di rifiuti. Di questa acqua, solo il 10 % viene depurato, mentre il resto, anche se gravemente inquinato, viene bevuto dai contadini della zona. La popolazione rurale, che non ha alternative all'acqua dei fiumi, è la più colpita dall'inquinamento. Fonti statali riportano che più di un terzo della popolazione delle campagne cinesi, circa 360 milioni di persone, non ha accesso ad acqua pulita.

    Sempre secondo fonti ufficiali, più del 70 % di laghi e fiumi risultano pesantemente inquinati, e solo il 47 % delle acque è potabile. Anche nelle città la situazione è grave: più di 100 città hanno risorse d'acqua definite "inadeguate".

    Un'agenzia di monitoraggio statale ha rilevato tracce di fluoro, arsenico e solfato di sodio nella composizione delle acque, tutti materiali altamente tossici. A causa di questi elementi, il 35% delle acque cinesi non può essere assolutamente bevuta perché condurrebbe a morte per avvelenamento. Studi dimostrano che alti livelli di arsenico nelle acque possono provocare il cancro.  

    Wang Shucheng, ministro delle Risorse d'acqua, ha detto: "Centinaia di migliaia di cittadini cinesi sono colpiti da malattie dopo aver bevuto acqua contenente questi elementi".

    L'ufficio per l'amministrazione statale Protezione ambiente (Sepa) ha condotto un'inchiesta sullo stato degli impianti di depurazione delle acque in Cina. L'ufficio ha denunciato che i lavori di più di un terzo delle installazioni di depurazione delle falde acquifere che compongono il Progetto per la diversione idrica Nord Sud sono stati rinviati per vari motivi. Il Progetto prevede il trasporto di 8,9 miliardi di metri cubi di acqua ogni anno dal fiume Yangtze alla città di Tianjin ed alla provincia dello Shandong, nel nord del Paese.

    La prima fase del Progetto dovrebbe concludersi nel 2007 ma, se le installazioni per la depurazione non saranno pronte all'apertura della linea idrica, questa diverrà un'imponente cloaca a cielo aperto. Oltre ai ritardi sulla depurazione del Progetto Nord Sud, l'amministrazione statale non ha ancora terminato i progetti per i fiumi Huai, Liao e Hai. Per prevenire il disastro ecologico, la Sepa ha avvertito tutti gli uffici statali di stanziare i fondi e completare la costruzione degli impianti di depurazione nei tempi previsti. La Sepa denuncerà ai media eventuali frodi ai danni dello Stato.

     Ieri, il Consiglio di Stato, presieduto da Wen Jiabao, ha approvato un piano per provvedere acqua potabile nelle aree rurali per l'annata 2005-2006.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/01/2007 CINA
    Il governo: acqua potabile per 32 milioni di contadini, ma a non averla sono 10 volte di più
    L’acqua potabile promessa per il 2010, ma sono oltre 320 milioni a non averla e 190 milioni a bere acqua tossica. Gli interventi di Pechino ostacolati dall’inquinamento industriale e dalla scarsa collaborazione dei governi locali, più attenti alla crescita economica che all’ambiente. In pericolo il mare Bohai. Quarta parte del dossier sull’inquinamento.

    19/01/2007 CINA
    Scarichi industriali e costruzioni sulle coste: morte di un mare
    Miliardi di tonnellate di rifiuti liquidi e solidi stanno uccidendo l’interno mare Bohai. Le autorità spendono decine di miliardi per pulire il mare, ma programmano di coprire le coste con altre fabbriche e porti. Terza parte del dossier sull’inquinamento.

    17/04/2007 CINA
    Wen Jiabao: il Paese rischia di non produrre quanto occorre per sfamarsi
    Diminuiscono le terre coltivate, assorbite da costruzioni e zone industriali o troppo inquinate. Secondo il governo la Cina non è quasi più in grado di produrre quanto mangia. Esperti: il grave inquinamento rende la situazione più grave dei dati ufficiali.

    12/05/2005 CINA
    Cina, l'inquinamento del fiume Pearl è "preoccupante"
    Gli impianti di depurazione vengono costruiti solo ad uso delle grandi città mentre i contadini devono usare l'acqua inquinata. Secondo dati ufficiali il fiume getta in mare oltre 133 mila tonnellate di rifiuti l'anno.

    14/04/2005 CINA
    Cina, 60 mila protestano contro l'inquinamento delle terre

    I dimostranti di Huaxi minacciano di non cedere finché il governo non sposterà le industrie chimiche che distruggono le campagne.





    In evidenza

    GIAPPONE-VATICANO
    Mons. Kikuchi: In sintonia col papa e il card. Filoni per la missione in Giappone

    Tarcisio Isao Kikuchi

    Il vescovo di Niigata e presidente di Caritas Japan commenta a caldo il messaggio papale inviato ieri ai vescovi del Giappone. Le tappe del viaggio del card. Filoni, che toccherà anche Fukushima. Rimane ancora “irrisolta” la questione del rapporto con il Cammino neocatecumenale.


    VATICANO-GIAPPONE
    Papa ai vescovi giapponesi: Siate sale e luce della società, anche andando contro-corrente



    In occasione della visita pastorale del card. Fernando Filoni, Prefetto di Propaganda Fide, nel Paese del Sol levante, papa Francesco spinge i vescovi e la Chiesa giapponese a rinnovare il loro impegno missionario nella società, segnata da suicidi, divorzi, formalismo religioso, povertà materiale e spirituale. La richiesta di collaborare coi movimenti ecclesiali, forse in memoria delle polemiche passate con il Cammino neocatecumenale.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®