15/07/2010, 00.00
CINA - VATICANO

Il nuovo vescovo di Yulin (Yanan) ha un dottorato in teologia preso a Roma

di Zhen Yuan
Mons. Yang è stato ordinato vescovo coadiutore con l’approvazione della Santa Sede. Presenti nove prelati, tutti in comunione col papa. Il neo-ordinato è vice-rettore del seminario di Xian. La popolazione della diocesi è in maggioranza contadina, dispersa sugli altopiani del nord Shaanxi. Yanan ha un glorioso passato comunista: alla fine della Lunga Marcia, è stata per molto tempo il centro della rivoluzione.
Yanan (AsiaNews) – Mons. Giovani Battista Yang Xiaoting, 46 anni, vescovo coadiutore di Yulin (Yanan, Shaanxi) è fra i primi nuovi vescovi con dottorato in teologia. In più, il suo è stato acquisito presso la Pontificia Università Urbaniana a Roma, a pochi passi dal Vaticano.
 
Mons. Yang è stato ordinato ieri con l’approvazione della Santa Sede e l’approvazione del governo cinese. La cerimonia è avvenuta nel cortile della chiesa di Xiaoqiaopan (contea di Jinbian) a 130 km da Yanan e ha attratto più di 6 mila cattolici, 110 preti e 80 suore.
 
Tutti i nove vescovi presenti all’ordinazione sono della Chiesa ufficiale e in comunione con la Santa Sede. Il vescovo consacrante è stato mons. Luigi Yu Runchen (Hanzhong); gli altri due consacranti sono mons. Dang Mingyan (Xian) e mons. Han Yingjin (Sanyuan). L’ordinario di Yulin, mons. Tong Hui, 76 anni, che ha subito una paralisi nel marzo 2009, ha concelebrate alla messa solo per breve tempo, ritirandosi a un certo punto a causa della salute instabile.
 
Altri vescovi che hanno concelebrato sono: mons. Tong Changping di Weinan; mons. Han Jide di Pingliang, mons. Li Jing di Ningxia; mons. Zong Huaide di Sanyuan; mons. Huo Cheng di Fenyang.
 
Il neo-ordinato, 46 anni, è vice rettore al seminario di Xian e ha detto ad AsiaNews che egli vuole mettere al primo posto l’unità e la formazione alla fede per sacerdoti e fedeli, la cui maggioranza proviene dalle campagne della regione del nord Shaanxi.
 
Mons. Yang proviene dalla diocesi di Zhouzhi e conosce la sua nuova diocesi solo da settimane. Dal mese scorso egli ha già visitato il 70% delle 40 parrocchie, raccogliendo idee e prospettive per il lavoro futuro.
 
“La vita della Chiesa nelle campagne – spiega – è piuttosto diversa da quella nelle città. I cattolici sono dispersi in vaste aree e per la maggior parte risiedono sulle montagne. I sacerdoti di solito visitano i villaggi amministrando i sacramenti. Solo il 10% frequenta la chiesa in modo assiduo”.
La diocesi di Yulin ha 60 mila fedeli, serviti da 21 sacerdoti e 29 suore.
 
Mons. Yang è famoso perché è il primo sacerdote cinese ordinato dopo la riapertura dei seminari negli anni ’80. Egli ha poi passato una diecina di anni all’estero per studi, ottenendo un dottorato nel 1999.
 
Nato nel 1964 da una famiglia cattolica della contea di Zhouzhi, mons. Yang ha frequentato il seminario di Zhouzhi negli anni 1984-1989. È divenuto sacedote nel ’91, mentre frequentava una università dello Shaanxi. Nel ’93-99 ha studiato a Roma, presso la Pontificia Università Urbaniana prendendo la licenza e il dottorato in teologia. Nel 2002 egli ha conseguito un master in religione e sociologia, preparandosi al dottorato nella Catholic University of America a Washington DC.
 
Ritornato a Zhouzhi, ha lavorato in parrocchia e ha fondato un Centro per la formazione e la ricerca. Attualmente è vice-rettore nel seminario di Xian e decano degli studi. “Continuerò a insegnare in seminario – afferma – ma dovrò fare più attenzione alle questioni della diocesi”.
 
A Yanan il cattolicesimo è arrivato nel 1911 grazie ai francescani spagnoli. Nel 1924 è stato eretto il vicariato apostolico e nel 1946 Yanan è divenuta diocesi. La diocesi ha cambiato nome (da Yanan a Yulin) 17 anni fa.
 
Yanan è uno dei luoghi storici più famosi del comunismo cinese, quasi al termine della Lunga Marcia e per molto tempo il centro delle attività rivoluzionarie. Essa è stata proclamata una città di importanza storica e culturale nel 1982. Anche la chiesa di Qiaoergou, un tempo usata dai leader comunisti per i loro raduni, è stata messa fra i monumenti illustri della città.
 
I passati vescovi di Yulin (Yanan) sono stati il francescano Caelestinaus Aparicio Ibanez (1924-1949); Li Xuande (1951-1972); Wang Zhenye (1991-1999).
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Ningbo: 51 arresti per le proteste della popolazione contro l'inquinamento
30/10/2012
E’ morto mons. Francesco Tong Hui, vescovo emerito di Yulin
28/10/2016 11:34
Zhouzhi: rilasciato mons. Wu Qinjing. Ora è in ospedale
20/09/2006
Dopo 10 anni dalla sua ordinazione, mons. Martin Wu si installa come vescovo di Zhouzhi
10/07/2015
Il governo cinese riconosce il vescovo di Handan. Nessun vescovo illecito alla cerimonia
16/11/2017 11:36