2 Luglio 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 21/11/2005
giordania
Il terrorista Zarqawi ripudiato e condannato dalla famiglia

I membri della sua tribù rinnovano la loro fedeltà a re Abdullah II. Fonti di AsiaNews ad Amman: "Dopo gli attacchi, rafforzato sentimento di unità nazionale e fiducia, nella nazione e nel re".



Amman (AsiaNews) – Con una lettera aperta pubblicata ieri sui quotidiani nazionali, i membri della famiglia di Abu Musab al-Zarqawi hanno ripudiato il leader di al-Qaeda in Iraq condannando le sue attività terroristiche.

Nella lettera – mezza pagina di lunghezza sui 3 maggiori giornali giordani – 57 membri della tribù al-Khalayleh, fra cui un fratello ed un cugino di Zarqawi, hanno rinnovato la loro fedeltà al re Abdullah II ed hanno sottolineato di aver rotto ogni rapporto con il terrorista "fino al giorno del giudizio".

Il messaggio è apparso dopo la rivendicazione da parte del gruppo di Zarqawi degli attacchi che il 9 novembre hanno colpito 3 grandi hotel della capitale giordana, uccidendo 58 persone e ferendone più di 90, e dopo le minacce contro il re contenute in un messaggio audio reso noto venerdì scorso.

Rivolgendosi ad Abdullah II, Zarqawi ha detto: "La tua stella si sta affievolendo. Non sfuggirai al tuo destino, sei un discendente di traditori. Riusciremo a prendere la tua testa e tagliartela".

Fonti di AsiaNews in Giordania affermno che gli attacchi del 9 novembre non hanno diviso la popolazione "la prima reazione è stata invece quella di compattarsi sotto la leadership". "In maniera spontanea si è rafforzato un sentimento di unità nazionale e di lealtà, di vero patriottismo e di fiducia, nella nazione e nel re".


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
23/06/2006 iraq
Con al-Masri cambierà la strategia di Al Qaeda in Iraq
15/09/2005 iraq
Zarqawi dichiara "guerra totale" agli sciiti
08/06/2006 iraq
"Speranza di pace", per il patriarca Delly, dalla fine di Al Zarqawi e dal nuovo governo
25/02/2005 iraq
Vescovo iracheno: L'Iraq sconfigge i terroristi
04/02/2015 GIORDANIA - ISLAM
La Giordania giustizia due jihadisti. Lo Stato islamico diffonde il video del pilota bruciato vivo

In evidenza
ISLAM – M.ORIENTE
Al Azhar e il Vaticano sul terrorismo. Le ambiguità della comunità internazionale
di Bernardo CervelleraL’autorevole università sunnita denuncia le violenze “odiose” dello Stato islamico e domanda al mondo di sconfiggere questo gruppo “attraverso ogni modo possibile”. Vaticano: il terrorismo è una minaccia per l’umanità intera. La Francia dice di combattere il terrorismo, ma poi vende armi, aerei, elicotteri da guerra all’Arabia saudita, che sostiene il fondamentalismo islamico. Il Kuwait lascia vivere i salafiti che appoggiano al Nusra e lo Stato islamico. La Turchia contro i kurdi; gli Stati Uniti contro Iran, Russia e Cina.
TUNISIA - ISLAM
Tunisi, fermare il terrorismo chiudendo le moschee fondamentalistePer il presidente Essebsi, la sfida del terrore può essere affrontata solo con una strategia unitaria e globale. L’attentato a Sousse quasi in contemporanea con quelli in Francia, in Kuwait, in Somalia. Le rivendicazioni dello Stato islamico.
VATICANO – ITALIA
Torino, Papa ai giovani: Siate casti nell’amore e andate controcorrente. Non andate in pensione a 20 anni!L’ultimo incontro della prima giornata di Francesco a Torino è con i giovani, riuniti a piazza Vittorio. Francesco risponde a braccio a tre domande sull’amore, l’amicizia e la sfiducia nei confronti della vita: “Vi capisco, quanti sono ipocriti e parlano di pace vendendo armi. Come si può avere fiducia? Seguendo Cristo, il cui gesto di amore estremo, cioè la Croce, ha salvato l’umanità”. Una disamina degli orrori del Novecento come prova di sfiducia nei confronti delle potenze mondiali. E il ripetuto invito ai ragazzi: “Non andate in pensione a 20 anni, vivete e non vivacchiate!”. Il testo completo della risposta del papa (a cura di AsiaNews).

Dossier


Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate