02/02/2018, 08.48
LAOS
Invia ad un amico

Invitano pastore per Natale, ancora detenuti cinque protestanti

Violate le norme che limitano la pratica cristiana nel distretto di Phin. Funzionario locale: “il cristianesimo è la religione degli europei e degli americani”. Sono numerosi episodi di intolleranza e abusi verso i cristiani in tutto il Paese.

Ventiane (AsiaNews/Rfa) – Cinque cristiani protestanti del villaggio di Non Soung, nella provincia occidentale di Savannakhet sono ancora detenuti dalle autorità laotiane, per aver invitato il pastore di un villaggio vicino ad organizzare le celebrazioni natalizie nella loro comunità. È quanto riferisce a Rfa un residente locale, aggiungendo che l'invito avrebbe costituito una violazione delle norme volte a limitare la pratica della religione cristiana nel distretto di Phin.

“Alcuni giorni prima di Natale – racconta la fonte – funzionari della sicurezza del distretto hanno arrestato i cinque ed il pastore”. Si ritiene che i cinque siano detenuti e al momento non vi sono notizie circa le loro condizioni di salute. “Di norma, gli abitanti dei villaggi possono celebrare il Natale solo nel loro villaggio. Le persone provenienti da altri villaggi non sono autorizzati a partecipare”.

Un funzionario del distretto di Phin conferma che le celebrazioni cristiane a Phin sono soggette ad un'ampia serie di controlli. “In generale, i cristiani sono ancora limitati nella professione della loro fede in questo distretto”, dichiara il funzionario, anch’egli in condizione d’anonimato. “Non hanno il permesso di insegnare la Bibbia o diffondere la loro religione ad altri, perché il cristianesimo è la religione degli europei e degli americani”.

Durante tutto lo scorso anno, si sono verificati numerosi arresti tra i cristiani del Paese. World Watch Monitor, gruppo protestante attivo in materia di libertà religiosa, riporta che il pastore di un villaggio della provincia settentrionale di Luang Prabang è stato arrestato per aver predicato ai residenti di un’altra località. Inoltre, a più di 50 residenti cristiani di un villaggio nella provincia di Bolikhamxay (foto) è stato ordinato da altri abitanti di rinunciare alla loro fede, e quando essi si sono rifiutati, uno è stato ucciso e gli altri sono stati costretti a fuggire.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Arrestati due cristiani nella provincia di Savannakhet
18/08/2006
Vientiane arresta tre cittadini Usa: distribuivano materiale sul cristianesimo
13/04/2019 10:28
Cristiani perseguitati, in Laos ancora violazioni alla libertà religiosa
15/03/2012
Ucciso in Laos un pastore evangelico
02/01/2006
Laos, famiglie cristiane in fuga dal loro villaggio: hanno rifiutato di convertirsi al buddismo
28/03/2014