23 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 06/03/2006, 00.00

    Iran - Nazioni Unite

    Iran, oggi la decisione dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica



    Si avvicina lo spettro del deferimento al Consiglio di Sicurezza Onu. Migliaia di manifestanti a Teheran affermano il diritto ad una tecnologia nucleare pacifica. Stati Uniti e Israele: "Se continua così, il regime va incontro a serie conseguenze. Siamo pronti ad intraprendere tutte le misure necessarie per impedire l'atomica iraniana".

    Teheran (AsiaNews/Agenzie) – Migliaia di cittadini hanno manifestato ieri nella capitale iraniana "per affermare il loro diritto ad una tecnologia nucleare pacifica". La dimostrazione si è svolta un giorno prima dell'incontro generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea), in programma oggi, che deve decidere sull'attività nucleare dell'Iran.

    Mohammed el Baradei - direttore generale dell'Aiea - presenterà nelle prossime ore al Consiglio direttivo il rapporto sui programmi nucleari di Teheran: il documento potrebbe servire come base per un intervento del Consiglio di Sicurezza dell'Onu, sebbene non esista alcuna strategia comune prefissata sulle eventuali iniziative successive in tale sede. Il Consiglio di sicurezza ha infatti il potere di imporre sanzioni alla potenza medio-orientale, ma vi sono molti passi da fare prima che questo possa avvenire.

    Ali Larijani, negoziatore-capo della Repubblica islamica presso l'Agenzia, ha ripetuto ancora una volta che il Paese "se deferito al Consiglio, è pronto a far partire su larga scala il programma di arricchimento dell'uranio ".

    In risposta alle affermazioni, John Bolton - ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite - ha avvertito Teheran delle "serie conseguenze che dovrà affrontare se non risponde alle domande fatte dalla comunità internazionale sul suo programma nucleare". "Il regime iraniano – ha aggiunto – deve essere consapevole del fatto che, se continua sulla strada dell'isolazionismo, vedrà cadere su di sé conseguenze tangibili e dolorose".

    Anche Ehud Olmert, Primo ministro ad interim di Israele, che ieri ha definito l'Iran "la maggiore minaccia contemporanea al mondo civilizzato" ed ha aggiunto: "Dobbiamo intraprendere tutte le misure necessarie per impedire a Teheran l'acquisizione di un arsenale bellico nucleare".

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/03/2006 Pakistan – india – iran
    Nucleare iraniano, India e Pakistan contro l'uso della forza

    Un'azione militare "avrebbe come unico risultato quello di peggiorare la situazione". L'Iran "ha il diritto di sviluppare un programma nucleare civile".



    19/04/2006 IRAN
    Questione nucleare iraniana: gli Usa non escludono l'opzione militare

    Nulla di fatto ieri nella riunione dei membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell'Onu sulla questione nucleare iraniana. Ma Ahmadinejad si dice pronto anche a una difesa militare.



    19/09/2013 IRAN
    Rouhani, nuovi passi verso il dialogo: ‘L’Iran non vuole la bomba atomica’
    Il neo presidente libera 10 prigionieri politici e dichiara di aver parlato con Obama. Netanyahu: “È un lupo nei panni di una pecora, aumentiamo la pressione per arrestare il progetto nucleare”. Il 24 settembre, i presidenti di Iran e Stati Uniti saranno all'Onu per sondare la via diplomatica.

    26/07/2007 IRAN – ONU
    Teheran, il nucleare “vitale come l’aria” per il Paese
    L’Iran conferma l’intenzione di portare avanti il programma di arricchimento dell’uranio e fa il muso duro ma cerca un accordo con i rappresentanti Onu per evitare una nuova serie di sanzioni.

    07/11/2009 IRAN
    Teheran: no all’invio all’estero di uranio arricchito
    Lo ha affermato Alaeddin Borujerdi, presidente della commissione parlamentare per gli affari esteri. Il parlamentare aggiunge che si stanno cercando “soluzioni alternative" e che l’Occidente “non può imporre scadenze”. Crescono i timori che l’Iran stia fabbricando in segreto la bomba atomica.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



    Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


    VATICANO-CINA
    24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

    Bernardo Cervellera

    Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®