26/06/2019, 13.33
INDONESIA
Invia ad un amico

Jakarta, la cura pastorale per i transgender

di Mathias Hariyadi

Nella capitale, i trans sono circa 8mila. Tra questi, quasi 1.300 sono cattolici o protestanti. Il braccio umanitario della Chiesa locale ha messo in atto diverse iniziative per la loro cura pastorale. Il successo dei progetti ha richiamato l’attenzione del noto uomo d’affari cattolico Irwan Hidayat.

Jakarta (AsiaNews) – Formazione professionale, attività sociali, gruppi di ascolto ed assistenza psicologica: la cura pastorale della comunità transgender è un nuovo fronte missionario per la Chiesa di Jakarta (Kaj). Negli ultimi quattro mesi, i volontari della Lembaga Daya Dharma Keuskupan Agung Jakarta (Ldd Kaj) – braccio umanitario dell’arcidiocesi – hanno messo in atto diverse iniziative a favore di uno tra i gruppi più emarginati nella società indonesiana.

L’impegno dei cattolici è sicuramente qualcosa di nuovo e anche molto “sorprendente”. A livello nazionale, la discriminazione verso queste comunità “speciali” è ancora molto forte, soprattutto tra i gruppi musulmani più intransigenti.

Tra quanti dedicano il proprio impegno a tali progetti vi è Irene Sheila Hardjanto, presidente del Gruppo di preghiera Madre Teresa. Ad AsiaNews la volontaria spiega che solo in un secondo momento la Ldd Kaj ha assunto la guida del servizio pastorale per i transgender. In principio, se ne prendeva cura la parrocchia di Santo Stefano a Cilandak (South Jakarta). Il parroco, il gesuita p. Wardjito, ha dato vita ad un programma per orientare, sostenere e sviluppare le potenzialità di individui in difficoltà.

Il sacerdote ha dovuto vincere l’iniziale resistenza di parte della comunità. Ma con il passare del tempo, sempre più transessuali si sono sentiti coinvolti nelle attività della parrocchia, soprattutto nei raduni sociali. L’iniziativa di p. Wardjito ha riscosso grande successo anche tra i trans, grati per l’aiuto concreto e l’accoglienza. L’esperienza positiva condotta nella parrocchia di Santo Stefano ha suggerito la necessità di un “piano d’azione” coordinato dalla Ldd Kaj.

“Sui social media è nato un movimento pastorale, che ha coinvolto decine di comunità non parrocchiali dell’arcidiocesi”, racconta la sig.ra Hardjanto. “Vi sono persone che hanno offerto il proprio contributo, nonostante dubbi e preoccupazioni: le tematiche Lgbt in Indonesia sono sempre fonte di controversie”.

Il passaparola tra i cattolici su internet ha richiamato l’attenzione del noto uomo d’affari cattolico Irwan Hidayat, proprietario della Sido Muncul – il più importante produttore indonesiano di farmaci a base di erbe. Lo scorso 22 giugno, l’imprenditore e filantropo ha esteso alla Ldd Kaj un sostanzioso aiuto economico e messo a disposizione strutture per portare avanti i progetti della nuova missione pastorale (foto).

A Jakarta, la popolazione transgender è stimata in circa 8mila unità. “Circa 1.300 di queste persone sono cattoliche o protestanti”, afferma Hardjanto. La maggior parte è stata rifiutata dalla famiglia, finendo ai margini della società. Spesso, i transessuali si guadagnano da vivere con la prostituzione. In alcuni casi, svolgono lavori umili nel campo della cosmesi; in altri, diventano artisti di strada. “Oltre al sostegno umanitario – conclude la volontaria – la Ldd Kaj vuole fornire loro anche una formazione professionale”.

Tra quanti hanno espresso maggiore apprezzamento per le iniziative che la Chiesa cattolica rivolge ai trans vi è Mama Yulie. Il suo vero nome è Yulianus Rettoblaut ed è a capo del Forum Komunikasi Waria Indonesia (Fkwi), ovvero il Forum per la comunicazione tra i transessuali indonesiani. L’aiuto fornito alla nostra comunità è fonte di “grande gioia”, dichiara.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
La diocesi di Bangalore accoglie i migranti africani: Siete preziosi agli occhi di Dio
18/07/2016 15:33
Papua occidentale: i preti hanno l'aereo per la pastorale e gli aiuti
22/12/2005
Il card. Suharyo ai cattolici di Jakarta: ‘La compassione rende il mondo migliore’ (Foto-Video)
04/12/2019 11:19
Cittadini e religioni celebrano l’unità nazionale presso la cattedrale di Jakarta (video)
29/10/2019 11:05
Arcivescovo di Jakarta: La Chiesa a servizio di rifugiati 'senza una chiara speranza' (Foto)
20/06/2018 11:43