22 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 28/12/2017, 09.03

    INDIA

    Kerala, muore Sapna Tracy, madre pro-life: rifiuta di abortire per salvarsi

    Nirmala Carvalho

    La donna lascia il marito e otto figli. Mente era incinta dell’ultimo, i medici le consigliano di abortire e iniziare subito le cure per il tumore al seno. La donna insignita del riconoscimento “Pro-Life Award”.

    Mumbai (AsiaNews) – Ha perso la sua battaglia contro il cancro ma non per la vita di sua figlia. Sapna Tracy, 43 anni, si è spenta il 25 dicembre a Thrissur, in Kerala. Circa un anno fa alla donna, madre di sette figli e incinta dell’ottavo, era stato diagnosticato un tumore al seno. I medici le consigliano di sottoporsi subito ad una mastectomia e radioterapia. I trattamenti medici avrebbero salvato la sua vita, ma compromesso la sua gravidanza, motivo per il quale le era stato consigliato l’aborto. Ma Sapna rifiuta e decide di scegliere per la vita della sua bambina. Ad AsiaNews mons. Mar Kuriakose Bharanikulangara, arcivescovo dell’eparchia di Faridabad, riferisce: “Sapna è stata potente testimone del movimento pro-life. Questa coppia cattolica è stata ispirata nella testimonianza del messaggio del Vangelo”.

    Indian Express, tra i maggiori quotidiani nazionali, riporta che la donna aveva ricevuto numerosi avvertimenti da parte dei medici curanti, che l’avevano messa in guardia: se avesse ritardato l’inizio della chemioterapia, con ogni probabilità avrebbe reso orfani anche gli altri sette pargoli. Ma Sapna ha risposto ai dottori: “Posso solo dare la vita a questa creatura che cresce nel mio grembo. Ci sono tante persone buone di cuore che si prenderanno cura dei miei altri sette bambini”.

    Sapna, originaria di Thalayolaparambu (Kerala), lavorava come infermiera specializzata all’All India Institute of Medical Sciences di Delhi. Era sposata con Chittilappilly Joju, originario di Chittattukara, nel distretto di Thrissur. Qui la donna, dopo la diagnosi tumorale, aveva deciso di tornare con tutta la famiglia, per consentire la nascita dell’ottavo figlio, una bambina di nome Philomena, nella serenità del calore familiare.

    Al terzo mese di gestazione le viene diagnosticato il cancro. I medici le consigliano di abortire e iniziare subito le cure. Anche amici e parenti concordano con il parere dei medici. Ma lei si oppone al feticidio. “Ha detto ai medici che se la sua vita era degna di valore, allora lo stesso valeva anche per quella della figlia non ancora nata”, riferisce mons. Bharanikulangara.

    Al sesto mese di gravidanza si sottopone alla mastectomia al seno. Solo dopo aver dato alla luce la bambina inizia a sottoporsi alla radioterapia. Per la sua scelta coraggiosa a favore delle campagne contro l’aborto, la madre cattolica ha ricevuto dall’eparchia di Faridabad il riconoscimento “Pro-Life Award”. Oltre al marito, Sapna lascia James, 15 anni; Teresa, 14; Jose, 11; Sebastian, 9; Francis, 8; Maria, 6; Antony, 4, e Philomena, un anno e mezzo. I suoi funerali si sono svolti alla St. Sebastian’s Church di Chittattukara.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    09/09/2009 INDIA
    Chiesa del Kerala: promuovere la donna senza umiliarla con la "nudità"
    I vescovi dello Stato indiano propongono iniziative a favore della condizione femminile. Accesso al mondo del lavoro e della politica, lotta alle violenze domestiche e ai fenomeni di maschilismo. Un impegno che parte dall’interno della Chiesa stessa con una riflessione sul ruolo della donna nella vita della comunità e nelle istituzioni cattoliche

    18/10/2010 IRAN – SRI LANKA
    Studio iraniano: l’aborto aumenta il rischio di cancro al seno
    La ricerca è stata confermata da altre analoghe in Sri Lanka e negli Stati Uniti. Le donne che hanno abortito in passato hanno il 242% di possibilità in più di contrarre il cancro al seno. Ogni gravidanza dopo il primo figlio riduce il rischio di cancro del 50%.

    31/07/2008 INDIA
    Kerala, sanzioni contro chi ha un terzo figlio. L'opposizione della Chiesa
    Mons. Vithayathil: “la Chiesa si opporrà sempre” “alla dittatura di Stato del governo marxista”. Proprio i più poveri rifiutano queste leggi, perché “sanno che ogni bambino è un dono”.

    07/03/2004 india - giornata mondiale della donna
    Sr Nirmala testimone di Cristo fra gli indù del suo paese natale


    17/01/2008 MORATORIA ABORTO - INDIA
    Il sì di suor Nirmala Joshi alla moratoria contro l’aborto
    La Superiora generale delle Missionarie della Carità, ribadisce l’impegno dell’Ordine fondato da Madre Teresa a favore della vita, fin dal concepimento. Ricorda che davanti al mondo intero Madre Teresa ha sempre denunciato che “nessuno, né un governo, né una madre, ha il diritto di togliere la vita”. Contro l’interruzione di gravidanza, l’accoglienza di ragazze madri e le adozioni.



    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®