22 Luglio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 06/04/2012, 00.00

    VIETNAM

    Kon Tum: Pasqua, i fedeli pregano in case private. Il governo ha requisito la chiesa

    Nguyen Hung

    Le autorità di Hiếu Đạo 30 anni fa hanno sequestrato l’edificio e non l’hanno più restituito. Tuttavia, il numero dei fedeli continua a crescere per le numerose conversioni. Il vescovo ad AsiaNews: “Dio ci restituirà” il luogo di culto.

    Ho Chi Minh City (AsiaNews) - Per i cattolici di una parrocchia degli altipiani centrali del Vietnam, il dono più prezioso per la Pasqua è la possibilità di celebrare la messa all'interno della loro chiesa. Un privilegio precluso negli ultimi 30 anni, da quando le autorità locali hanno sequestrato il luogo di culto e non l'hanno più restituito. Tuttavia, le vessazioni non hanno impedito alla comunità cristiana di crescere nella fede, di avviare attività pastorali e sociali, di adempiere all'opera di evangelizzazione che ha portato migliaia di persone a convertirsi e ricevere il battesimo, come si prepara a fare un gruppo di catecumeni domenica prossima.

    Un cattolico della parrocchia di Hiếu Đạo, nella diocesi di Kon Tum - compresa nelle province di Gia Lai e Kon Tum, altipiani centrali del Vietnam - confida ad AsiaNews il desiderio della comunità: "In questo periodo di Pasqua, mi auguro che il governo locale ci restituisca la chiesa. [...] Ne abbiamo bisogno per la messa, per pregare...". Un appello raccolto dal vescovo locale, mons. Michael Hoàng Đức Oanh, che invita i laici di Kon Tum a "credere in Dio, anche se abbiamo perso la chiesa". "Siamo però fermamente convinti - ha aggiunto il prelato - che Dio ci restituirà l'altare".

    Durante la Quaresima tutti i sacerdoti della diocesi hanno organizzato ritiri, sacramenti e confessioni per oltre 30mila cattolici. All'insegna dello spirito di solidarietà, molte famiglie hanno aperto le porte delle loro case per la lettura del Vangelo e la recita del Rosario visto che i fedeli non hanno ancora a disposizione una chiesa. E anche quest'anno, come in passato, vi sarà a Pasqua un nutrito gruppo di catecumeni che riceverà il battesimo. Fonti diocesane riferiscono che dal 2003 a oggi 5mila vietnamiti della zona hanno abbracciato il cattolicesimo.

    A dispetto delle condizioni di indigenza in cui vive la maggioranza, i cattolici di Kon Tum sono attivi nel sociale, promuovono attività caritatevoli e dedicano il loro tempo all'educazione dei bambini, all'assistenza ai malati e anziani, forniscono piccole somme di denaro per favorire impresa e occupazione al femminile. Attività che vanno a beneficio non solo dei cristiani, ma di tutta la popolazione locale compresi gli atei o i fedeli di altre religioni.

    La diocesi di Kon Tum - negli altipiani centrali del Vietnam - copre un'area di circa 25mila km; in base alle ultime statistiche (del 2003) i cattolici sono circa 261mila su un totale di 1.700.000 abitanti circa. La zona è povera e l'economia arretrata, ma fervida di vocazione e ricca di conversioni a testimonianza della vitalità della Chiesa locale.  

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/04/2014 VIETNAM
    Kontum: la Pasqua dei cattolici vietnamiti, più forte della repressione delle autorità comuniste
    Per molte comunità della diocesi, Natale e Pasqua sono le sole occasioni per poter partecipare alla messa. Il vescovo ha celebrato messa in una casa privata, perché l’amministrazione locale impedisce la costruzione di un luogo di culto. E ha compiuto il rito della lavanda dei piedi a 100 fedeli, fra cui donne e bambini.

    02/04/2012 VIETNAM
    Preghiera e solidarietà: i cattolici di Ho Chi Minh City celebrano la Settimana Santa
    Durante la Quaresima le parrocchie hanno promosso momenti di incontro e comunione per rafforzare la fede. Arcivescovo di Saigon: periodo ideale per “rinnovare la vita religiosa, consolidare la fede e i legami fra comunità”. Collette e raccolte fondi da destinare a malati e bisognosi.

    18/04/2017 14:54:00 INDONESIA
    Pasqua, la comunità cattolica di Palembang festeggia il battesimo di 48 catecumeni

    Diventare cattolici in Indonesia è una sfida. Yulianus Suroso: “All’inizio molti catecumeni vengono isolati dalle famiglie a causa della loro scelta”. La felicità dei nuovi cristiani alla fine di un lungo percorso. Yohana Rista Sijabat: “Da quando ho ricevuto il battesimo sono sopraffatta dalla gioia. È un sogno che si realizza”



    19/04/2017 13:30:00 MALAYSIA
    Pasqua, i cattolici della Malaysia festeggiano più di mille battesimi a Kota Kinabalu

    Alcuni hanno ricevuto il Sacramento durante la veglia pasquale in cattedrale. Altri battezzati durante la Messa di Pasqua. I catecumeni hanno ricevuto anche la Prima Comunione e la Cresima. A Karamunsing più di 200 battesimi, a Ranau 244



    31/03/2010 INDIA
    Card. Gracias: I battesimi di Pasqua e il diritto alla conversione in India
    Il presidente della Conferenza episcopale indiana affida ad AsiaNews la propria riflessione pasquale, invitando i fedeli e il clero a non avere paura di dichiarare le conversioni al cattolicesimo e a portare avanti con amore e coraggio la missione della Chiesa.



    In evidenza

    CINA
    Liu Xiaobo: una fiaccola che illumina la civiltà umana



    La testimonianza del grande dissidente non violento, lasciato morire di cancro, è il più alto contributo all’umanità negli ultimi (sterili) 500 anni di storia cinese. Il ricordo di Liu (e di sua moglie) da parte di un sacerdote del nord della Cina.


    INDIA
    Goa: croci distrutte, cimitero dissacrato. Mons. Neri Ferrao: colpa dell’odio religioso



    Le croci sono state lasciate infrante ai margini della strada. Nel cimitero di Guardian Angel Church danneggiate 28 nicchie, cinque croci di legno e nove in granito, 16 tombe e la grande croce all’ingresso. Sajan K George: “Durante un raduno di indù, un fondamentalista ha detto che tutti quelli che mangiano la vacca devono essere impiccati”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®