13/02/2006, 00.00
Kuwait
Invia ad un amico

Kuwait, è ufficiale la prima candidatura femminile del Paese

Un'ingegnere chimica è la prima donna a candidarsi al Consiglio municipale di Kuwait City dall'approvazione della nuova legge sull'eleggibilità. Le elezioni previste per il prossimo anno.  

Kuwait City (AsiaNews/Agenzie) - Jinan Boushehri, donna kuwaitiana di 32 anni, è la prima donna a candidarsi nel Paese per una carica pubblica, dopo l'approvazione della nuova legge sull'eleggibilità nazionale avvenuta lo scorso anno.

Jinan, ingegnere chimico, corre per la poltrona lasciata vacante al Consiglio municipale da Abdullah al-Mhailbi, nominato giovedì scorso membro del nuovo governo nazionale. La nuova candidata dice di "poter aggiungere qualcosa al lavoro della municipalità" perché "ne ho le giuste credenziali".

Subito dopo l'approvazione della nuova legge, il governo ha nominato due donne come membri del Consiglio municipale, organo composto da dieci membri eletti e da sei membri nominati dal governo centrale. Lo scorso anno è stata nominata anche la prima donna membro dello stesso Gabinetto centrale, Massouma al-Mubarak.

Le prossime elezioni parlamentari dovrebbero svolgersi il prossimo anno: le donne sono state già registrate come votanti, aggiungendo oltre 194 mila voti a disposizione dei candidati agli oltre 134 mila esistenti

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Svolta “rosa” in Kuwait, quattro donne elette in parlamento
18/05/2009
Il primo voto delle donne incognita nelle elezioni per il Parlamento del Kuwait
27/06/2006
Kuwait al voto senza le donne
04/05/2005
Alle elezioni kuwaitiane, chiedere alle donne di mostrare il volto al seggio "non è un'offesa"
15/06/2006
Non eletta, ma è seconda, una delle prime donne candidate alle elezioni kuwaitiane
05/04/2006