11 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 03/12/2004, 00.00

    COREA DEL SUD - ANNO DELL'EUCARISTIA

    L'Eucaristia al centro della lettera pastorale dei vescovi sudcoreani



    Seoul (AsiaNews) – L'Eucaristia, l'evangelizzazione delle famiglie e la creazione di piccole comunità cristiane: sono i temi evidenziate nelle lettere pastorali per il 2005 dei vescovi sudcoreani, pubblicate domenica scorsa primo giorno di Avvento.

    In relazione all'Anno dell'Eucaristia, proclamato dal Papa dall'ottobre 2004 allo steso mese del 2005, i vescovi hanno affermato che l'Eucaristia è al centro dei piani pastorali di ogni diocesi, sottolineandone la centralità nella vita di ogni cristiano.

    Mons. Nicholas Cheong Jing-Suk, arcivescovo di Seoul, ha affermato che "il rinnovamento della Chiesa dipende dalla capacità di ogni singolo individuo di sapersi rinnovare, seguendo gli insegnamenti del Vangelo" e ha chiesto alla comunità dei fedeli di lavorare in prima persona per costruire "famiglie belle"; egli ha inoltre sottolineato che "l'istituzione familiare è il primo passo per annunciare il vangelo nel mondo".

    Anche l'arcivescovo di Daegu, mons. Paul Ri Moun-Hi, ha diffuso una lettera pastorale intitolata "Creiamo l'unità nella Parola e nell'Eucaristia" e ha invitato i fedeli a mettere l'Eucaristia la centro delle loro vite. "L'Eucaristia ci permette di vivere in comunione con la parola di Dio, seguendo l'esempio di Cristo e diffondendo l'amore nelle comunità".

    Nella sua lettera pastorale, Mons. Andreas Choi Chang-Mou, arcivescovo di Kwangju, ha sottolineato l'estrema importanza delle "piccole comunità cristiane" perché è in esse che le persone possono sperimentare la prima forma di "vita della Chiesa". Egli ha inoltre aggiunto che "in preparazione dei 70 della diocesi di Kwangju, dobbiamo riflettere a livello personale e comunitario sulla centralità Cristo presente nell'Eucaristia".

    Anche gli altri vescovi sudcoreani hanno riaffermato il valore della vita e dell'amore, invitando i fedeli a: partecipare alla Messa; fare la visita il Santissimo Sacramento; meditare sulle Sacre Scritture; pregare e leggere la Bibbia; promuovere il dialogo nelle famiglie.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    05/05/2005 PAKISTAN - ANNO DELL'EUCARESTIA
    Direttive dei vescovi pakistani per l'Anno dell'Eucarestia


    26/10/2004 PAKISTAN - ANNO DELL'EUCARESTIA
    Mons. Saldanha: "Sacerdoti e laici più consapevoli dell'eucarestia"
    L'arcidiocesi di Lahore nell'anno dell'Eucarestia avvia il suo progetto pastorale

    21/10/2004 VIETNAM – ANNO DELL'EUCARESTIA
    Arcidiocesi di Huê: l'Eucaristia al centro della missione


    25/10/2004 HONG KONG – ANNO DELL'EUCARESTIA
    Mons. Zen: "L'Eucarestia è la fonte della missione"
    Oltre 10mila cattolici di Hong Kong per la messa di apertura dell'Anno eucaristico e la Giornata missionaria.

    17/10/2004 VATICANO - anno dell'eucarestia
    Papa: Eucaristia, luce tra le ombre che minacciano il mondo
    L'inizio dell'Anno celebrato a Roma e Guadalajara. Giovanni Paolo II ha anche annunciato che il prossimo Congresso Eucaristico Internazionale sarà celebrato a Québec (Canada), nel 2008.



    In evidenza

    RUSSIA-UCRAINA
    La riconciliazione possibile fra Mosca e Kiev

    Vladimir Rozanskij

    Il Sinodo straordinario per i 100 anni della restaurazione del Patriarcato di Mosca, ha rivolto un appello per il ritorno alla comunione con il Patriarcato di Kiev. La risposta di Filaret , molto positiva,  chiede perdono e offre perdono. Da anni vi sono prevaricazioni, espressioni di odio, sequestri di chiese. L’invasione della Crimea ha acuito la divisione. Il governo ucraino rema contro.


    VATICANO-MYANMAR-BANGLADESH
    Non solo Rohingya: il messaggio di papa Francesco a Myanmar e Bangladesh

    Bernardo Cervellera

    L’informazione troppo concentrata sul “dire/non dire” la parola Rohingya. Il papa evita il tribunale mediatico o la condanna, ma traccia piste costruttive di speranza. Una cittadinanza a parte intera per le decine di etnie e uno sviluppo basato sulla dignità umana. L’unità fra i giovani e le diverse etnie, ammirata da buddisti e musulmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®