1 Ottobre 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 12/10/2006
INDONESIA
L'Indonesia ricorda la strage di Bali 2002

Nel giorno del 4° anniversario delle bombe, 12 km di stoffa bianca sono stati srotolati sull'isola in segno di pace. Si prega nei templi indù.



Jakarta (AsiaNews/Agenzie) – L'Indonesia ricorda oggi il quarto anniversario delle due bombe che il 12 ottobre 2002 uccisero 202 persone a Bali. Come segno di pace sull'isola sono stati dispiegati 12 km di stoffa bianca. Nelle esplosioni di 4 anni fa persero la vita soprattutto turisti, di cui 88 australiani. La rivendicazione degli attentati è arrivata dalla Jemaah Islamiah (JI), la rete terroristica legata ad al Qaeda ed attiva nel sud-est asiatico. La stessa JI è responsabile del secondo attacco all'isoala verificatosi l'anno scorso: tre bombe nei pressi di rinomate zone balneari hanno fatto 20 morti.

A mezzanotte di ieri i cittadini di Bali hanno iniziato a stendere la stoffa fuori da uno dei caffè colpiti nel 2005 sulla spiaggia di Jimbaran. Il cordone si srotola lungo la strada che conduce davanti all'aeroporto internazionale e arriva al memoriale delle vittime nel distretto di Kuta. Save Dagun, uno degli organizzatori delle celebrazioni di oggi, spiega che la stoffa bianca sta a significare "la nostra volontà di dimenticare il passato, ma allo stesso tempo ricordare le tragedie che ci hanno colpito". Sull'isola, a maggioranza indù, sono previste anche diverse funzioni e preghiere all'interno dei templi.

Per la strage del 2002 la Giustizia indonesiana ha condannato a morte Amrozi, Ali Gufron e Imam Samudra, ritenuti i principali responsabili. I tre dovevano essere giustiziati il 22 agosto scorso, ma una loro richiesta di appello all'ultimo momento ha costretto a sospendere temporaneamente l'esecuzione.


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
03/05/2006 INDONESIA
Rinvenuta una bomba simile a quella dell'attentato di Bali 2005
di Benteng Reges
12/10/2007 INDONESIA
Bali ricorda le bombe e le vittime del 2002
07/03/2006 INDONESIA
Indonesia, catturati due sospetti terroristi legati alle bombe di Bali
02/05/2006 INDONESIA
Indonesia, condanne e arresti di terroristi islamici
23/11/2007 INDONESIA
La corruzione nelle carceri vanifica la lotta al terrorismo islamico
di Mathias Hariyadi

In evidenza
IRAQ-VATICANO
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del vescovo per i primi aiuti
di Amel NonaMons. Amel Nona, vescovo caldeo di Mosul, anch'egli rifugiato, ringrazia tutti i donatori della campagna lanciata da AsiaNews. La situazione è sempre più difficile per il numero enorme di profughi e per l'arrivo dell'inverno e della neve, che rendono impossibile alloggiare nelle tende o all'aperto. La crisi, un'occasione che rende attiva la fede dei cristiani.
ITALIA - IRAQ
Continua la campagna "Adotta un cristiano di Mosul". Già raccolti oltre 350mila euro
di Bernardo CervelleraInviate al patriarca di Baghdad e ai vescovi del Kurdistan le donazioni ricevute fino al 31 agosto. La campagna serve a nutrire, alloggiare, vestire, consolare oltre 150mila profughi cristiani, yazidi, turkmeni, sciiti e sunniti, fuggiti dalla violenza dell'esercito del Califfato islamico. Una generosa partecipazione dall'Italia e da tutte le parti del mondo. Donazioni anche da chi è povero e senza lavoro. Una speranza per il mondo, per chi soffre e per chi dona.
IRAQ-ITALIA
"Adotta un cristiano di Mosul": il grazie del Patriarca Louis Sako; le preoccupazioni del vescovo del Kurdistan
di Bernardo CervelleraIl capo della Chiesa caldea ringrazia per la campagna di AsiaNews e spera che "questa catena di solidarietà si allunghi". Aiutare i profughi a rimanere in Iraq. Ma molti vogliono fuggire all'estero. Il vescovo di Amadiyah, che ha accolto migliaia di sfollati nelle chiese e nelle case: Aiutiamo anche arabi (musulmani) e yazidi, in modo gratuito e senza guardare alle differenze confessionali.

Dossier

by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
by Lazzarotto Angelo S.
pp. 528
by Bernardo Cervellera
pp. 240
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate