31 Agosto 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato

invia ad un amico visualizza per la stampa


» 16/12/2005
Corea del Nord – Nazioni Unite
L'Onu interrompe il programma di sostegno alimentare ai nordcoreani

In agosto Pyongyang aveva detto di non volere più alcun aiuto in campo alimentare. L'aiuto internazionale si dirige verso progetti locali di sviluppo.



Pyongyang (Asianews/Agenzie) – Il programma alimentare mondiale (World Food Programme, Wfp) ha smesso di sostenere con aiuti alimentari la Corea del Nord. Sotto richiesta del governo di Pyongyang, il Wfp avvierà nel territorio nordcoreano dei programmi locali di sviluppo.

Richard Regan, direttore del Wfp in Corea del Nord, dice che l'agenzia Onu ha chiuso 19 delle proprie industrie alimentari - di conservazione e distribuzione - operanti nel paese e i 5 uffici ad esse subordinati.

"Abbiamo chiuso i nostri programmi. Dalla fine di dicembre non sfameremo più nessuno… Attualmente diamo da mangiare a circa 600.000 persone; in passato abbiamo distribuito cibo per 6,5 milioni di persone" ha detto Regan.

Il Wfp lotta contro la mancanza di cibo in Corea del Nord fin dalla metà degli anni novanta, quando per una serie di alluvioni e carestie, morirono di fame due milioni di abitanti.

La fine del programma alimentare è stato voluto dal governo di  Pyongyang: dal prossimo gennaio la pubblica sicurezza nordcoreana sorveglierà i gruppi che realizzano programmi alimentari nel suo territorio. L'ultimatum di Pyongyang  non si cura dell'inedia che colpisce la popolazione, argomento che invece preoccupa la comunità internazionale.

Il regime nordcoreano ha dichiarato che la conclusione agli aiuti di tipo alimentare avviene grazie a un "netto miglioramento" della situazione agricola ed alimentare del Paese.

I rappresentanti del Wfp sostengono invece che in Corea del Nord vi sia ancora carenza di cibo.


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
26/09/2005 onu - corea del nord
L'Onu chiude i progetti alimentari "come richiesto" da Pyongyang
19/09/2005 COREA DEL NORD
Pyongyang ordina: "Basta aiuti, fuori dal Paese gli operatori umanitari"
19/09/2005 ONU - COREA DEL NORD
Le Nazioni Unite chiudono le industrie alimentari in Nord Corea "come richiesto"
19/09/2005 ONU - COREA DEL NORD
Le Nazioni Unite chiudono le industrie alimentari in Nord Corea "come richiesto"
05/08/2008 COREA DEL NORD
La Corea del Nord sommersa dalle alluvioni, si aggrava la crisi alimentare

In evidenza
LIBANO
La Dichiarazione di Beirut: i musulmani in difesa della libertà dei cristianiLibertà di fede, di educazione e di opinione difese citando il Corano. Esse sono alla base dello Stato di diritto, che non deve essere uno Stato religioso. L’organo di riferimento dei sunniti del Libano condanna senza appello la violenza in nome di Dio. Il testo integrale del messaggio.
LIBANO
Dalle Makassed islamiche una lotta dottrinale contro l’estremismo musulmano
di Fady NounL’organismo di riferimento ufficiale dei sunniti del Libano ha approvato un documento intitolato “Dichiarazione di Beirut sulla libertà religiosa”. Ci si chiede se Dar el-Fatwa riuscirà a riprendere progressivamente il controllo dell’insegnamento religioso musulmano nelle moschee del Paese.
HONG KONG - CINA
Card. Zen: Rimuovere le croci nel Zhejiang è insultare la fede dei cattoliciIl vescovo emerito di Hong Kong valuta che la campagna di distruzione delle croci e degli edifici religiosi sia ormai una direttiva a livello nazionale e una “regressione” della politica religiosa della Cina. Cattolici e protestanti di Hong Kong: Potrebbe succedere anche da noi. Entro il primo settembre saranno distrutti altri 15 edifici sacri “illegali” nel Zhejiang.

Dossier

Terra Santa Banner


Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate