18 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 05/05/2006, 00.00

    Unione Europea – Cina

    L'Ue: "Pechino deve vedere nella libertà religiosa un partner, non una minaccia"



    Davanti alla Commissione esteri dell'Unione Europea, relatori democratici, popolari e socialisti insistono su un "necessario miglioramento delle libertà fondamentali dell'uomo in Cina".

    Bruxelles (AsiaNews) – La situazione dei diritti fondamentali dell'uomo, primo fra tutti quello alla libertà religiosa, "è estremamente difficile nella Repubblica popolare cinese", che "deve incrementare notevolmente" la sua credibilità e chiarezza sulla questione e deve iniziare a considerare la libertà religiosa "un partner e non una minaccia in ambito sociale".

    E' questo il senso della relazione di iniziativa sui rapporti tra Unione Europea e Cina presentata dall'europarlamentare democratico-indipendente , l'olandese Bastian Belder, nel corso della riunione della Commissione Affari Esteri dell'Europarlamento che si è svolta il 3 maggio a Bruxelles.

    Il rapporto, stilato in occasione dei 30 anni delle relazioni fra Pechino e l'UE mette sotto esame la situazione economica e lo status dei diritti umani in Cina, compresa la libertà religiosa.

    A nome del gruppo del Partito popolare europeo é intervenuto nella discussione generale l'on. Antonio Tajani, che ha ripreso il tema della libertà religiosa ed ha ricordato la nomina del vescovo di Wuhu, avvenuta - poche ore prima della riunione - senza il permesso del Papa. "E' inaccettabile - ha sottolineato il capogruppo di Forza Italia - che un vescovo possa essere nominato dallo Stato senza che il Vaticano possa sollevare alcuna obiezione in merito, così come é impensabile che esistano solo confessioni autorizzate dallo Stato e non vi sia libertà di esprimere il proprio dissenso".

    "D'altra parte – ha sottolineato l'on. Tajani – Pechino deve considerare la liberà religiosa non come un nemico, bensì come un partner strategico anche e soprattutto in considerazione della possibilità di intervenire energicamente nei diritti sociali degli individui che abitano la Cina".

    Dello stesso avviso l'on. Pasqualina Napoletano, del gruppo socialista, che ha ribadito la necessità di una "maggiore attenzione ai diritti umani e la costante azione di controllo nel rispetto della libertà religiosa, soffermandosi in particolare sulla situazione dei cristiani ma anche e soprattutto riguardo la situazione in Tibet, regione cui il governo cinese non riconosce alcuna autonomia né accetta la figura del Dalai Lama".

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    31/03/2005 UE-CINA
    La Commissione europea per gli affari esteri approva il Rapporto sui diritti umani
    Il documento, presentato da Simon Coveney, chiede al Parlamento di non rimuovere l'embargo sulla vendita delle  armi a Pechino. Accuse anche per Iran ed Iraq.

    09/12/2008 CINA - TIBET - UE
    Pechino chiede a Sarkozy di “fare ammenda per il suo errore”
    Durissime reazioni all’incontro con il Dalai Lama. La Cina minaccia la Francia di farle “pagare un prezzo alto”. Leader tibetano in esilio: la Cina deve superare “2 ostacoli morali” per essere davvero una superpotenza.

    23/09/2005 ONU – TIBET – CINA
    Commissione Onu chiede di visitare il Panchen Lama sequestrato da Pechino

    Le autorità cinesi rispondono che Gedhun Choekyi Nyima, ora di 16 anni, sta bene e non vuole ricevere visite di estranei "per non essere disturbato".



    31/03/2008 INDIA - TIBET - CINA
    Milioni di firme per spingere Pechino ad aprire i dialoghi col Dalai Lama
    Oltre 1,35 milioni di firme raccolte in 7 giorni. Oggi manifestazioni in tutto il mondo. La Cina chiede aiuto all’India contro il Tibet e minaccia l’Europa. Ma deve continuare la repressione. Il leader tibetano accusa la Cina di aver innescato la rivolta con soldati cinesi travestiti da monaci.

    27/11/2008 CINA-TIBET-UE
    Sarkozy incontrerà il Dalai Lama, le Cina annulla il summit con l’UE
    Il summit rinviato a "data da destinarsi". Le critiche europee e il commento di tibetani. Intanto in Cina la polizia impedisce a parlamentari europei di incontrare la moglie dell’attivista in prigione Hu Jia.



    In evidenza

    IRAQ
    Parroco di Amadiya: Avvento fra i profughi di Mosul, la solidarietà più forte delle difficoltà (Foto)



    P. Samir racconta un clima di gioia e di speranza, nonostante la mancanza di risorse e il calo negli aiuti. La lotta per sopravvivenza ha accresciuto il legame di unione fra cristiani e con musulmani e yazidi. Ancora oggi il centro ospita 150 rifugiati, il 70% dipende dalle risorse stanziate dalla Chiesa. Centinaia di giovani all’incontro di preghiera in preparazione al Natale.


    VATICANO-ASIA
    Xenofobia e populismo. Il caso dell’Asia

    Bernardo Cervellera

    Il simposio sul tema, voluto dal Consiglio mondiale delle Chiese (Wcc) e dal Dicastero vaticano per il servizio dello sviluppo umano integrale. Nella crescente ostilità verso gli altri, considerati come nemici e stranieri, tracciare le piste per l’impegno delle Chiese. I “migranti” tema politico importante in Germania e nella Brexit del Regno Unito. Testimonianze dall’America latina e dall’Africa. Esperienze asiatiche affidate al direttore di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®