3 Settembre 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato

invia ad un amico visualizza per la stampa


» 09/08/2012
THAILANDIA
L'arcivescovo di Bangkok, nuovo moderatore dei vescovi amici dei Focolari
Mons. Kovithavanij succede al card. Vlk, arcivescovo emerito di Praga. La scelta di un vescovo dell'Oriente, segno dell'attenzione del movimento dei Focolari verso "i continenti emergenti".

Forno di Coazze (AsiaNews) - Mons. Francis Xavier Kriengsak Kovithavanij, arcivescovo di Bangkok, ha assunto l'incarico di moderatore della comunione tra i vescovi che aderiscono alla spiritualità del movimento dei Focolari. Il nuovo moderatore ha accettato l'incarico su invito di Maria Voce, attuale presidente del movimento, dopo la scomparsa della fondatrice  Chiara Lubich (1920-2008). Egli succede al card. Miloslav Vlk, arcivescovo  emerito di Praga, che ha svolto questo incarico per 18 anni.

Il gruppo di vescovi e cardinali che aderiscono alla spiritualità dei Focolari sono oltre 60. Essi desiderano maturare sia nella loro vita spirituale personale, sia accrescere la comunione nella Chiesa. Per questo essi si radunano in modo periodico in convegni. Quello di quest'anno - dall'1 al 9 agosto - si è svolto a Forno di Coazze (in provincia di Torino), sul tema "La presenza di Gesù nel fratello". Altri raduni sono avvenuti a Castel Gandolfo, Istanbul, Gerusalemme, Beirut, Augsburg, Wittenberg, Londra, Ginevra. Ad essi spesso partecipano anche membri delle altre confessioni cristiane.

Maria Voce, spiegando il motivo della scelta di mons. Kovithavanij, spiega che essa è  "segno dell'apertura universale del Movimento e  della sua attenzione   verso i continenti emergenti ed i vari dialoghi".

Il card. Vlk ha espresso gratitudine per aver  nominato un vescovo  dell'Oriente, "dove - egli dice -  la spiritualità del            Movimento dei Focolari si diffonde velocemente anche tra i  vescovi".  Al successore mons. Kovithavanij, "ben            preparato e molto adatto per questo compito",  egli augura "la forza e la creatività necessari per guidare,  accanto al suo impegno  di arcivescovo di Bangkok, la comunione tra i vescovi amici del Movimento dei Focolari."

Il nuovo moderatore inizierà l'incarico in ottobre, durante l'assemblea internazionale dei dirigenti del movimento.

Il 6 agosto scorso, i vescovi hanno compiuto un pellegrinaggio a Sassello (in provincia di Savona),  paese natale di Chiara Luce Badano (1971-1990), una giovane del movimento, morta a soli 18 anni per tumore osseo e subito divenuta beata e molto amata nel mondo giovanile.


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
20/01/2010 GIAPPONE - COREA
Maria Voce, del Movimento dei Focolari, in visita in Estremo oriente
di Pino Cazzaniga
14/03/2008 ITALIA - ASIA
Chiara Lubich mi disse: Dio ha grandi progetti per il popolo cinese
di Angelo Lazzarotto
27/01/2010 FILIPPINE
Fedeltà di Cristo, fedeltà del sacerdote: al via il II° congresso nazionale dei preti filippini
di Santosh Digal
20/03/2014 ITALIA - ASIA
Dialogo interreligioso, un "rischio che vale la pena correre"
di Daniele Mazza
14/03/2008 ITALIA - ASIA
È morta Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari

In evidenza
INDIA
Card. Toppo: Imparare dai tribali dell’India ad avere cura della terra e dei suoi abitanti
di Nirmala CarvalhoL’arcivescovo di Ranchi parla ad AsiaNews in occasione della Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato (1 settembre). Nel Paese “più di un milione di tribali è cattolico, e nella nostra cultura noi rispettiamo la natura e ne celebriamo i doni”. Oggi “per essere veri testimoni di Cristo dobbiamo rispondere alla crisi ecologica attraverso una profonda conversione spirituale”.
VATICANO-IRAQ
P. Samir di Amadiya: Il Papa è la voce dei profughi irakeni
di Bernardo CervelleraIl sacerdote caldeo ha incontrato papa Francesco chiedendogli di tenere alta l’attenzione del mondo sui profughi cristiani di Mosul e della Piana di Ninive. Nella sua diocesi vivono 3500 famiglie cristiane e quasi mezzo milione di yazidi fuggiti davanti alle violenze dello Stato islamico. L’Isis non è tutto l’islam e vi sono musulmani che vogliono un Iraq della convivenza. I cristiani potrebbero emigrare, ma rimangono nella loro terra. I progetti di aiuto ai rifugiati: la scuola per i bambini, lavoro per gli adulti, una casa per ogni famiglia. L’appello di AsiaNews.
LIBANO
La Dichiarazione di Beirut: i musulmani in difesa della libertà dei cristianiLibertà di fede, di educazione e di opinione difese citando il Corano. Esse sono alla base dello Stato di diritto, che non deve essere uno Stato religioso. L’organo di riferimento dei sunniti del Libano condanna senza appello la violenza in nome di Dio. Il testo integrale del messaggio.

Dossier

Terra Santa Banner


Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate