20/03/2020, 09.00
GIAPPONE
Invia ad un amico

La fiamma olimpica arriva in Giappone, nonostante il coronavirus

Ridimensionata in modo significativo la cerimonia di accoglienza. A causa delle misure adottate contro il coronavirus, molti eventi per promuovere i Giochi hanno subito modifiche. Il Cio “sta considerando diversi scenari” ma “la cancellazione non è all'ordine del giorno”. Il 69,9% dei giapponesi non ritiene che i Giochi si terranno come previsto.

Tokyo (AsiaNews/Agenzie) – La fiamma olimpica per i Giochi di Tokyo 2020 è arrivata questa mattina in Giappone, mentre continuano a sollevarsi dubbi e timori sull'impatto che la pandemia di coronavirus possa avere sull’atteso evento sportivo. Il capitolo giapponese della staffetta della torcia, dal tema “Hope Lights Our Way” (La speranza illumina la nostra strada), inizierà la prossima settimana; porterà il fuoco ricevuto dalla Grecia in tutto il Paese, anche se le autorità hanno imposto restrizioni agli spettatori per prevenire la diffusione del virus Covid-19.

Gli organizzatori olimpici hanno dovuto ridimensionare in modo significativo la cerimonia per dare il benvenuto alla fiamma nella base Matsushima delle Forze di autodifesa aerea giapponesi a Miyagi, una delle prefetture devastate nove anni fa da un forte terremoto ed un successivo tsunami. Tenutasi in condizioni di burrasca, la funzione ha visto la partecipazione di un numero limitato di persone. Tra queste vi era il presidente del Comitato organizzatore di Tokyo 2020, Yoshiro Mori. Ieri il gruppo avrebbe dovuto prender parte a una delegazione inviata ad Atene per ricevere la fiamma, ma il piano è stato cancellato a causa dell’emergenza sanitaria in tutta Europa.

A causa delle misure preventive che il governo ha adottato contro il coronavirus, molti eventi per promuovere i Giochi hanno subito modifiche. L’accensione della fiamma si è tenuta il 12 marzo in Grecia come previsto, ma senza la presenza di spettatori. Pur ammettendo la difficile situazione attuale derivante dalla diffusione del virus, il Comitato olimpico internazionale (Cio) e i funzionari giapponesi hanno più volte insistito sul fatto che i giochi inizieranno come previsto il 24 luglio. Tuttavia, negli ultimi giorni si sono susseguite sempre più voci riguardo al rinvio dell'apertura delle Olimpiadi, che saranno seguite dalle Paralimpiadi il 25 agosto. Ad alimentarle, una serie di sospensioni agli eventi sportivi di qualificazione e le preoccupazioni per la salute degli atleti.

Il Cio ha dichiarato all'inizio di questa settimana che solo il 57% circa degli atleti si è qualificato per i Giochi di Tokyo. Ieri, durante un’intervista al New York Times, il presidente Thomas Bach ha dichiarato che il massimo organismo sportivo mondiale “sta considerando diversi scenari”, sottolineando però che “la cancellazione non è all'ordine del giorno”. Un recente sondaggio di Kyodo News ha rilevato che il 69,9% delle persone in Giappone non ritiene che i giochi si terranno come previsto, vista la diffusione del virus.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Olimpiadi di Tokyo: 'Il mio Giappone guardando avanti'
24/07/2021 09:00
Olimpiadi Tokyo: licenziato il direttore della cerimonia d'apertura
22/07/2021 08:35
Tokyo 2020, Cio: le Olimpiadi si terranno ‘con o senza Covid-19’
07/09/2020 11:09
Olimpiadi di Tokyo: l’imperatore Naruhito teme aumento contagi da Covid-19
24/06/2021 09:05
Giochi Tokyo: nuovi casi Covid, crolla il sostegno al governo Suga
19/07/2021 08:41