21/04/2015, 00.00
MACAO-CINA
Invia ad un amico

La prima messa in onore di Matteo Ricci

Del grande missionario gesuita è in corso la causa di beatificazione. Quattro cori, tre solisti, organo, ottoni guidati da Aurelio Porfiri , eseguiranno musiche e canti nel seminario di S. Giuseppe, antico luogo di formazione per i missionari dell’estremo oriente. In preparazione anche un Oratorio su Ricci, con libretto a cura di p. Gianni Criveller, missionario del Pime ad Hong Kong.

Macao (AsiaNews) – Fra qualche giorno, il 26 aprile prossimo, nello storico seminario di S. Giuseppe a Macao verrà eseguita per la prima volta una “Missa in honorem Matthaei Ricci”, per ricordare il grande missionario gesuita (1552-1610) che per primo fra i missionari stranieri potè vivere e morire a Pechino, alla corte imperiale.

Matteo Ricci non è ancora santo: solo pochi mesi fa è stata completata la documentazione per la sua causa di beatificazione. Ma questa messa – di per sé eseguita in concerto - è un segno del desiderio e della preghiera perché venga canonizzato una delle più grandi figure che – come disse Giovanni Paolo II – ha costruito “un ponte” fra l’oriente e l’occidente. In più, è significativo il luogo in cui avviene questa prima: il seminario di S. Giuseppe, infatti, per almeno due secoli è stato il luogo di formazione per i missionari che venivano inviati in Cina, Giappone ed estremo oriente.

La messa in onore di Matteo Ricci è stata composta dal maestro Aurelio Porfiri, italiano, da diversi anni residente a Macao. La messa “per assemblea, coro femminile, ottoni e organo” si avvale della presenza di ben quattro cori, oltre che dei solisti Lily Li, Mario Xia, Dian Paramita.

Intervistato da AsiaNews, il maestro Porfiri commenta: “Ovviamente non si può parlare di liturgia propria, non avendo la Chiesa pronunciato ufficialmente la sua decisione riguardo la beatificazione del missionario gesuita. Si può dire che è una Messa che intende onorarlo in quella Macao dove egli visse per un certo periodo, prima di inoltrarsi per la Cina continentale. E' una Messa che prevede il canto dell'assemblea arricchito dalle polifonie del coro e dalla solennità degli ottoni e dell'organo”.

Non è la prima volta che Aurelio Porfiri, si occupa di Matteo Ricci. In effetti da tempo egli lavora a un altro progetto, un Oratorio dedicato al grande missionario maceratese, con musica da lui composta e libretto del padre Gianni Criveller, Pime. Porfiri spera di portare a compimento questo progetto entro la fine del 2015.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Un successo il “memorabile” concerto-messa in onore di Matteo Ricci (il video)
28/04/2015
Sacerdote cinese porta al papa doni da Sheshan e Shanghai
16/06/2010
Da Shanghai a Roma, la gioia di essere prete nell’Anno sacerdotale
15/06/2010
Macerata e Shanghai: scambio di busti di bronzo di Matteo Ricci e Xu Guangqi
02/01/2015
Matteo Ricci e Xu Guangqi, due santi che la Chiesa cinese merita di vedere insieme sugli altari
26/03/2014