06/02/2019, 15.48
INDIA-VATICANO
Invia ad un amico

La prossima Giornata del malato a Calcutta, sotto il segno di Madre Teresa

Il papa ha nominato come suo inviato l’arcivescovo di Dhaka, card. D’Rozario. Presente anche il card. Turkson, Prefetto del Dicastero vaticano per lo sviluppo integrale. Il programma in tre giornate prevede studi, ma anche visita a centri di assistenza ai malati. La messa sulla tomba di Madre Teresa.

Calcutta (AsiaNews) – “Madre Teresa è il simbolo splendente della cura per gli afflitti nella Città della Gioia, nella nazione e in tutto il mondo”. Così Madre Prema, ha sottolineato il significato della Giornata del Malato che quest’anno si celebra proprio nella “Città della Gioia”, Calcutta, dal 9 all’ 11 febbraio.

Madre Prema, succeduta a Madre Teresa nella direzione delle Missionarie della Carità, ha partecipato oggi pomeriggio alla conferenza stampa di presentazione, tenutasi nella sala dell’episcopio di Calcutta. All’incontro, ha fatto da moderatore il p. Dominic Gomes, vicario generale dell’arcidiocesi.

Anche papa Francesco, nel suo Messaggio in occasione della Giornata, ha richiamato l’esempio e la testimonianza della Madre di Calcutta. Il tema affrontato quest’anno è tratto da una frase del vangelo di Matteo: “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”. Egli ha anche nominato il l’arcivescovo di Dhaka, card. Patrick D’Rozario, ad essere suo rappresentante. Sarà presente anche il card.  Peter A. Turkson, prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale

La Giornata, alla sua 27ma edizione, si celebra in occasione della memoria della Madonna di Lourdes, l’11 febbraio. Ma a Calcutta la Giornata si svolgerà in tre giorni.

Il primo giorno completo, il 9 febbraio, è dedicato a un convegno di studio sui fondamenti teologici della pastorale della salute, alla Nuova Carta degli operatori sanitari e alle nuove frontiere del servizio ai poveri marginalizzati. In serata vi sarà la messa sulla tomba di Madre Teresa, presso la Casa Madre delle Missionarie della Carità, presieduta dall’arcivescovo di Calcutta, mons. Thomas D’Souza.

Il secondo giorno è prevista la visita a tre centri di salute della Chiesa locale - Shanti Dam, Prem Dam e St. Joseph’s Home - gestiti dalle Missionarie della Carità e dalle Piccole sorelle dei poveri, che si occupano dell’assistenza sanitaria verso i malati poveri e abbandonati, con particolare attenzione per le donne affette da disturbi mentali. Nel pomeriggio il card. Turkson presiederà messa con l’unzione degli infermi presso il St. Xavier’s College di Calcutta.

L’11 febbraio, presso la basilica del Santo Rosario a Bandel, avranno luogo le celebrazioni solenni per la 27ma Giornata Mondiale del Malato, che si celebra anche in tutte le diocesi del mondo. La Santa Messa sarà presieduta dal card. D’Rozario. Seguirà l’unzione degli infermi.

(Ha collaborato Nirmala Carvalho)

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Card. D’Rozario: Guarire i malati e perdonare i peccati dell’uomo
13/02/2019 12:34
Giornata del Malato, card. Turkson: donare l’amore di Cristo in maniera gratuita (Foto e video)
11/02/2019 11:41
Papa: Madre Teresa, modello di amore gratuito verso chiunque soffra
08/01/2019 12:09
Prima festa ufficiale per la beata Madre Teresa
06/09/2004
Papa: i poveri "non possono diventare un'occasione di guadagno"
04/12/2014