23 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 01/12/2006, 00.00

    iran - turchia - vaticano

    La stampa iraniana negativa verso il papa in Turchia

    Darius Mirzai

    Si accusa Benedetto XVI di "islamofobia" e di collusione con Bush e Blair. L'ecumenismo del papa è sentito come un pericolo per l'Islam, ma soprattutto un giudizio sui cattivi rapporti fra sciiti e sunniti in Iraq e in Iran.

    Teheran (AsiaNews) – Toni molto discreti, ma anche negativi caratterizzano commenti e notizie della stampa iraniana verso il viaggio del papa in Turchia.

    Il discorso di Regensburg e la polemica nata dalla citazione di Manuele II Paleologo avevano riempito quasi tutte le prime pagine della stampa iraniana, con toni da vittimismo o con titolo trionfanti ("Il Papa chiede scusa"). Erano state organizzate alcune dimostrazioni di piazza "spontanee", alcuni leader hanno criticato l'"islamofobia" del Papa.

    Solo l'ex presidente Kathami e il suo successore Ahmadinejad avevano rinunciato a criticare quel discorso.

    Adesso, la visita del sommo pontefice nella vicina Turchia occupa spazi molto ridotti.

    Gli editoriali, strettamente controllati dal Ministero della Cultura e dell'Orientamento islamico, ricordano ancora Regensburg senza le precisazioni fatte dal papa (le cosiddette "scuse"). L'impressione generale che viene data dalla stampa è che Benedetto XVI è davvero "islamofobo", anzi ancora di più.

    Anche se papa Ratzinger ha rinunciato al titolo tradizionale di "Patriarca d'Occidente", la stampa iraniana lo considera alla stregua (o alleato) di Bush e Blair – come se la politica anglo-americana fosse "cristiana" o come se la Chiesa cattolica fosse soltanto occidentale. Il quotidiano riformista "Iran News" parla di "relazioni islamo-cristiane al punto il più basso dal tempo delle Crociate" e di una visita pontificia "controversa e clamorosa", disprezzata dalla società turca.  Il giornale conservatore Tehran Times scrive in prima pagina: "Dialogo con l'islam o alleanza cristiana contro i musulmani?".

    Entrambi i giornali sottolineano che la visita di Benedetto XVI serve a unire di più i cristiani e a rafforzarli di fronte allo stato turco per avere più spazio.

    La perplessità della stampa iraniana verso l'ecumenismo cristiano e le accuse sottili di una coalizione anti-islamica si possono interpretare in vari modi. Ma forse c'è soprattutto un'amara gelosia: tra sunniti e sciiti non c'è ecumenismo e tentativo di unione, ma una vera e propria guerra di religione tra musulmani, come è evidente nel vicino Iraq. A Teheran la situazione non è migliore: vi sono chiese e sinagoghe, ma i musulmani sunniti non hanno neppure una moschea. Per coloro che non vogliono frequentare luoghi di culto clandestini, l'unica possibilità di partecipare alla preghiera del venerdì è andare in un'ambasciata straniera (Indonesia, Arabia Saudita). Per questo a diversi leader sciiti locali non è piaciuta né la testimonianza fraterna fra cattolici e ortodossi, né il discorso di Benedetto XVI sui diritti delle minoranze religiose.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    17/09/2006 turchia - vaticano
    A rischio il viaggio del papa in una Turchia che perde sempre più la sua laicità

    La polemica sul discorso del Papa, sul rapporto fra Islam e violenza, sembra studiata ad arte per rafforzare il fondamentalismo nazionalista. I cristiani turchi chiedono ai musulmani moderati di far sentire la loro voce se non vogliono che il Paese tradisca l'eredità di Ataturk e la democrazia.



    29/11/2006 VATICANO - TURCHIA
    Benedetto XVI incontra Bartolomeo I : Insieme verso la piena unità

    La visita al Patriarcato ecumenico è il motivo fondamentale del viaggio in Turchia, per la festa di sant'Andrea. Attesa per domani una dichiarazione comune. Istanbul sotto grandi misure di sicurezza. Dal nostro inviato.



    27/11/2006 turchia - vaticano
    Cattolici e ortodossi turchi in preghiera per l'arrivo del papa

    I cristiani affronteranno fino a 18 ore di viaggio per partecipare alla messa con Benedetto XVI ad Efeso. Le parole del pontefice all'Angelus di ieri sul "caro popolo turco", definite dai media "un messaggio caldo e amichevole".



    26/10/2006 TURCHIA – VATICANO
    Per la visita del Papa, l'edizione in turco di "Io credo", sintesi del catechismo cattolico

    E' una iniziativa di Aiuto alla Chiesa che soffre, che vede nel viaggio papale e nei colloqui per l'ingresso dela Turchia nella Ue l'occasione per chiedere il pieno rispetto della libertà di religione. Mons. Padovese: il Papa va per parlare con i musulmani e soprattutto con gli ortodossi.



    28/11/2006 VATICANO - TURCHIA
    Papa: in Turchia un viaggio "pastorale, non politico"

    Nel corso di un colloquio informale con i giornalisti, Benedetto XVI sottolinea la fiducia e la speranza con i quali affronta il delicato viaggio in Turchia e si dice favorevole all'ingresso di Ankara in Europa. Un pensiero anche per il prossimo incontro fra le Chiese sorelle di Roma e Costantinopoli. All'atterraggio, l'accoglienza del premier Erdogan. Dal nostro inviato.





    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®