21/08/2017, 08.58
PAKISTAN
Invia ad un amico

Lahore, si gioca a cricket per l’armonia tra le religioni

di Kamran Chaudhry

Ieri si è disputata la finale della Pakistan Peace League. Il torneo è stato vinto dalla squadra della St. Francis Church di Lahore, capitanata da uno studente musulmano. La passione agonistica “crea spirito di squadra, che rafforza i legami”. Combattere la discriminazione religiosa nello sport.

Lahore (AsiaNews) – Giocare a cricket per costruire l’armonia tra le religioni. È l’obiettivo della Pakistan Peace League (Ppl), torneo in cui si scontrano otto squadre composte da 11 membri ciascuna, tutti di fede diversa. Ieri si è disputata la finale, vinta dalla squadra della St. Francis Church di Lahore, che si è aggiudicata anche il primo premio del valore di 10mila rupie (circa 80 euro). A condurre i compagni alla vittoria Muhammad Saqib, uno studente di religione musulmana, che per la prima volta ha giocato con giovani cristiani. Ad AsiaNews spiega di non aver mai sostenuto una competizione con altri giocatori cristiani “non perché sono contro il cristianesimo, ma perché non li avevo mai incontrati nei gruppi di cricket. La nostra vittoria, è stata una vittoria della squadra. Ho apprezzato il favore del pubblico e non vedo l’ora di incontrare di nuovo i miei compagni”.

Saqib studia economia ed ammette di “non conoscere il cristianesimo”. Egli non è un volto nuovo del cricket, sport in cui per due volte è emerso come “uomo-partita” del campionato T-20 della Nazionale disabili. Nel 2000 il giovane ha perso il braccio destro a causa di un incidente automobilistico, ma non ha abbandonato il gioco. La sua passione travolgente ieri ha trascinato i compagni verso il traguardo. “Io non so niente di san Francesco – dice – ma ho guadagnato tanti nuovi amici. Qualche volta farò visita alla chiesa. E i miei compagni sono i benvenuti alla moschea”.

La Pakistan Peace League è sponsorizzata da varie organizzazioni per i diritti umani, comprese le Nazioni Unite. Ad aprire le partite, canti e rappresentazioni teatrali sul tema “Youth Building Peace”, che è stato il filo conduttore della Giornata internazionale dei giovani del 2017. Alyas Rehmat, direttore operativo di Community Healthy Advocacy Network At Nation (Chanan), sponsor della manifestazione, dichiara: “Noi crediamo che lo sport sia più importante che organizzare seminari e marce sull’armonia interreligiosa. I nostri giovani amano il cricket e la passione può condurre a creare spirito di squadra, che rafforza i legami. Inoltre il gioco del cricket attira i cristiani, cu di solito non vengono date grandi opportunità nel Paese islamico”.

Il direttore cita l’esempio di Yousaf Youhanna, unico capitano non musulmano ad ottenere un posto in Nazionale, che poi dal cristianesimo si è convertito all’islam. Allo stesso modo Danish Kaneria, di religione indù: egli è stato il secondo giocatore ad essere ammesso in squadra, ma su di lui pende un bando dal 2012. “Kaneria è rimasto impantanato dalla politica – afferma Rehmat –, la religione della maggioranza domina tutte le sfere, compreso lo sport. C’è davvero poco spazio per i giocatori che professano una fede differente. Essi hanno bisogno di grande sostegno”.

Anche la Caritas del Pakistan è in prima linea nell’organizzazione di programmi che stimolano la creazione di un clima di pace. Alle sue competizioni sportive di solito partecipano migliaia di giovani e bambini, provenienti dalle diocesi di Multan, Lahore e Hyderabad. Secondo il braccio sociale della Chiesa cattolica, “lo sport può essere usato come strumento a basso costo, ma con grande impatto negli sforzi umanitari, di sviluppo e di costruzione della pace”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Commissione Giustizia e pace: ‘Atto inumano’ la profanazione del Corano in Norvegia
25/11/2019 10:51
Minacce di morte per il vescovo filippino che lotta contro il gioco d'azzardo
19/05/2005
La festa per un tempio sikh, ‘ponte di pace’ tra India e Pakistan (Foto)
08/11/2019 12:21
Card. Gracias: Il ruolo dell’educazione per promuovere l’armonia interreligiosa
01/02/2018 11:52
Vescovo di Sylhet: "Solo l'armonia tra le religioni porterà la pace nel mondo"
14/06/2014