19 Agosto 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  •    - Arabia Saudita
  •    - Bahrain
  •    - Emirati Arabi Uniti
  •    - Giordania
  •    - Iran
  •    - Iraq
  •    - Israele
  •    - Kuwait
  •    - Libano
  •    - Oman
  •    - Palestina
  •    - Qatar
  •    - Siria
  •    - Turchia
  •    - Yemen
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 28/06/2016, 08.59

    LIBANO - SIRIA

    Libano, attentati nella cittadina cristiana al confine con la Siria: otto feriti



    In serata tre kamikaze hanno colpito nel centro di al-Qaa; uno di loro si è fatto esplodere davanti alla chiesa, altri due nei pressi del comune. In mattinata quattro attentatori avevano causato nove vittime. Scontri fra esercito e jihadisti in periferia. Per un sacerdote i terroristi "vogliono colpire una zona simbolo di convivenza fra cristiani e musulmani". Appello del patriarca Rai. 

    Beirut (AsiaNews) - Una seconda serie di attacchi suicidi ha colpito nel tardo pomeriggio di ieri la cittadina di al-Qaa (zona orientale del Libano, nei pressi del confine con la Siria) provocando almeno otto feriti. In precedenza, poco prima dell’alba, quattro kamikaze si erano fatti già esplodere nell’area a maggioranza cristiana, causando nove morti - fra cui i quattro attentatori - e una quindicina di feriti, alcuni dei quali in modo grave. 

    Testimoni locali riferiscono che tre attentatori suicidi, a bordo di motocicli, si sono fatti saltare in aria in diversi punti del centro città. Uno di questi si è fatto esplodere nell’area antistante la chiesa, mentre gli altri due di fronte alla sede del comune. 

    George Kettaneh, capo della Croce rossa libanese, conferma il ferimento (lieve) di otto persone che si aggiunge al decesso dei tre attentatori, morti nello scoppio della cintura esplosiva. 

    Intanto nella periferia della cittadina sono continuati per diverse ore scontri a fuoco fra l’esercito libanese e gruppi estremisti armati. 

    Raggiunto da L’Orient-le Jour (Loj) p. Elian Nasrallah, parroco ad al-Qaa, si è detto "non sorpreso" dagli attacchi, visto che da tempo gruppi terroristi “operano nella zona”, una minaccia che dura “da quattro anni”. Per il sacerdote l’obiettivo dei gruppi jihadisti è quello di “cacciare gli abitanti” per “assumere il controllo” di un’area finora “esempio di convivenza pacifica” fra cristiani e musulmani. 

    Al-Qaa è uno dei tanti villaggi lungo il confine fra il Libano e la Siria, nazione sconvolta da cinque anni di guerra che hanno causato almeno 280mila vittime e originato una crisi umanitaria senza precedenti.

    Il conflitto siriano ha inoltre acuito le tensioni confessionali in Libano, nazione da oltre due anni incapace di eleggere il presidente della Repubblica e in preda a una gravissima crisi politica e istituzionale.

    Da tempo l’esercito libanese è impegnato in una lotta a tutto campo contro le fazioni jihadiste attive lungo la frontiera e sta cercando di reprimere le cellule locali che operano nell’area.

    La nuova ondata di violenze preoccupa anche il patriarca maronita card Beshara Rai, che invita il Paese all’unità di fronte agli attentati che hanno investito la cittadina cristiana di al-Qaa, provocando morti e feriti. Egli lancia un appello alle autorità, perché intervengano con decisione per “risparmiare altre tragedie” alla nazione. 

    Impegnato in un viaggio pastorale negli Stati Uniti, il porporato ha espresso il suo “grande dolore per gli attacchi bomba” nella “cara cittadina di al-Qaa”. “È una città di pace, amore e coesistenza - ha aggiunto - e i suoi figli hanno ancora una volta salvato la vita di molte persone innocenti”. 

    Invitando i cittadini a rilanciare l’ideale di “unità nazionale e solidarietà” per affrontare le sfide poste dal terrorismo e dagli attacchi contro il Libano, il patriarca maronita chiede ai responsabili di governo di “assumersi le proprie responsabilità agli occhi della nazione, per scongiurare nuove tragedie”. Infine, egli ha rivolto un plauso all’esercito e alle forze di sicurezza, per le quali chiede “il massimo sostegno a tutti i livelli”. 

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    30/06/2016 10:24:00 LIBANO - SIRIA
    Vescovo libanese: Al-Qaa è un simbolo di convivenza, i terroristi non vinceranno

    Mons. Elias Rahal, arcivescovo greco-melkita di Baalbek, ha visitato le zone teatro degli attentati. L’intervento dell’esercito libanese ha ripristinato la calma. Egli racconta una realtà “di frontiera”, dove cristiani e musulmani vivono in modo pacifico e fruttuoso: "Non lasceremo mai questa terra".



    30/06/2016 08:59:00 LIBANO - SIRIA
    I cristiani di Al-Qaa celebrano i funerali delle vittime. Mons. Rahal: “Militarizzare la zona”

    L’intera comunità ha salutato per l’ultima volta i cinque fedeli deceduti durante gli attacchi del 27 giugno. Nell’omelia l’arcivescovo greco-melkita afferma: “Rimarremo in questa terra”. Egli chiede al governo di risolvere la situazione di emergenza nel campo profughi alla periferia della cittadina. Fonti locali: l’obiettivo degli attentatori è quello di eliminare la presenza cristiana. 



    27/06/2016 08:54:00 LIBANO - SIRIA
    Libano: nove morti e 15 feriti in una serie di attentati al confine con la Siria

    Colpito il villaggio a maggioranza cristiana di al-Qaa. Quattro diversi kamikaze si sono fatti esplodere a 10 minuti di distanza. Fra i feriti vi sono persone in condizioni critiche. Il ministro della Sanità ha ordinato a tutti gli ospedali dell’area di accogliere i feriti e di curarli a spese del governo. I riflessi del conflitto siriano in Libano. 



    16/10/2014 MEDIO ORIENTE
    La cieca politica arabo-americana dei bombardamenti rafforza lo Stato islamico
    Oltre un mese di raid aerei non ha indebolito i miliziani. Serve una operazione di terra. Le mappe pubblicate sui media sminuiscono le reali conquiste dei miliziani. La politica internazionale concentra l’attenzione su Kobane, in Siria, dove il vero obiettivo resta Assad. Ma intanto l’Iraq che sta per cadere nel silenzio generale. L’analisi di due studiosi, per gentile concessione de L’Orient-Le Jour. Traduzione a cura di AsiaNews.

    27/10/2014 LIBANO - SIRIA
    Tripoli, offensiva dell’esercito libanese contro le milizie islamiste
    I militari hanno lanciato una vasta operazione per cacciare i gruppi jihadisti dal cuore della città vecchia e dal sobborgo sunnita di Bab al-Tabbaneh. Nuovo scontro anche nella regione di Arsal. Dal Patriarca Raï sostegno all’esercito, impegnato a garantire “sicurezza e stabilità”. Beirut non è più in grado di accogliere altri profughi dalla Siria.



    In evidenza

    LIBANO-M. ORIENTE-VATICANO
    Patriarchi cattolici d’Oriente: Il genocidio dei cristiani, un affronto contro tutta l’umanità

    Fady Noun

    Colpite da guerre, emigrazione e insicurezza, le comunità cristiane si sono ridotte ormai a un “piccolo gregge” nell’indifferenza internazionale. Un appello a papa Francesco e alla comunità internazionale. Cattolici e ortodossi condividono gli stessi problemi. La fine dei cristiani in Oriente sarebbe “uno stigma di vergogna per tutto il XXI secolo”.


    COREA
    Vescovi coreani: No alle ‘provocazioni imprudenti’. Fermiamo l’escalation nucleare lavorando per la ‘coesistenza dell’umanità’



    I vescovi coreani hanno diffuso oggi un’Esortazione sulle tensioni crescenti attorno alla penisola coreana. La Corea del Nord, ma anche i “Paesi limitrofi” rischiano di compiere “azioni precipitose, senza freni”, che potrebbero portare alla “morte di innumerevoli persone” e a “piaghe profonde per l’intera l’umanità”. Ridurre le spese militari e potenziare le spese per lo sviluppo umano e culturale. L’appello a usare “la coscienza, l’intelligenza, la solidarietà, la pietà e il mutuo rispetto”. La preghiera nel giorno dell’Assunta, festa dell’indipendenza coreana.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®