14 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 12/08/2015, 00.00

    SIRIA

    Lo Stato islamico libera 22 cristiani assiri della zona di Hassaké



    Fra essi vi sono 14 donne anziane. Restano ancora 187 cristiani ostaggi dello SI. I miliziani domandano 100mila dollari per ogni ostaggio.

    Damasco (AsiaNews) – Lo Stato islamico (SI) ha liberato 22 cristiani assiri, rapiti almeno sei mesi fa nella zona nord-est della Siria.  Essi fanno parte di un gruppo di oltre 200 cristiani, trascinati via dai loro villaggi della provincia di Hassaké. La notizia viene dall’ Assyrian Observatory for Human Rights, che ha pure pubblicato alcune foto delle persone liberate, fra le quali vi sono 14 donne e provengono dai villaggi di Tal Shamiram and Tal Jazira. Diversi fra i ritratti sono anziani, piangenti. Il loro rilascio è avvenuto grazie alle mediazioni di alcuni sacerdoti della Chiesa assira. Sono in corso anche negoziati per liberare altri 187 ostaggi, nelle mani dello SI, che richiede 100mila dollari Usa per ogni ostaggio.

    I cristiani assiri sono circa 30mila, cioè circa il 2,5% dei cristiani in Siria (1,2 milioni). La maggior parte di loro viveva nella zona di Hassaké, al centro di una lotta fra lo SI, le truppe regolari e altri gruppi estremisti islamici nemici di Bashar Assad e dello SI.

    In febbraio la loro zona è stata occupata dallo SI, che ha preso in ostaggio (forse per usarli come scudi umani) centinaia di cristiani. Lo scorso maggio le forze kurde hanno sconfitto e cacciato lo SI da 14 villaggi cristiani.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    18/11/2015 EGITTO – SIRIA
    Patriarca Younan: L’Isis non si sconfigge con i raid, l’Occidente ha tradito i cristiani
    Il capo della Chiesa siro-cattolica, Mar Ignace Youssif III Younan, accusa i governi dell’Ovest di mantenere un “conflitto infinito in Siria” per una volontà egemonica. I terroristi che usano l’islam come pretesto per la violenza “sono già infiltrati in Europa, sostenuti dai soldi di Arabia Saudita e Paesi del Golfo sotto la supervisione dei governi occidentali”. Papa Francesco “vero difensore della giustizia, è pieno di dolore per quanto sta accadendo in Siria e Iraq”.

    11/03/2016 13:59:00 SIRIA
    Io, prigioniera dell'Isis: ai rapitori che volevano convertirmi ho fatto il segno della Croce

    AsiaNews ha raccolto la testimonianza di Josephine, una delle centinaia di cristiani di Hassakeh per un anno nelle mani di Daesh (o Isis, lo Stato islamico). La ragazza parla delle sofferenze psicologiche, dei tentativi di conversione, della lontananza dai parenti maschi. Salva “grazie alla fede”. La madre Caroline, operatrice Caritas, è l’unica ad aver scampato il sequestro. Ha trattato il rilascio con i jihadisti e ha regalato loro copie della Bibbia. Ora spera di “incontrare il papa” con tutta la famiglia.



    23/01/2015 GIAPPONE - ISLAM - SIRIA
    Scaduto l'ultimatum per gli ostaggi giapponesi. Lo Stato islamico inizia il conto alla rovescia
    I terroristi: "Il tempo è finito, pronti a ucciderli. Il governo Abe ha mentito". La madre del giornalista rapito: "Vivo nel dolore. Lui non è un vostro nemico, liberatelo". Musulmani nipponici in preghiera.

    02/03/2015 SIRIA - ISLAM
    Siria, hanno pagato un riscatto i 19 cristiani assiri liberati dallo Stato islamico
    I fondamentalisti hanno preso il controllo dell'area di Tal Tamr e di almeno 10 villaggi cristiani, portando via 220 uomini. Giudicati da una "corte islamica", sono stati liberati dopo il pagamento di 1.700 dollari a persona. I negoziatori - assiri e capi tribali islamici - stanno lavorando per la liberazione del resto del gruppo.

    26/01/2015 GIAPPONE - SIRIA - ISLAM
    Tokyo conferma la morte dell'ostaggio e prende tempo sullo scambio di prigionieri
    Il governo Abe denuncia la "terribile e imperdonabile esecuzione" di Haruna Yukawa, tenuto ostaggio insieme a Kenji Goto dai terroristi dello Stato islamico in Siria. I fondamentalisti vogliono il rilascio di Sajida al-Rishawi, che nel 2005 partecipò all'attentato di Amman costato la vita a 60 persone. Pechino attacca il Sol Levante: "Tragedia annunciata, pagate il sostegno agli Stati Uniti".



    In evidenza

    MEDIO ORIENTE - USA
    Gerusalemme capitale, cristiani in Medio oriente contro Trump: distrugge le speranze di pace



    Il patriarcato caldeo critica una scelta che “complica” la situazione e alimenta “conflitti e guerre”. Il card. Raï parla di “decisione distruttiva” che viola le risoluzioni internazionali. Il papa copto Tawadros II cancella l’incontro col vice-presidente Usa Pence. Continua la protesta “rassegnata” dei palestinesi. Attivisti israeliani: gli Usa hanno abdicato al ruolo di mediatori nella regione. 

     


    CINA
    Le false promesse di Xi Jinping e la cacciata della ‘popolazione più bassa’ da Pechino

    Willy Wo-Lap Lam

    Decine di migliaia di migranti e le loro famiglie sono stati espulsi e mandati via dalla capitale. Eppure al recente Congresso del Partito, il presidente Xi ha promesso sostegno e aiuti contro la povertà. Nessuna ricompensa e nessun aiuto legale o caritativo per gli sfollati. Esiste nel Paese un “darwinismo sociale”, che condanna all’emarginazione le classi rurali e fa godere di privilegi e aiuti le classi cittadine. Per gentile concessione della Jamestown Foundation.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®