22 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 22/08/2011, 00.00

    VIETNAM – CINA

    Mar cinese meridionale: Hanoi contro le proteste, arrestati 50 manifestanti anticinesi

    Thanh Thuy

    Agenti in borghese e polizia hanno fermato un gruppo pacifico, che dimostrava nei pressi del lago Haon Kiem, nel centro della capitale. Tra i dimostranti studenti, intellettuali e semplici cittadini che condannano l’imperialismo di Pechino. Ancora ignota la sorte di cinque marinai vietnamiti sequestrati dalla marina cinese.
    Hanoi (AsiaNews) – La polizia vietnamita ha arrestato almeno 50 persone, riunite ieri nel centro di Hanoi per protestare contro le mire di Pechino nel Mar cinese meridionale. Gli attivisti e patrioti scesi in piazza – tra studenti, intellettuali e semplici cittadini – hanno lanciato per pochi minuti slogan e frasi contro il potente vicino, poi l’intervento delle forze dell’ordine ha disperso l’assembramento. La diatriba attorno alle isole potrebbe trasformarsi in una fonte di dissenso interno e causare proteste di più ampia portata, sulla falsariga della Primavera araba in Medio oriente e Nord Africa. Per questo il governo è intervenuto con decisione e conferma la politica di “tolleranza zero” contro le proteste pacifiche.

    Le autorità hanno infatti mantenuto quanto promesso nei giorni scorsi – attraverso le colonne del quotidiano Hanoi Moi vicino al partito comunista – arrestando il gruppo di manifestanti pacifici riunito nei pressi del lago Haon Kiem, nel centro della capitale. Nell’articolo venivano annunciate “tutte le misure necessarie” e l’utilizzo di “forze adatte allo scopo”, al fine di sedare le proteste che da due mesi animano le domeniche di Hanoi (è l’11ma protesta pubblica, dal 5 giugno scorso).

    Ieri i dimostranti si erano riuniti per contestare le mire espansionistiche di Pechino nel Mar cinese meridionale, in un’area da tempo teatro di tensioni fra Vietnam, Filippine e Cina. L’obiettivo è controllare le acque attorno alle isole Spratly e Paracel, pressoché disabitate ma caratterizzate da giacimenti, petrolio, materie prime e ricche di pescato. Pechino intende “impossessarsi” del’85% del territorio, invadendo porzioni di mare che appartengono ad altri Paesi fra cui Vietnam, Indonesia, Singapore e Filippine. La Cina ha definito il Mar cinese meridionale di “vitale interesse” a livello geografico, strategico ed economico e già in passato aveva imposto con la forza la propria presenza attorno agli atolli (1974 e 1988).

    Le proteste dei manifestanti vietnamiti sono durate poco più di sette minuti; le forze dell’ordine, coadiuvate da diversi agenti in borghese, hanno caricato gli attivisti a bordo di due bus con vetri oscurati. I fermati sarebbero almeno 50 e hanno continuato a lanciare slogan e canti anche a bordo dei veicoli, fra cui “Abbasso l’invasione cinese” e “Proteggiamo il Vietnam, la nostra terra madre”, difendiamo i “nostri patrioti” perché “Le isole Spratly e Paracel sono del Vietnam”. Il gruppo di dimostranti è formato da studenti, intellettuali, artisti, avvocati, scrittori e semplici cittadini. Uno di loro, presente alla manifestazione di ieri, ha spiegato che i vietnamiti “hanno vinto la paura” e protestano per “proteggere la nostra nazione”.

    Intanto non si hanno notizie di cinque pescatori vietnamiti, arrestati da una vedetta della marina cinese il 18 agosto. Il fermo è confermato anche dalle autorità della provincia di Quảng Bình e sarebbe avvenuto in acque al centro della contesa. La moglie del capitano del peschereccio, Nguyễn Văn Thạnh, ha dichiarato alla stampa che è stato chiesto un “riscatto” di 6.250 dollari” per il rilascio, ma al momento “mio marito e il suo gruppo non sono stati ancora liberati”.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    15/12/2016 11:12:00 CINA - USA
    Esperti Usa: la Cina è pronta in caso di conflitto nel mar Cinese meridionale

    Nuove foto dell’Asia Maritime Transparency Initiative mostrano che Pechino ha installato armi e sistemi di difesa missilistica su ognuna delle sette isole artificiali che ha costruito nelle zone contese: “Non sapevamo che avessero sistemi così grandi e così avanzati”.



    12/10/2010 VIETNAM - CINA - STATI UNITI
    Il Vietnam invita la Cina al dialogo per le dispute territoriali
    Ad Hanoi è iniziato ieri il primo convegno Asean per la cooperazione militare, con la partecipazione anche di Cina, Russia, Stati Uniti. Da mesi Pechino cerca di affermarsi con la forza su territori contesi, ma ora gli altri Paesi si rivolgono alla comunità internazionale.

    31/05/2014 VIETNAM - CINA
    Mar Cinese meridionale: navi cinesi in assetto di guerra assaltano vedette e pescatori vietnamiti
    Oltre a vedette e navi da guerra, la Cina usa anche jet da combattimento che violano lo spazio aereo del Vietnam. Almeno 30 vedette vietnamite sono state colpite in questi giorni. Un peschereccio è affondato. Un altro ha subito arrembaggio da militari cinesi.

    23/03/2009 CINA
    Cresce il “confronto” nel Mar Cinese Meridionale
    La Cina dice che ritiene chiuso “l’incidente” con la nave Usa del 7 marzo, al largo dell’isola Hainan. Ma intanto manda proprie navi nel Mar Cinese Meridionale “per controllo” suscitando l’ira di Filippine e altri Stati. Esperti: se non si sarà cooperazione, si rischia un duro confronto.

    30/07/2010 CINA - VIETNAM - USA
    La Cina è "sovrana" del Mar Cinese Meridionale. Scintille con Usa e Vietnam
    Ferma dichiarazione del ministero della Difesa, dopo che la marina cinese ha svolto imponenti manovre militari nella zona, teatro di aspre dispute territoriali tra Pechino e altri Stati. Il monito degli Usa, pronti a cooperare con Pechino, ma non a disinteressarsi dell’area.



    In evidenza

    BANGLADESH
    Snehonir, la ‘Casa della Tenerezza’ per disabili (Foto)



    La struttura nasce 25 anni fa dall’opera delle suore Shanti Rani e dei missionari Pime. A Rajshahi accoglie disabili mentali e fisici, sordomuti, ciechi, orfani, poveri, abbandonati. “Il principio-guida è avviarli alla vita”.


    COREA
    L’abbraccio delle atlete della Corea unita, sconfitte in gara, ma ‘prime’ nella storia



    Oggi hanno perso l’ultima partita conto la Svezia e sono finite al settimo posto. Le lacrime per l’imminente separazione. L’orgoglio della coach canadese: “I politici hanno preso la decisione esecutiva. Le nostre giocatrici e il nostro staff sono quelli che l'hanno fatta funzionare”. Atleta sudcoreana: spero che il nostro Paese sia fiero di noi: era una cosa più grande dell’hockey.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®