23 Giugno 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 22/10/2004, 00.00

    INDIA

    Minatori bambini: un aiuto dai centri cristiani



    Hyderabad (AsiaNews/Ucan) – Baddeti Appana, 14 anni, sogna di diventare un medico, ma la sua vocazione è nata in una cava di pietra. Fino ad 8 anni fa, Baddeti lavorava 10 ore al giorno in una cava di pietre nello stato dell'Andhra Pradesh, nel sud dell'India. Il suo lavoro garantiva 15 rupe (circa mezzo dollaro) in più nelle tasche della famiglia, una boccata d'ossigeno per il magro bilancio familiare. Baddeti è il più grande di 5 figli e lavorava in miniera dall'età di 4 anni.

    Il suo destino sembrava segnato quando un incidente lo ha reso inabile al lavoro, ma un gruppo di volontari per il recupero di bambini lavoratori lo ha incontrato e lo ha portato con sé. I genitori, anch'essi minatori, non lo hanno lasciato andare volentieri, perché veniva a mancare una forza lavoro per il sostentamento della famiglia. Vinte le resistenze dei genitori, Baddetti ha cominciato a frequentare dei corsi di recupero dimostrando subito grande impegno; ora gli insegnanti lo hanno indirizzato in una scuola pubblica e frequenta la seconda elementare.

    Come lui, molti altri bambini hanno trovato aiuto e sostegno nei centri di accoglienza del VRO (Organizzazione per la Ricostruzione del Villaggio), che da 15 anni ha un programma di recupero per lavoratori bambini, che comprende istruzione e scuole di avviamento professionale.

    Naka Ramana, 12 anni, è in quarta elementare; la scuola era l'ultimo posto che avrebbe voluto frequentare. Dopo la morte del padre, travolto da un masso, ha cominciato a lavorare a tempo pieno nella cava per aiutare la famiglia. I membri del VRO lo hanno incontrato e gli hanno chiesto di seguirlo al centro nonostante l'opposizione della madre. Egli ora frequenta la scuola e segue un corso di formazione professionale: "Voglio diventare un bravo carpentiere – afferma il bambino – per contribuire al mantenimento della famiglia".  

    Il programma di recupero del VRO ha permesso il recupero di almeno 2000 bambini, strappati al lavoro delle miniere. Esso si basa sull'educazione offerta in 3 centri a Rajahmundry, nell'East Godavari (1800 km a sud-est di New Delhi)  Attualmente i centri ospitano 387 bambini di 61 diversi villaggi; il programma promuove l'educazione e lo sviluppo di maschi e femmine di età compresa fra i 6 e i 14 anni. Il vitto e l'alloggio sono gratuiti. "Molti ex studenti del centro si sono affermati nel campo lavorativo" afferma Appala Naidu, direttore di uno dei centri di Rajahmundry. E ricorda che 15 giovani ospitati in passato dal centro lavorano come carpentieri e guadagnano 200 rupie (circa 4 dollari e 50 centesimi) al giorno. Altri 5 che studiavano sartoria hanno trovato un lavoro regolare.

    Il VRO è nato nel 1971 a Guntur, distretto dell'Andhra Pradesh, grazie all'opera del padre gesuita belga Michael A. Windley. Il progetto originario si è diffuso nel tempo in altri stati dell'India: Delhi, Maharashtra, Orissa, Rajasthan e Tamil Nadu. I centri sono divisi in dipartimenti specifici dedicati a: agricoltura, istruzione, industria, sanità, ricerca e sperimentazione.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    12/06/2008 PAKISTAN
    Pakistan, solo il governo può vincere contro il lavoro minorile
    In occasione della Giornata mondiale contro il lavoro minorile, la Chiesa condanna il fenomeno e chiede al governo un vero intervento per combatterlo. Ashir, 7 anni, non parla della Giornata: è troppo occupato a lavorare nell’autofficina dove è stato assunto un anno fa.

    11/06/2008 INDIA
    Lenin Raghuvanshi : “Educazione e istruzione contro lo sfruttamento minorile”
    In occasione della Giornata mondiale contro il lavoro minorile, l’attivista indiano sottolinea che “una migliore scolarizzazione per tutti” è l’unica soluzione al problema. Nel Paese vi sono 55 milioni di bambini in condizione di semi-schiavitù, in particolare fra le caste più basse della società.

    10/10/2006 INDIA
    Vescovi indiani: "Per fermare il lavoro minorile serve istruzione per tutti"

    Il presidente e l'ex segretario generale della Commissione lavoro della Conferenza episcopale indiana sottolineano ad AsiaNews che applicare la legge resta un miraggio se non si educano anche i poveri e non si combatte l'omertà fra chi dovrebbe proteggere i bambini e chi li sfrutta.



    12/05/2009 FILIPPINE
    Filippine: quattro milioni di schiavi-bambini, sfruttati per sesso o lavoro
    Vengono impiegati nel settore della pesca, agricolo, nelle miniere o nelle abitazioni, come collaboratori domestici per 12 euro al mese. Più di 100mila minori vittime del racket della prostituzione. La Chiesa cattolica chiede misure efficaci al governo per combattere lo sfruttamento.

    24/11/2005 INDIA
    Bambini al lavoro: unico sostegno delle famiglie povere

    A Delhi i piccoli lavoratori per una manciata di rupie sono impegnati per oltre 10 ore al giorno. Le organizzazioni non governative li salvano dallo sfruttamento, ma loro preferiscono tornare al lavoro.





    In evidenza

    RUSSIA-VATICANO
    Studiosi vaticani e ortodossi russi dialogano sulla storia e sulla Ostpolitik

    Vladimir Rozanskij

    Il Convegno inizia domani e continua fino al 21 giugno. Il lavoro comune si era bloccato nel 2002 per le accuse di “proselitismo” alla Chiesa cattolica russa. Clima cambiato dopo l’incontro fra Francesco e Kirill all’Avana nel 2016. I russi preferiscono parlare di missione comune verso il mondo piuttosto che di unità della Chiesa indivisa nei primi 10 secoli.


    LAOS - VATICANO
    Il primo cardinale del Laos: ‘La forza delle piccole Chiese perseguitate’

    Weena Kowitwanij

    Il 21 maggio scorso papa Francesco aveva annunciato a sorpresa la nomina. La comunità cattolica in Laos è composta da circa 50mila fedeli. “È una Chiesa bambina, che vive il primo annuncio, rivolta soprattutto ai tribali e agli animisti”. “Alcuni dei problemi più gravi sono la carenza di sacerdoti e la qualità della formazione”. “Per molti essere cardinale è un onore, per me significa aiutare il papa a risolvere i problemi”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®