20/02/2020, 11.25
INDONESIA
Invia ad un amico

Ministro indonesiano: per contrastare la povertà i ricchi sposino bisognosi

Muhadjir Effendy: “Cosa succede se i poveri cercano altri poveri da sposare? Vi saranno più famiglie povere. Questo è un problema”. Il numero di nuclei familiari indigenti nell'arcipelago è di circa 5 milioni – il 9,4% del totale (57,1 milioni). Circa 115 milioni di cittadini, il 45% della popolazione, devono ancora raggiungere la sicurezza economica e la classe media.

Jakarta (AsiaNews/Agenzie) – I ricchi sposino persone provenienti da famiglie a basso reddito, contribuendo così a ridurre il tasso di povertà del Paese. Tra gli indonesiani divampa la polemica per il suggerimento offerto ieri da Muhadjir Effendy (foto), ministro coordinatore di Jakarta per lo Sviluppo umano e la cultura. Stamane il ministro torna sulle proprie affermazioni, spiegando che la sua “era solo una proposta, non un obbligo”.

Ieri, il ministro ha pronunciato il discorso di apertura in una conferenza nazionale sulla sanità svoltasi nella capitale. Nel suo intervento, Muhadjir ha affermato che in Indonesia – il Paese al mondo con la più grande popolazione musulmana – gli insegnamenti religiosi sulla “ricerca di un abbinamento equivalente” per il matrimonio sono spesso interpretati in modo sbagliato. “Cosa succede se i poveri cercano altri poveri da sposare? Vi saranno più famiglie povere. Questo è un problema in Indonesia”, ha sostenuto. “Il ministro degli Affari religiosi dovrebbe emettere una fatwa [responso giuridico nel diritto islamico, ndr] affinché i poveri cerchino i ricchi [per il matrimonio] e viceversa”. Citando i dati del governo, il ministro ha affermato che il numero di nuclei familiari poveri nell'arcipelago è di circa 5 milioni – il 9,4% del totale (57,1 milioni).

In Indonesia, l'emissione di una fatwa non è compito di un ministro degli Affari religiosi. Di solito, questo spetta ad autorità religiose musulmane come il Consiglio islamico degli Ulema indonesiani (Mui), dopo studi approfonditi della Commissione per le fatwa, o esperti che hanno competenza in determinate aree del diritto. Oltre alla fatwa, Muhadjir ha anche proposto un programma di certificazione prematrimoniale. In base ad esso, le coppie che non sono ancora economicamente stabili, ma intendono sposarsi devono ricevere una carta di preassunzione in un programma lanciato dal presidente Joko “Jokowi” Widodo.

Le affermazioni del ministro hanno creato subito un acceso dibattito nell’opinione pubblica. Questa mattina, Muhadjir ha incontrato i cronisti presso il suo ministero ed ha chiarito che a far clamore è stato “solo un intermezzo, un passaggio di un discorso di un’ora”; ha spiegato che non era serio nel suggerire una fatwa sui matrimoni tra ricchi e meno abbienti. Il ministro ha detto che le persone sono libere di seguire il suo suggerimento, qualora lo trovino una soluzione ai problemi di povertà del Paese. Tuttavia, se le massime autorità islamiche del Paese volessero prendere in considerazione l’idea per una fatwa, “vorrebbe dire che essa è alquanto valida”.

Di recente, la Banca mondiale ha riferito che circa 115 milioni di indonesiani, il 45% della popolazione, devono ancora raggiungere la sicurezza economica e lo stile di vita della classe media. Tuttavia, negli ultimi 15 anni Jakarta ha compiuto progressi nel ridurre la povertà portandola a meno del 10% percento; allo stesso tempo, la classe media è cresciuta dal 7 al 20% percento della popolazione.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
West Java, donne indonesiane: Matrimoni infantili, violenze sessuali e inquinamento peccato per l’islam
28/04/2017 14:53
East Java, fatwa contro le acconciature femminili e le foto prematrimoniali
18/01/2010
Jakarta, tangenti sui pellegrinaggi islamici: sei anni all’ex ministro delle religioni
12/01/2016
Il nuovo Primo ministro punta sullo sviluppo agricolo
31/08/2004
Una “fatwa” contro la legge yemenita che fissa l’età minima per sposarsi
26/02/2009