01 Luglio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 12/06/2012, 00.00

    ASIA - UE

    Negative le borse asiatiche. Si raffredda l'euforia sulla Spagna e si teme per Italia e Grecia



    Le borse scendono quasi tutte dell'1%. Mancanza di impegni sulla crescita. Per la Cina gli aiuti alla Spagna frenano la crisi a breve termine, ma non salvaguardano la stabilità. Il 17 giugno si vota in Grecia per o contro l'euro.

    Hong Kong (AsiaNews) - Le borse asiatiche hanno aperto tutte in negativo quasi dell'1%, dopo la leggera euforia di ieri, nella speranza che i prestiti di 100 miliardi di euro alla Spagna avrebbero segnato un inizio di soluzione al debito europeo.

    Ieri però i buoni del tesoro spagnolo sono saliti del 6,5% e quelli a 10 anni dell'Italia sono andati a 6,032%.

    Oggi la borsa di Tokyo è scesa dell'1%; quella di Shanghai ed Hong Kong dello 0,8;  Seoul a meno 0,9. Tutte le azioni di compagnie che commerciano con l'Europa sono scese circa del 2%.

    I timori degli analisti è che la crisi europea si diffonda sempre più e che l'Unione sta facendo molto per prestare moneta alle banche, ma fa poco per la crescita. Ieri sono andate in negativo anche le borse negli Usa e in Europa.

    Ad accrescere insicurezza vi è il voto del 17 giugno in Grecia, dopo un'inconcludente elezione lo scorso 6 maggio, incapace di produrre un governo che diriga il Paese in un regime di austerità secondo i dettami della Ue. Le prossime elezioni greche  sembrano caratterizzarsi come quelle decisive per rimanere o uscire dall'area dell'euro.

    La Cina, alla quale l'Europa si è spesso rivolta per un sostegno finanziario, ma inutilmente, ha dichiarato che la mossa della Ue verso la Spagna serve per frenare la crisi a breve termine, ma occorrono azioni più decisive per salvaguardare una stabilità  più continua.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    09/03/2012 ASIA - GRECIA
    Salgono le borse asiatiche dopo l'accordo sul debito della Grecia
    In crescita Hong Kong, Shanghai, Tokyo, Seoul, Singapore, Mumbai. Il piano di ristrutturazione del debito sovrano in Grecia è stato accolto dal 95% dei creditori. Nuovi prestiti ad Atene per 130 miliardi di euro. Forti problemi per la popolazione, ma salve le banche greche. Il Fondo monetario internazionale non è "pessimista".

    14/11/2011 ASIA-ITALIA
    Salgono le borse asiatiche, sperando sull’Italia e Mario Monti
    Hong Kong a più 2,4; Tokyo a più 1,21; Seoul a più 2,11. Per gli analisti ciò è dovuto alla nomina del nuovo premier italiano, che saprà frenare le falle del debito sovrano in Italia e in Europa. Ma molti si domandano se questo “sequestro” della sovranità nazionale non sia in funzione di un governo mondiale della finanza internazionale.

    16/05/2012 ASIA
    Le paure sulla Grecia e i non prestiti cinesi fanno scendere le borse asiatiche
    Segni negativi a Hong Kong (-2,7); Tokyo (-0,8); Shanghai (-0,4); Seoul (-1,3). C'è l'influenza per le nuove elezioni in Grecia e la sua possibile uscita dall'eurozona, ma anche il timore che la Cina non offra prestiti. Banche cinesi, PetroChina e perfino il gioco d'azzardo sono in crisi.

    06/12/2011 ASIA - EUROPA
    Standard & Poor’s e le banche europee contro l’euro
    L’agenzia di rating avverte della possibile abbassamento del livello del credito per 15 Paesi, fra cui Germania e Francia. Eppure l’economia europea è cresciuta in questi tre mesi. S&P sembra interessarsi meno alla crisi di Usa e Giappone. Le banche europee svendono euro.

    07/05/2012 ASIA-EUROPA
    Cadono le borse asiatiche dopo le elezioni in Francia e Grecia
    Tokyo a -2,75%; Hong Kong a -2,43; Seoul a -1,81; Shanghai a -0,26: i valori più bassi in sei mesi. L'euro scende al valore più basso da gennaio. Si teme che le vittorie dei partiti anti-austerità possano rivedere i programmi di risanamento del debito pubblico creando divisione nell'eurozona. Dal 2009-2010 sono cambiati i governi in Spagna, Italia, Irlanda, Gran Bretagna, Portogallo, Danimarca, oltre a Francia e Grecia. Segnali di cambiamento anche in Germania.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Mons. Ma Daqin, il Vaticano e la “logica da banditi” dell’Associazione patriottica

    Gu Feng

    Un sacerdote della Cina centrale ripensa al “voltafaccia” del vescovo di Shanghai e lo paragona a Giovanni il Battista, confinato in prigione dopo le accuse a Erode. La “logica da banditi” dell’Associazione patriottica e del governo tende a eliminare la religione dal Paese. Il Vaticano rischia di contraddirsi venendo a compromessi con l’Associazione patriottica, che papa Benedetto XVI ha definito “incompatibile” con la dottrina cattolica nella Lettera ai cattolici cinesi che papa Francesco non ha smentito, anzi l’ha ribadita.


    CINA - VATICANO
    Il “voltafaccia” di mons. Ma Daqin, una croce per il bene di Shanghai

    p. Pietro dalla Cina

    Il vescovo ausiliare di Shanghai ha a cuore il benessere della sua diocesi e intende portare da solo il fardello delle sue dichiarazioni di quattro anni fa. Le precisazioni di p. Lombardi sul ruolo della Santa Sede fugano ogni dubbio: la Lettera di Benedetto XVI alla Chiesa cinese è ancora valida, quindi la posizione dell’Associazione patriottica non è accettata dal Vaticano. Il commento di un sacerdote cinese, traduzione a cura di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®