28/01/2014, 00.00
NEPAL
Invia ad un amico

Nepal, programmi radio sulla vita di Gesù avvicinano gli indù al cristianesimo

di Christopher Sharma
L'iniziativa è stata lanciata da alcuni cattolici nel 2013 e ha raccolto un grande successo. Bambini e adulti hanno inviato decine di lettere agli autori in cui raccontano la loro conversione. Per la prima volta dalla caduta della monarchia indù anche Radio Nepal (statale) trasmette programmi cristiani.

Kathmandu (AsiaNews) - Una serie di programmi radiofonici sulla vita di Gesù dà speranza a centinaia di giovani e bambini indù nepalesi orfani o vittime di povertà e violenze familiari. Attiva dal 2013, l'iniziativa è stata lanciata da alcune stazioni radio che ospitano al loro interno programmi diretti da cattolici e protestanti. Il più noto è Balbatika, trasmissione per bambini realizzata da alcuni cattolici nepalesi. In pochi mesi il programma ha raggiunto un notevole successo e molti ascoltatori, soprattutto bambini, hanno scritto alla redazione le loro storie dove raccontano il loro cambiamento avvenuto grazie alla radio.

Laxmi Gandharva, bambina di 10 anni del distretto di Rupandehi (Lumbini) racconta: "Provengo da una famiglia indù. Avevo due anni quando mio padre è morto. Mia madre è molto religiosa e digiuna due volte a settimane. Nonostante le sue preghiere la nostra vita non è mai cambiata. Le voci sulla nostra famiglia mi rendevano molto triste. Anche se sono piccola riesco a capire la grave situazione". Laxami spiega di aver conosciuto alcuni ragazzi cattolici e di aver partecipato alla messa che lei chiama "scuola domenicale". "Purtroppo - afferma - mia madre mi ha punito quando l'ha scoperto e mi ha vietato di andare in chiesa". "Un giorno - continua - mentre cercavo di sintonizzare la radio, sono capitata sul programma Balbatika e ho riconosciuto le canzoni ascoltate a messa e così ho deciso di seguire tutta la trasmissione. Ho imparato che Gesù ama i bambini e ho capito che desidero amarlo e obbedire ai suoi insegnamenti". La bambina sottolinea: "So che per ora non posso andare in chiesa, ma ho deciso che quando sarò più grande ci andrò. Penso che un giorno mia madre capirà. Vi chiedo di pregare per me".

Bikas Pariyar, un altro ascoltatore, scrive in una mail alla radio: "Il vostro programma mi ha aiutato a conoscere Gesù e mi ha spinto ad andare con regolarità alla scuola domenicale [la messa]. Questi incontri mi hanno insegnato ad obbedire agli adulti e ad amare i miei nemici".   

Atmik Abhiyan è invece una trasmissione rivolta agli adulti trasmessa da Radio Nepal, famosa emittente statale, dove vengono recitate preghiere e letti passi del Vangelo per dare sostegno spirituale agli ascoltatori. Tara Singh Kathayat, direttrice del programma, spiega che fino a pochi anni fa "nonostante la caduta della monarchia indù un programma del genere era impensabile". "In passato - afferma - abbiamo tentato più volte di proporre trasmissioni, ma le autorità negavano i permessi perché eravamo cristiani". La donna dice che la crescita dello Stato laico e della libertà religiosa del Paese hanno permesso anche ai cristiani di avere delle proprie trasmissioni radiofoniche. "I nostri tentativi sono stati premiati e ora i programmi sono diventati molto popolari in tutto il Paese e hanno ascoltatori di tutte le età".

Il successo dei programmi sulla vita di Gesù ha spinto la Chiesa cattolica ad avviare nei prossimi mesi un centro per i media, con una radio, un sito internet e una newsletter.

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Professore musulmano: Grazie a Radio Veritas sono diventato uno scrittore
24/09/2015
Rajshahi, “on air” la prima radio cattolica del Bangladesh
04/06/2016 11:26
Indù e cristiani nepalesi: false le denunce di conversioni forzate al cristianesimo
08/02/2011
Partito nepalese vuole rifondare lo Stato indù. Preoccupazione per i cristiani
28/02/2019 11:55
Nepal, un nuovo codice penale punisce le conversioni al cristianesimo
06/06/2011