29 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 21/09/2010, 00.00

    PAKISTAN – ONU

    Onu, sciopero della fame per le minoranze in Pakistan



    L’Organizzazione europea per il rispetto dei diritti umani delle minoranze che vivono in Pakistan ha organizzato una manifestazione di protesta durante l’incontro del Consiglio Onu per i diritti umani. Islamabad accusata di truccare i dati del censimento per negare rappresentatività alle minoranze.

    Ginevra (AsiaNews) – L’Organizzazione europea per il rispetto dei diritti umani delle minoranze che vivono in Pakistan (Oepm) ha lanciato oggi uno sciopero della fame lungo tre settimane, accompagnato da una campagna di sensibilizzazione tramite cartelloni e poster, davanti al Palazzo delle Nazioni Unite di Ginevra.

    Qui, dal 13 settembre al primo ottobre, si svolge la 15ma sessione del Consiglio dei diritti umani. I dimostranti intendono sottolineare le sofferenze delle comunità cristiane, indù, sikh e ahmadi che vivono in Pakistan. Negli ultimi mesi infatti si sono moltiplicati gli attacchi alle minoranze da parte dei fondamentalisti islamici, che questa volta hanno preso di mira anche i luoghi di culto.

    Per protestare contro questa situazione, Saloman Masah e Tahir Yaqub (entrambi pastori cristiani di una denominazione protestante) sono arrivati a Ginevra dal Pakistan e si sono seduti davanti alla sede del Consiglio. Qui intendono rimanere fino a che le loro richieste non saranno ascoltate dalla comunità internazionale. Infatti, la situazione delle minoranze viene ignorata grazie a un trucco del governo, che nel censimento nazionale dipinge il 95% della popolazione come “di fede islamica”.

    Invece, sottolinea l’Oepm, “soltanto i cristiani rappresentano fra il 5 e il 6% della popolazione: unendo le altre minoranze, il numero sale di molto. Ma Islamabad trucca i dati per impedire una rappresentatività maggiore ai non islamici”. Si tratta, conclude il gruppo, “dell’ennesima dimostrazione di come il Paese sia oramai in mano agli estremisti musulmani”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/08/2014 PAKISTAN

    Peshawar, leader sikh: governo incapace di tutelare le minoranze religiose, a rischio le attività
    Nei giorni scorsi tre membri della comunità sono stati colpiti all’interno dei loro negozi: un morto e due feriti gravi il bilancio. Ieri protesta di piazza, bloccata una delle principali arterie cittadine. I manifestanti chiedono giustizia e l’arresto degli autori del raid. In Pakistan le minoranze sempre più a rischio.

    01/06/2010 PAKISTAN
    Giustizia e Pace: “Dura condanna per gli attacchi agli ahmadi”
    La Commissione episcopale chiede al governo pakistano di eliminare una volta per tutte le leggi e le politiche discriminatorie, che fomentano l’odio interreligioso. Nel frattempo, ancora sangue a Lahore: un commando entra nell’ospedale dove sono ricoverate le vittime dell’attacco alle moschee e apre il fuoco.

    23/04/2012 PAKISTAN
    Giustizia e Pace: No alle conversioni forzate all'islam e ai matrimoni senza consenso
    Gli attivisti cattolici invitano la Corte suprema a intervenire sui casi di violazioni e a tutela delle vittime degli abusi. Un appello a riaprire il caso delle tre giovani indù, costrette a sposare musulmani contro la loro volontà. In una società “maschilista, violenta e bigotta” non vi può essere vera “libera scelta” per le donne.

    09/05/2007 INDIA
    Attacchi anti-cristiani mostrati in Tv, nuova campagna di terrore del VHP
    Dopo il caso del pastore protestante di Jaipur, altri pestaggi di cristiani in Maharashtra vengono ripresi e diffusi in televisione. Gli estremisti indù inventano accuse di conversioni forzate a loro carico, mentre la polizia lascia a piede libero i responsabili. Attivista per i diritti umani: un piano premeditato per creare una psicosi collettiva, il governo intervenga.

    11/08/2012 PAKISTAN
    Ricordando Shahbaz Bhatti e Benazir Bhutto, il Pakistan celebra le minoranze
    L'11 agosto, nel 65mo anniversario dello storico discorso di Ali Jinnah all'Assemblea, è la giornata dedicata ai non musulmani. Il ministro Paul Bhatti sottolinea che "siamo parte di un'unica nazione" e l'obiettivo è creare "un Pakistan prospero e unito". Inserire le minoranze nel panorama politico e sociale del Paese.



    In evidenza

    VATICANO-EGITTO
    Papa Francesco in videomessaggio: Caro popolo d’Egitto…

    Papa Francesco

    In occasione della sua visita al Paese (28-29 aprile), oggi papa Francesco ha trasmesso un videomessaggio al popolo egiziano. “Il nostro mondo, dilaniato dalla violenza cieca – che ha colpito anche il cuore della vostra cara terra – ha bisogno di pace, di amore e di misericordia; ha bisogno di operatori di pace”.


    ISLAM
    Le radici dell’islamismo violento sono nell’islam, parola di musulmano

    Kamel Abderrahmani

    Dopo ogni attentato terrorista si tende a dire: “Questo non è l’islam”. Eppure quegli atti criminali sono giustificati e ispirati dai testi che sono il riferimento dei musulmani e delle istituzioni islamiche nel mondo. È urgente una riforma dell’islam dall’interno, da parte degli stessi musulmani. La convivenza con le altre religioni è la strada per togliere l’islam dalla sclerosi e dalla stagnazione.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®