19 Gennaio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 23/04/2016, 12.12

    INDIA

    Orissa, ordinati 2 sacerdoti al servizio dei cristiani di Kandhamal

    Santosh Digal

    P. Pritam Singh e p. Bhanja Kishore Singh sono stati ordinati da mons. John Barwa, arcivescovo di Cuttack-Bhubaneswar. Alla cerimonia erano presenti oltre 1000 cattolici, 35 sacerdoti e 50 suore. Ora il distretto ha 12 sacerdoti, il numero più elevato di tutto lo Stato dell’Orissa. L’aumento delle consacrazioni conferma che la comunità cristiana non è intimorita dalle violenze scatenate dai radicali indù contro di essa.

    Bhubaneswar (AsiaNews/Prashanti) – Con l’ordinazione sacerdotale di due diaconi nel villaggio di Bamunigam, il distretto di Kandhamal (in Orissa) ha ora 12 sacerdoti al servizio della comunità cristiana. Si tratta del numero più elevato in tutto lo Stato indiano, ed è indicativo di un fatto importante: le violenze dei pogrom anti-cristiani del 2008 non hanno frenato lo vocazioni.

    La consacrazione dei due sacerdoti è avvenuta il 20 aprile scorso nella parrocchia di Nostra Signora di Lourdes. Mons. John Barwa, arcivescovo di Cuttack-Bhubaneswar, ha ordinato p. Pritam Singh e p. Bhanja Kishore Singh alla presenza di oltre 1000 cattolici, 35 sacerdoti e 50 suore.

    P. Pritam appartiene alla Indian Missionary Society della provincia di Varanasi, mentre p. Kishore Singh si è formato nell’arcidiocesi di Cuttack-Bhubaneswar. Entrambi lavorano ad Alanjuri, in una delle missioni della parrocchia di Bamunigam.

    Il villaggio conta ora sei sacerdoti diocesani e sei religiosi, oltre a 12 suore. L’aumento delle vocazioni consacrate conferma che la comunità cristiana del distretto non si è arresa al massacro che l’ha colpita nell’estate del 2008, quando i radicali indù hanno scatenato la più feroce persecuzione in India degli ultimi 300 anni. Le violenze, protratte per quasi quattro mesi, hanno causato la morte di 101 persone e hanno costretto 75mila persone a scappare dalle proprie case e villaggi, divenendo profughi.

    L’ordinazione dei due sacerdoti avviene nel momento in cui la Chiesa dell’Orissa sta preparando le celebrazioni del centenario della nascita del primo sacerdote diocesano, p. Pascal Singh. P. Pascal proveniva dallo stesso villaggio di Bamunigam ed è stato il pioniere dell’educazione nel distretto di Kandhamal, fondando la Cambridge School a Cuttack e la Vijay High School a Raikia.

    P. Ajaya Kumar Singh, coordinatore delle attività sociali in Orissa, ha dichiarato a Matters India: “Egli, insieme al fratello sacerdote, ha dedicato la propria vita alle comunità emarginate. Rimane una fonte di ispirazione per tutti noi. Siamo davvero orgogliosi che dal nostro villaggio provenga un così grande numero di sacerdoti”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    26/02/2016 11:01:00 INDIA
    Kandhamal, inaugurato il primo sito internet sulle vittime dell’Orissa

    Il sito è stato creato da un gruppo di attivisti, avvocati, intellettuali e artisti con lo scopo di essere “una fonte autentica di informazioni” sulle violenze del 2008 contro i cristiani. Il governo dell’Orissa ha nominato due commissioni di inchiesta, ma i risultati del loro lavoro non sono stati resi noti. Fino a gennaio 2016, presentate 3.232 denunce, ma solo 827 sono state registrate. Il tasso di assoluzione nei processi di omicidio è dell’88,6%.



    13/07/2016 11:28:00 INDIA
    Kerala, nelle sale il primo documentario sui martiri di Kandhamal

    Il documentario si intitola “Voce dalle rovine – Kandhamal in cerca di giustizia”, e sarà proiettato dal 17 al 19 luglio. Il regista ripercorre le origini della violenza contro i cristiani dell’Orissa, in maggioranza poveri tribali e dalit. I radicali indù si sono resi protagonisti di varie ondate di persecuzione a partire dagli anni ’60. La lotta dei sopravvissuti per avere giustizia; i numeri delle violenze.



    09/01/2017 13:08:00 INDIA
    Suora di Kandhamal: Cristo crocifisso mi ha spinto a servirlo

    Suor Prabhati Sual Singh ha preso i voti insieme ad altre sei consorelle. Le religiose sono entrate nella congregazione delle suore di san Giuseppe di Annecy. La neo consacrata proviene dal distretto di Kandhamal, colpito nel 2008 dalle persecuzioni dei radicali indù.



    11/07/2016 13:06:00 INDIA
    Kandhamal: cristiani uccisi perchè “scambiati per maoisti”

    Il gruppo di cinque persone, tra cui due cristiani pentecostali, faceva ritorno da un mercato, dove lavorava in impeghi manuali. La loro macchina si era impantanata nel fango, perciò essi hanno deciso di proseguire a piedi. La polizia aveva teso un’imboscata per i ribelli maoisti. Fra le vittime un bimbo di due anni. L’incidente riporta alla memoria le violenze dei pogrom del 2008.



    02/09/2016 09:12:00 INDIA
    Mons. Barwa: Madre Teresa porti la pace a Kandhamal

    Il vescovo dell’Orissa chiede l‘intercessione della futura santa per riportare pace e riconciliazione. Il prossimo 4 settembre, giorno in cui la Madre verrà canonizzata, in India si terranno celebrazioni, festeggiamenti e incontri.





    In evidenza

    CINA - VATICANO
    I nuovi leader all’Assemblea dei cattolici: dominano la vecchia guardia e i vescovi illegittimi

    Elizabeth Li

    Riconfermati Ma Yinglin e Fang Xingyao a presidenti del Consiglio dei vescovi e dell’Associazione patriottica rispettivamente. Sempre esaltati i principi di indipendenza, autonomia, autogestione e sinicizzazione. Nessun “segnale positivo” come sperato dal Vaticano.


    CINA-VATICANO
    All’Assemblea dei rappresentanti cattolici cinesi si loda “indipendenza e autonomia”

    Bernardo Cervellera

    All’incontro sarebbero presenti 59 vescovi, oltre al direttore dell’amministrazione statale per gli affari religiosi e membri del Fronte unito. I futuri cambi nella leadership del Consiglio dei vescovi e dell’Associazione patriottica. Nell’osanna all’autonomia (dalla Santa Sede) un segnale non positivo. Il Global Times ribadisce le precondizioni per il dialogo. Una Chiesa di Stato. Le critiche del card. Joseph Zen e di Giustizia e Pace di Hong Kong. Una cattolica: Questa assemblea è uno schiaffo in faccia al Vaticano.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®