22 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 05/09/2005, 00.00

    PAKISTAN

    Pakistan, la Corte Suprema annulla legge islamica

    Qaiser Felix

    Arcivescovo di Lahore: "Ottima decisione, la legge era contraria alla libertà personale". Un legale musulmano dice ad AsiaNews: "Era una legge sbagliata, promulgata per rendere i fondamentalisti padroni della provincia".

    Lahore (AsiaNews) – "Accogliamo con calore la decisione della Corte Suprema del Pakistan che rende nullo l'Hasba Bill, una legge contraria alla libertà delle persone". Con queste parole mons. Lawrence John Saldanha, arcivescovo della diocesi di Lahore, commenta la decisione presa dal più alto organo giudiziario del Pakistan ed aggiunge che "questo tipo di leggi sono contrari alla natura umana ed andrebbero sempre condannate".

    I 9 membri della Corte hanno emesso il 4 agosto un documento di 106 pagine con cui rendono nulla la legge, approvata il 14 luglio scorso dal governo della Frontiera del nord ovest (Nwfp, al confine con l'Afghanistan), che istituiva la figura del muhtasib, una sorta di garante religioso per vigilare sull'aderenza dei cittadini ai valori islamici. "Nella sentenza esplicativa – continua il presule – è scritto chiaramente che la vita privata, i pensieri personali ed il credo individuale dei cittadini non possono essere contrastati da leggi impositive". "I giuristi islamici – dice mons. Saldanha – sono unanimi nel dire che, a parte la preghiera e l'elemosina (salat e zakat), nessun altro obbligo previsto dall'Islam deve essere attuato con forza dallo Stato".

    I giudici definiscono la legge "discriminatoria" ed "incostituzionale" dato che consente l'istituzione di un garante "che interferisce nella vita dei cittadini" e prevede "l'istituzione di uffici giudiziari ed esecutivi paralleli a quelli del governo".

    Il provvedimento era stato istituito dopo le insistenze del Muttehida Majlas-e-Amal (Mma, coalizione al governo, formata da 6 partiti islamici): i suoi rappresentanti avevano definito la sua messa in vigore una "grande vittoria, il primo storico passo verso una vera applicazione della legge islamica in accordo con norme democratiche". La Corte Suprema è stata chiamata in causa dal presidente pakistano Pervez Musharraf dopo le proteste di molti gruppi politici e religiosi.

    Shahbaz Bhatti, presidente dell'All Pakistan Minorities Alliance [Apma, organismo che riunisce le minoranze del Paese ndr] dice ad AsiaNews che quella della Corte "è una buona decisione, che dimostra come le politiche portate avanti dal Mma sono contrarie alle norme democratiche ed alla Costituzione del Pakistan".

    Sheikh Mansoor, legale musulmano ed attivista per i diritti umani, sostiene che "non vi possono essere dubbi sull'incostituzionalità del provvedimento, contrario allo stesso tempo anche ai veri insegnamenti dello stesso Islam". "Questa legge – continua – è stata promulgata perché i religiosi vogliono divenire i padroni della provincia e vogliono vincere le elezioni locali: non certo per un miglioramento della situazione delle persone che vivono lì".

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    19/09/2005 PAKISTAN
    Pakistan: legge sulla blasfemia "un mandato di morte" per i non musulmani
    Minoranze pakistane non islamiche decise a portare la legge davanti alla Corte Suprema per dichiararla incostituzionale.

    24/09/2005 INDIA
    Tamil Nadu, minoranze al governo: riservare il 7% dei posti nell'istruzione e amministrazione
    Mons. Fernando, arcivescovo di Madurai: l'emarginazione dei dalit cristiani e musulmani è una questione di giustizia sociale e di libertà religiosa.

    13/06/2008 PAKISTAN
    Cristiana disabile 12enne violentata da un gruppo di musulmani
    Il trio è accusato di aver abusato di una dodicenne affetta da disturbi mentali. Il padre non ha denunciato subito il misfatto a causa delle minacce subite; grazie al sostegno di attivisti cristiani ora chiede giustizia. La ragazza verrà curata in centro di suore specializzato nelle malattie psichiche.

    25/08/2005 INDIA
    India, nuovo rinvio della Corte Suprema sui diritti dei dalit cristiani
    L'arcivescovo di Delhi critica la decisione e accusa le leggi discriminanti.

    04/07/2006 Pakistan
    Islamabad, gli ulema si incontrano per salvare le leggi islamiche

    In risposta agli emendamenti proposti dal Consiglio dell'ideologia islamica, i più influenti ulema del Paese hanno annunciato un incontro nazionale per la salvaguardia delle Ordinanze Hudood ed hanno chiesto lo scioglimento del Consiglio stesso.





    In evidenza

    BANGLADESH
    Snehonir, la ‘Casa della Tenerezza’ per disabili (Foto)



    La struttura nasce 25 anni fa dall’opera delle suore Shanti Rani e dei missionari Pime. A Rajshahi accoglie disabili mentali e fisici, sordomuti, ciechi, orfani, poveri, abbandonati. “Il principio-guida è avviarli alla vita”.


    COREA
    L’abbraccio delle atlete della Corea unita, sconfitte in gara, ma ‘prime’ nella storia



    Oggi hanno perso l’ultima partita conto la Svezia e sono finite al settimo posto. Le lacrime per l’imminente separazione. L’orgoglio della coach canadese: “I politici hanno preso la decisione esecutiva. Le nostre giocatrici e il nostro staff sono quelli che l'hanno fatta funzionare”. Atleta sudcoreana: spero che il nostro Paese sia fiero di noi: era una cosa più grande dell’hockey.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®