12/10/2008, 00.00
VATICANO - INDIA - IRAQ
Invia ad un amico

Papa: Prego ogni giorno per i cristiani in Iraq e in India

Benedetto XVI chiede ai fedeli indiani di rallegrarsi per la nuova santa canonizzata oggi e domanda agli autori delle violenze in Orissa e in altri Stati dell’India di rinunciare “a questi atti” e costruire insieme la civiltà dell’amore. Il papa domanda di recitare il rosario anche per la riconciliazione e la pace nel Nord Kivu e per i lavori del Sinodo in svolgimento nel Vaticano.

Città del Vaticano (AsiaNews) – Alla fine della messa di canonizzazione di 4 nuovi santi, fra cui la prima santa indiana, Sr Alfonsa dell’Immacolata Concezione, Benedetto XVI ha ricordato oggi le “violenze contro i cristiani in Iraq e in India, che ricordo quotidianamente al Signore”.

Prima della preghiera dell’Angelus, inserita a conclusione della celebrazione, parlando in inglese, il papa ha sottolineato che “le eroiche virtù di pazienza, fortezza e perseveranza nelle profonde sofferenze” della nuova santa indiana “ci ricordano che Dio dona sempre la forza necessaria per superare ogni prova. Mentre i fedeli cristiani dell’India rendono grazie a Dio per la loro prima figlia di quella terra presentata alla pubblica venerazione, desidero assicurarli della mia preghiera durante questo tempo difficile”. Il papa si riferisce alla campagna di violenze contro i cristiani scoppiate nell’Orissa più di un mese fa, e diffusesi in altri stati della Confederazione indiana, con l’uccisione di circa 60 persone, la distruzione di oltre 180 chiese e di 4500 case di fedeli. “Raccomando alla cura provvidenziale di Dio onnipotente – ha aggiunto il papa - coloro che cercano la pace e la riconciliazione e urgo gli autori delle violenze di rinunciare a questi atti e unirsi ai loro fratelli e sorelle per lavorare insieme a costruire una civiltà dell’amore. Dio vi benedica tutti!”.

Dopo aver salutato i pellegrini legati agli altri santi canonizzati, il pontefice ha ricordato che ottobre è il mese del Rosario. E ha aggiunto: “A questo proposito, vi invito a pregare per la riconciliazione e la pace in alcune situazioni che provocano allarme e grande sofferenza: penso alle popolazioni del Nord Kivu, nella Repubblica Democratica del Congo, e penso alle violenze contro i cristiani in Iraq e in India, che ricordo quotidianamente al Signore. Invochiamo la protezione di Maria, Regina dei Santi, anche sui lavori del Sinodo dei Vescovi riunito in questi giorni in Vaticano”.

In Iraq, soprattutto nella zona di Mosul, si registra in questi giorni una recrudescenza della persecuzione fondamentalista e terrorista contro i cristiani.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Papa: la “singolare bellezza” dei santi ci sostiene nelle fatiche del quotidiano
12/10/2008
Papa: cresca nei cristiani la coscienza di essere tutti missionari
05/05/2007
Chiesa bruciata a Bangalore. Cristiani dell’Orissa confortati dalla preghiera del papa
13/10/2008
Verrà canonizzata la prima beata indiana, “richiamo alla santità”
09/06/2007
Anno speciale per sant’Alfonsa, la prima santa indiana
12/08/2010